Juventus, McKennie ad un passo: si tratta il prestito con lo Schalke 04

0
Bandiera Juventus

Il centrocampo della nuova Juventus di Pirlo inizia a prendere forma. Sembra infatti essere ad un passo dall’arrivo a Torino Weston McKennie, centrocampista dello Schalke 04 classe 1998. Nonostante il suo nome non risulti roboante come quello di altri giocatori – considerati top player – vista la qualità del calciatore e il prezzo del cartellino, la società bianconera lo ritiene un buon affare. Giocatore molto duttile e di grande prospettiva, capace di coprire diversi ruoli e, in occasioni di totale emergenza, anche le vesti del terzino. Sicuramente darà manforte ai compagni di reparto, potendo anche variare nelle diverse zone del campo.

McKennie: potrebbe arrivare in prestito

Anche se non è ancora ufficiale, l’arrivo di McKennie alla Juventus sembra praticamente certo. L’accordo trovato con il club tedesco prevede un prestito di 3 milioni di euro (da versare subito) con il diritto di riscatto dopo un anno stabilito per 18 milioni, visto che per lo Schalke 04 il prezzo di cartellino del giocatore è di 21 milioni totali.

Nato a Little Elm il 28 Agosto 1998, Weston McKennie sarebbe così il primo giocatore statunitense a vestire la maglia bianconera. Trasferitosi fin dalla giovane età in Germania, il giovane centrocampista ha così disputato ben quattro campionati in Bundesliga, indossando sempre la stessa maglia. Tra coppe e campionato, il classe ’98 ha totalizzato 91 presenze e 5 reti (3 delle quali in quest’ultima stagione).

Juventus, McKennie ad un passo: si tratta il prestito con lo Schalke 04

McKennie: fiducia e curiosità

Si tratta dunque di una crescita esponenziale e le sue capacità sono state intuite – e in seguito apprezzate – anche in nazionale, dove può vantare 19 presenze e 6 sigilli (il primo addirittura all’esordio). Proprio le caratteristiche che lo contraddistinguono – parte come mediano ma è capace di coprire tutti i ruoli di centrocampo – hanno portato il nuovo allenatore della Juventus, Andrea Pirlo, a puntare su di lui. Lo scopo infatti dei bianconeri è quello di “svecchiare” un po’ la rosa e dar fiducia a giocatori giovani e competenti.

Tra le curiosità legate al giocatore, ce ne sono da citare due molto rilevanti: è stato il primo atleta a manifestare per George Floyd. In ottica calcistica invece, McKennie è – finora – è uno dei pochi giocatori classe ’98 ad aver giocato almeno 5000 minuti in Bundesliga (tra gli altri Havertz, Sancho, Pulisic).

Si aspetta allora solo l’ufficialità, dato che mancano alcuni dettagli; ci si attende un giocatore duttile e già pronto a sostenere ritmi elevati e palcoscenici di alto livello.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui