Juventus-Pogba: il ritorno è vicino?

0

Storia d’amore mai conclusa ma semplicemente archiviata, quasi rimandata e messa in pausa. Una sorta di “telenovela” quella tra la Juventus e Pogba, pronto ad un ritorno tanto atteso e tanto desiderato a Torino, dopo le annate – negative – al Manchester United. Il ritorno appare così vicino, ma ai bianconeri non basta comunque per sistemare la situazione a centrocampo. Nelle ultime stagioni, tra l’altro, il francese non ha di certo brillato e dunque avrà bisogno di riprendere il ritmo e approcciarsi a nuovi giocatori, in una Serie A in cui la Juventus non è più la favorita.

Juventus: ritorno Pogba, le cifre dell’affare

Sembra mancare soltanto l’ufficialità per un ritorno annunciato e per nulla inaspettato, visto che il francese classe ’93 ha sempre espresso la sua volontà di riconciliarsi con la Juventus. Arriverebbe a costo zero dal Manchester United e con la società bianconera si sta cercando di trovare il giusto accordo per quanto riguarda l’ingaggio: ci si sta infatti orientando sui 7,5 milioni di euro a stagione e un contratto di tre anni.

Paul Pogba rappresenterebbe di sicuro un ottimo colpo di mercato per i bianconeri, che hanno bisogno di tornare a vincere trofei e a conquistare un posto di rilievo anche in Champions League, dopo le ultime uscite negative. Non basterà però soltanto il suo arrivo, la Juventus dovrà infatti lavorare per almeno un altro colpo o per valorizzare Fagioli e Miretti, puntando sui due giovani e affiancandoli a giocatori più esperti.

I numeri del francese in bianconero

In bianconero dalla stagione 2012/2013 alla stagione 2015/2016, Pogba è stato preso a costo zero dallo United e poi rivenduto, sempre alla squadra di Manchester, per un cifra che ha superato i 100 milioni di euro.

Con la Juventus, il centrocampista francese ha vissuto ottime annate (tra le migliori della sua carriera) mettendo in mostra le proprie qualità tecniche e anche un netto miglioramento. Perno del centrocampo, ha totalizzato 178 presenze e 34 gol, vincendo quattro scudetti, tre Supercoppa italiana e due Coppa Italia.

Per lui anche una finale di Champions League persa, contro il Barcellona. Il ritorno a Torino lo riporterebbe al servizio di Allegri, in quello che può essere un progetto interessante.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui