Juventus-Napoli, arriva la decisione sulla partita rinviata

0

Ha creato un vero polverone il match tra Juventus e Napoli. La suddetta gara era in programma lo scorso 4 ottobre presso lo Juventus Stadium di Torino, ma il giorno precedente sono iniziati i problemi. Mentre il tecnico bianconero Andrea Pirlo ha tenuto senza problemi la conferenza stampa, la squadra ospite comunicò che l’ASL le aveva proibito di lasciare la regione, di conseguenza i partenopei non avrebbero potuto presentarsi a Torino

La FIGC non era però d’accordo con la decisione presa dagli azzurri, e con un comunicato affermò che la partita si sarebbe potuta tenere. Secondo le regole stabilite dalla Lega Serie A, infatti, una squadra può scendere in campo regolarmente se ci sono 12 giocatori disponibili. Intanto, la Juventus si era presentata in campo, rendendosi disponibile per giocare la partita, alla fine annullata per l’assenza della squadra ospite. Di conseguenza c’erano due opzioni: far vincere la squadra di casa a tavolino o comprendere la decisione degli ospiti e posticipare il match a data da definire.

Juventus-Napoli, la decisione del giudice sportivo 

Dopo quasi due settimane dall’evento, qualche ora fa è finalmente arrivata la decisione del giudice sportivo. Gerardo Mastrandrea, giudice in questione, ha optato per la vittoria della Juventus a tavolino per 3-0. Come se non bastasse la squadra ospite ha ottenuto anche un punto di penalizzazione per non essersi presentata a Torino, in quanto il giudice sportivo ha sostenuto che vi erano tutti i presupposti per giocare la gara.

La decisione ovviamente non è piaciuta per niente al Napoli, che ha intenzione di fare ricorso alla Corte d’Appello ed eventualmente anche al Tar.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui