Juventus-Paris Saint Germain (1-2), Allegri: “Siamo in Europa League, voltiamo pagina”

0
conferenza Villarreal Juventus Allegri

Massimiliano Allegri, tecnico della Juventus, ha commentato nel post-partita il match Juventus-Paris Saint Germain ai microfoni di INFINITY. Gli uomini di Galtier impartiscono un’altra sconfitta alla Vecchia Signora, ma è meno dolorosa del solito per la formazione di Allegri. Assodata l’impossibilità di arrivare in Champions, è diventata certezza quella di continuare un percorso in Europa League, anche grazie alla goleada del Benfica contro il Maccabi Haifa, senza dimenticare il ritorno di Chiesa.

Molto importante la reazione della squadra al gol di Mbappè (13’): non la Juventus in crisi pronta a prenderle dai parigini, ma reazione d’orgoglio e gioco. Nonostante undici giocatori mancanti per infortunio, proprio con Miretti, sbaglia due gol nel primo tempo e ne sfiora anche con Locatelli e Milik. Poi Bonucci (39’) mette in rete un cross di Cuadrado. Mendes (69’) conclude il match a favore della corazzata francese. Nonostante la vittoria, il PSG viene surclassato dal Benfica al il primo posto grazie ai gol in trasferta. Le otto retrocesse in Europa League sono Juventus, Siviglia, Shakhtar Donetsk, Salisburgo, Ajax, Bayer Leverkusen, Barcellona e Sporting.

Juventus-Paris Saint Germain, Allegri: “Abbiamo fatto una buona partita”

Massimiliano Allegri, tecnico della Juventus, ha commentato ai microfoni di Infinity la sconfitta contro il PSG: “Ho giocato con calciatori validi, anche se di poca esperienza internazionale. Abbiamo fatto una buona partita, peccato il risultato. Siamo in Europa League, da domani voltiamo pagina per il campionato, bisogna essere arrabbiati e riprendere subito lavoro e cammino. Da una parte c’è da essere soddisfatti per avere raggiunto l’Europa League, dall’altra arrabbiati perché non può passare questa eliminazione”.

Su Chiesa: “Ieri ha fatto un buon allenamento, avevo dubbi sull’aspetto psicologico, normale dopo dieci mesi. Lo aspettava una partita importante, ma l’ho visto sereno e tranquillo e mi è presa l’ispirazione per portarlo in panchina. Oggi ha fatto i suoi minuti dando buoni strappi. Ha tanta voglia, va gestito fino al Mondiale, ci prendiamo tempo per averlo nelle migliori condizioni a gennaio”

Juventus-Paris Saint Germain (1-2), Allegri: “Siamo in Europa League, voltiamo pagina”

Il tecnico bianconero: “Domenica sera abbiamo una partita difficile”

Massimiliano Allegri analizza il futuro della squadra: “Abbiamo avuto problematiche con gli infortuni, alcuni muscolari ma altri no, e non ci potevamo fare niente. Domenica sera abbiamo una partita difficile, contro la squadra più forte in Italia (l’Inter, ndr). Sicuramente sarà importante e delicata”.

Sulla sconfitta di stasera: “Quando si esce sconfitti devi essere solo arrabbiato. Però abbiamo perso 5 gare su 6 in Champions, dobbiamo essere solo arrabbiati. Non potremo andare a giocare contro le migliori d’Europa. La rabbia che abbiamo nell’eliminazione dobbiamo portarcela dietro. Ora ci sono tre gare di campionato, domenica ci sarà Juventus-Inter, gara molto delicata sotto ogni punto di vista. Sono una squadra fisica, serve recuperare energie e prepararsi al meglio”.

Juventus, Allegri analizza la squadra

Allegri analizza i suoi giocatori nel post-gara: “I giovani hanno fatto bene dal punto di vista mentale, poi ci siamo allentati e loro sono stati micidiali, in tre passaggi sono arrivati davanti al portiere. Chi ha segnato l’ha fatto difficile, è stato bravo (Nuno Mendes, ndr) ma quando giochi contro queste squadre non puoi sbagliare niente. Miretti? Ha fatto una buona gara, deve avere lucidità e calma ma ha fatto cose importanti, troverà anche il gol”.

Sugli infortunati: “Il ko di Kean mi ha spinto a convocare Chiesa ma ha fatto un bell’allenamento, mi aveva dato buone sensazioni. Per l’Inter, se non succede nulla, con l’Inter avrò Bremer, Di Maria e Vlahovic, invece Paredes per Verona e Lazio“.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui