Juventus, svelate le motivazioni del CONI sul rinvio della sentenza plusvalenze

0

Arrivano delle importanti novità sulla Juventus, che fanno riferimento ad uno dei casi che più sta facendo discutere tutto il calcio italiano e non solo, ovvero quello legato alle plusvalenze. Riguardo ciò, arrivano delle novità importanti: sono state pubblicate le nuove motivazioni del Collegio di Garanzia del Coni dopo la decisione del rinvio della sentenza sulla Juventus alla Corte Federale d’Appello per una nuova valutazione. Il nuovo verdetto potrebbe arrivare entro la fine del mese di maggio, ma forse anche oltre.

Juventus, svelate le motivazioni del CONI sul rinvio della sentenza plusvalenze

Juventus, le sensazioni dopo le motivazioni sulla sentenza

Erano attese oggi le motivazioni del Collegio di Garanzia del Coni, per motivare la sentenza che decretò la riassegnazione momentanea dei 15 punti di penalizzazione alla Juventus. Motivazioni arrivate, che  indicano come l’impianto accusatorio iniziale fosse viziato nella struttura delle motivazioni. L’articolo 4 (riguardante la lealtà sportiva) resta valido. Si va quindi verso una rimodulazione della pena. Già si ipotizza un possibile ritorno al -9 iniziale richiesto dalla Procura Federale. Rimane anche la possibilità che la penalizzazione possa riguardare il prossimo campionato. Si attende la presa visione della Juventus e dei suoi legali. 

Si auspica che la decisione possa essere presa prima della fine del campionato. Stavolta magari si deciderà per davvero, avendo perso comunque la possibilità di dare alla Juventus ed alle altre squadre coinvolte indirettamente nella faccenda, un obiettivo reale su cui puntare, senza avere il retro pensiero di altri stravolgimenti dietro l’angolo. Una gestione delle situazione non proprio esemplare ma che potrebbe presto giungere verso una conclusione, stavolta (forse) definitiva. 

Juventus, svelate le motivazioni del CONI sul rinvio della sentenza plusvalenze

La Corte Federale d’Appello si riunirà con ogni probabilità entro la fine di maggio per determinare una buona sentenza, tenendo conto chiaramente dei vizi di forma evidenziati dal CONI. Una sentenza che terrà conto del criterio di afflittività, che, nel caso della Juventus, potrebbe comportare la mancata partecipazione alle coppe europee nella prossima stagione.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui