Juventus, Soulé con Yildiz e Vlahovic: la formazione stellare del futuro

0

Dopo alcuni anni contrassegnati da tantissime ombre e poche luci, finalmente l’ambiente bianconero sta tornando a competere negli scenari a sé più consoni. La Juventus vola sulle ali di un entusiasmo ritrovato, sognando Soulé con Yildiz e Vlahovic: la formazione stellare del futuro mette i brividi. Le promesse cresciute nel settore giovanile del club, infatti, stanno divenendo sempre più delle piacevoli certezze. 

Il lavoro sopraffino portato avanti grazie al progetto Next Gen sta adesso fruttando diversi prospetti dal futuro a dir poco roseo. Il discorso non può che iniziare rivolgendosi a Matias Soulé. Il giovane talento argentino, seppur abbia appena vent’anni, sembra già un vero e proprio leader tra le fila del Frosinone. La Vecchia Signora osserva compiaciuta, mentre i tifosi sognano in grande in vista delle prossime stagioni. Quale sarà la formazione della Juventus del futuro? Gli appassionati del mondo del calcio si stanno già sfregando le mani, immaginando Matias insieme ai vari Yildiz, Chiesa e Vlahovic.

Juventus, la formazione del futuro

Yildiz: la nuova stella | Juventus, la formazione del futuro

Juventus, Soulé con Yildiz e Vlahovic: la formazione stellare del futuro

Per dare inizio a riflessioni intorno alla formazione del futuro della Juventus, la base da porre non può che essere Kenan Yildiz. È lui, senza ombra di dubbio, la nuova stella nascente del mondo bianconero. Seppur sia appena un classe 2005, l’attaccante turco sta già dando prova di godere di un talento davvero fuori dal comune. Se uno stratega attento a tutti i più sottili particolari come Allegri abbia deciso di affidarsi a lui continuità, al netto delle condizioni non sempre ottimali di Chiesa, un motivo ci sarà. 

La casualità, poi, vuole che il termine Yildiz in lingua turca significhi proprio “stella“. Un predestinato, verrebbe da dire. La sicurezza nel tentare giocate di classe, la spensieratezza di chi ha appena intrapreso la via del successo, la consapevolezza di essere un giocatore prematuramente sopra le righe: la Juventus, ora più che mai, aveva bisogno di un elemento simile, in grado di innescare nuove scintille. Un posto tra i grandi, per uno come lui, è a dir poco meritato. Molti tifosi lo inneggiano già come il futuro numero 10. Seppur Allegri predichi la consueta calma del caso, è chiaro che i presupposti ci siano tutti.

Vlahovic e Chiesa: le certezze | Juventus, la formazione del futuro

Juventus, Soulé con Yildiz e Vlahovic: la formazione stellare del futuro

Non solo i giovanissimi in rampa di lancio, poi ci sono anche loro: Vlahovic e Chiesa, le certezze assolute. Due giocatori che, nonostante abbiano altrettanto davanti a loro una carriera ancora lunga e potenzialmente ricca di trionfi, agiscono nella rosa della Juventus come fossero già dei leader. Il centravanti serbo, in particolar modo, sembra finalmente aver lasciato alle spalle il periodo di critiche ed incertezze. Con ben 6 reti e un assist realizzati nelle ultime cinque partite, sta dimostrando di meritare la maglia numero 9 sulle spalle e di non sentirne più il peso.

Probabilmente finora, come ammesso da lui stesso, erano stati i continui acciacchi fisici a frenare il suo apporto. Quando è al 100%, infatti, Vlahovic lascia il segno nelle vesti di autentico e purissimo goleador. Rapace d’area di rigore, cecchino sui piazzati: DV9 segna in qualunque modo, spazzando via qualsiasi dubbio sul suo conto. Accanto a lui, la grande speranza è quella di rivedere il Federico Chiesa dei tempi d’oro, quel giocatore che faceva coppia con Cristiano Ronaldo e che trascinava l’Italia alla vittoria dell’Europeo.

La lesione del legamento crociato è stato un crocevia decisivo del suo percorso, ma nella stagione attuale, al termine di un lungo calvario, sta finalmente tornando protagonista. La sensazione è però quella che possa dare ancora di più. Spesso, fin qui, è stato vittima di alcuni problemi fisici che non gli hanno permesso di rendere al top. La prudenza non è mai troppa di fronte alla sua cartella clinica, pur se il grave infortunio sia ormai, fortunatamente, solo un lontano ricordo. Chiunque è a conoscenza del suo enorme potenziale, la Juventus vuole goderselo ancora per molto tempo. Incrociando le dita, il suo talento potrà tornare decisivo in maniera continua e decisa.

Soulé: il mancino d’oro | Juventus, la formazione del futuro

Juventus, Soulé con Yildiz e Vlahovic: la formazione stellare del futuro

Bisogna ammetterlo: non solo i tifosi bianconeri, ma anche gli appassionati neutrali si stanno innamorando sempre di più del mancino d’oro di Matias Soulé. Aveva già lasciato intravedere nelle scorse stagioni sprazzi del suo talento purissimo, tutto ciò di cui necessitava era solo un minutaggio maggiore per brillare al meglio. La mossa della Juventus di girarlo in prestito secco al Frosinone è stata a dir poco visionaria.

Soulé ha il fuoco dentro: appena vent’anni, ma l’intera formazione del Frosinone si aggrappa di fatto interamente e costantemente alle sue giocate. L’arcobaleno splendido realizzato su calcio di punizione, grazie al quale la squadra ciociara ha sconfitto il Cagliari nella giornata 21 di Serie A, è l’ennesima riprova del suo potenziale. Il giovane Matias sta portando a compimento una stagione a dir poco straordinaria, la sua consacrazione è evidente. Basti pensare che, numeri alla mano (9 gol e un assist fin qui), ha doppiato mostri sacri come Leao e Immobile.

Oltre a Soulé, il Frosinone sta contrassegnando anche la rinascita di Kaio Jorge. Il centravanti brasiliano, a causa di un gravissimo infortunio al ginocchio, non ha mai avuto modo di esprimersi al meglio in bianconero. Adesso, però, la Juventus osserva compiaciuta come anche lui stia mettendo in luce il suo talento tra le fila dei ciociari. Stesso discorso per Barrenechea, un interessante metronomo a cui affidare le chiavi del centrocampo. Il futuro della Vecchia Signora, insomma, è a dir poco roseo. Ma, nella sua interezza, quale potrebbe essere la formazione di Allegri nella prossima stagione?

Juventus, la formazione del futuro: l’undici di Allegri con Soulé e Yildiz

Se già in questa stagione la Juventus sta vivendo una piacevole fase di rinascita, i prospetti per la prossima si presentano ancor più luminosi. Andrà compreso se la formazione del futuro dei bianconeri resterà legata al 3-5-2, tuttavia è lecito sognare anche un potenziale 4-2-3-1 da favola. Qualora si riesca a far coesistere i vari talenti offensivi, l’undici di Allegri potrebbe così disporsi: Szczesny tra i pali, in difesa Danilo (nel vecchio ruolo di terzino), Gatti, Bremer e Cambiaso. In mediana, nell’augurio di un rinnovo di contratto, ci sarebbe Rabiot insieme ad uno tra Locatelli e McKennie.

La zona della trequarti, in caso di ipotetico 4-2-3-1, sarebbe da urlo: Yildiz al centro, Chiesa a sinistra e Soulé a destra. Nel ruolo di centravanti, infine, ovviamente Vlahovic. Il tutto senza considerare i vari ricambi quali Djaló, Weah, Fagioli, Kostic, Milik e via dicendo. È chiaro che un undici simile, ad oggi, si presenterebbe complesso da gestire. In caso di permanenza del 3-5-2, tuttavia, le nuove stelle bianconere si ritroverebbero costrette ad alternarsi. Ecco perché, di fronte allo spettacolo offerto dai potenziali campioni del futuro, sognare è lecito. La palla passerà come sempre ad Allegri, che avrà il compito di far rendere al meglio, ancora una volta, i suoi giocatori più promettenti.

JUVENTUS (4-2-3-1): Szczesny; Danilo, Gatti, Bremer, Cambiaso; Locatelli, Rabiot; Soulé, Yildiz, Chiesa; Vlahovic. Allenatore: Massimiliano Allegri.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui