Juventus-Napoli (1-0): la rivincita di Bremer nel duello con Osimhen

0

Con il quinto 1-0 di questo campionato, la Juventus ha conquistato contro il Napoli 3 punti fondamentali per proseguire il cammino verso lo Scudetto. I bianconeri hanno disputato la consueta partita stringendo i denti, serrando i reparti e cercando di concedere il meno possibile agli avversari. Per arrivare a questo risultato, la retroguardia della Vecchia Signora è stata chiamata, ancora una volta, agli straordinari. Tanti duelli decisivi su tutto l’arco di campo hanno visto prevalere i padroni di casa, i cui difensori hanno giocato una partita quasi perfetta. Tra tutti spicca la prova di Bremer su Osimhen, una sfida nella sfida particolarmente sentita dal brasiliano e nuovamente determinante per le sorti di un Juventus-Napoli. Per capire l’importanza della prova dell’ex Toro, dobbiamo fare un salto nel (recente) passato.

Juventus-Napoli (1-0): la rivincita di Bremer nel duello con Osimhen

Bremer vs Osimhen: il precedente in un Napoli-Juventus di quasi un anno fa

È una fredda sera di metà gennaio, il 13 per la precisione. Napoli e Juventus si affrontano al “Maradona” nella penultima giornata del girone di andata con i bianconeri che vengono da 8 vittorie consecutive in Serie A (ma una Champions League a dir poco disastrosa) e i partenopei sfavillanti e lanciatissimi a caccia di un successo che, sebbene siamo appena al primo mese del nuovo anno, può già significare tantissimo per il trionfo iridato. Le due squadre partono dalle proprie granitiche certezze. Il calcio spettacolare e concreto del Napoli e la solidità difensiva della Juventus: fotografia di questa gara è l’inevitabile duello tra due pilastri come Bremer e Osimhen.

L’epilogo di quei 90 minuti diviene l’emblema della schiacciante superiorità dei padroni di casa. Una vittoria roboante che spalanca le porte alla presa di consapevolezza che la squadra, allora di Spalletti, avrebbe potuto superare qualsiasi ostacolo. La Vecchia Signora esce, invece, con le ossa distrutte, anche per l’incombente prima botta della penalizzazione. Ricordiamo tutti come è poi proseguita e finita la stagione, ma quel Napoli-Juventus ha lasciato sicuramente il segno in uno dei sui protagonisti: Gleison Bremer.

L’uomo deputato a contenere Osimhen ridotto a simbolo dell’impotenza di fronte all’esuberanza partenopea. In quel 5-1, l’attaccante nigeriano segna 2 gol e fornisce un assist, ma soprattutto mette il brasiliano davanti a quella che è, senza ombra di dubbio, la peggior prestazione in assoluto della sua avventura in bianconero. Bremer, oltre a ritrovarsi in enorme difficoltà come tutti i suoi compagni, peggiora ulteriormente la sua performance mettendo la zampino in alcune delle reti segnate dai padroni di casa.

Ad esempio la prima, quando perde Osimhen in marcatura e il nigeriano ha la possibilità di spingere di testa il tap-in vincente sulla respinta di Szczesny. Oppure in occasione della seconda, in cui il suo tentativo di anticipo andato grottescamente a vuoto consente all’attaccante partenopeo di accomodare una preziosa assistenza per Kvaratskhelia. Amarus in fundo, il rinvio sbagliato che lancia l’azione del 4-1.

Juventus-Napoli (1-0): la rivincita di Bremer nel duello con Osimhen

La rivincita di Bremer in Juventus-Napoli

Insomma, Juventus-Napoli non poteva essere una partita come le altre per Bremer. Alla luce di quanto accaduto 11 mesi fa, il difensore brasiliano cambia registro e approccia alla gara con straordinaria applicazione. Vero è che l’Osimhen che ha dinanzi non gode di quello splendore psico-fisico di gennaio, ma dopo alcune partite di riassestamento post-infortunio è pronto a trascinare la squadra. 

Quello tra i due non è sicuramente l’unico duello decisivo. Tutta la retroguardia, incluso Szczesny, in modo particolare è stata chiamata ad una prova di estrema attenzione. Si pensi a Cambiaso sul georgiano o a Danilo sempre prontissimo a dare manforte a Kostić. Eppure quell’uno contro uno lì nel mezzo testimonia la crescita del difensore carioca e lo consacra sempre di più leader. Pulito in ogni anticipo, quasi sempre finalizzato a far ripartire l’azione bianconera anziché preoccuparsi esclusivamente di allontanare la minaccia. Concentrato nel non concedere mai la possibilità al suo contendente di avere gioco facile. Determinato nella marcatura, strettissima, mantenendo sempre il contatto con l’attaccante e impedendogli di prendere posizione. Persino lontano dalla palla, il livello di agonismo di Bremer su Osimhen rasenta la perfezione.

Insomma, stiamo parlando di ben altra performance rispetto a quella disastrosa di inizio 2023, una prova quasi impeccabile. Il quasi però rimane d’obbligo, perché c’è una sbavatura di Bremer in questo Juventus-Napoli. A metà primo tempo, infatti, forse colto da un eccesso di compiacimento per l’ottimo lavoro fin lì svolto, rimane troppo avanzato e, persa palla, dà la possibilità al nigeriano di scattare in profondità contro Gatti. Dalla sua fuga sulla destra ha origine la clamorosa occasione sciupata da Kvara davanti a Szczesny. Scampato il pericolo e conscio della sua mancanza, il brasiliano è tornato a difendere a pieno regime, annullando Osimhen.

Juventus-Napoli (1-0): la rivincita di Bremer nel duello con Osimhen

Rivincita nel duello presa e una bella mano alla squadra per agguantare 3 punti fondamentali. Una notte gioiosa per la Juventus e per lo stesso Bremer, sempre più valore aggiunto e imprescindibile roccaforte su cui costruire successi presenti e futuri.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui