Juventus, Vlahovic e Lukaku a confronto: Allegri può gioire?

0

Il mese di febbraio non smette d’appassionare i tifosi, anche grazie allo strascico della sessione invernale di calciomercato. Tramite prestiti, acquisti e cessioni il volto delle migliori società è totalmente cambiato, raggiungendo finalmente l’assetto definitivo tanto agognato da sfoggiare all’interno dell’ambito rettangolo verde. Dunque ad attirare l’attenzione dei supporters, vi sono anche la preparazione e gli obiettivi raggiunti dai calciatori nelle ultime partite della Serie A 2023/2024. A finire sotto la lente d’ingrandimento tra le fila della Juventus, è il confronto tra Vlahovic e Lukaku: il mister Allegri può gioire del rendimento offerto dal serbo? Scopriamolo insieme.

Juventus, confronto Vlahovic-Lukaku: la risposta di Allegri

A travolgere, con l’intensità del vento gelido, i migliori club della prima divisione del campionato è stata senza dubbio la sessione invernale di calciomercato. In seguito alle ultime trattative le idee degli allenatori e dei direttori sportivi hanno preso finalmente forma e a sancito il nuovo volto della squadra. Tuttavia a rimanere una certezza per la Juventus, è ancora una volta l’ex Fiorentina. Infatti quest’ultimo, tenendo conto degli ultimi 9 confronti, ha messo a segno 10 goal. Tali statistiche in passato hanno condotto il classe 2000 fino alla Continassa. Dusan Vlahovic ha alzato così tanto l’asticella, al punto di reggere il confronto con The King.

Juventus, Vlahovic e Lukaku a confronto: Allegri può gioire?Questo risultato per la punta centrale, soprattutto dopo il continuo paragone nel corso della scorsa estate, vale doppio. Tenendo conto dei dati riportati da Sofascore è inevitabile non notare una certa differenza: l’orgoglio di Belgrado può vantare 15 centri, 4 assist, il 19%  di realizzazioni e il 5,30 di tocchi in area avversaria. Invece il belga si distingue per 21 partite giocate dall’inizio, 9 centri e il 2.00 di reti a partita. Ma a segnare un netto solco tra i due bomber è la rapidità con cui  il serbo mette in difficoltà gli estremi difensori: una realizzazione ogni 106’ a discapito del 209’ dell’ex Inter. Dunque, a conti fatti, il mister Massimiliano Allegri può essere orgoglioso d’aver tale giocatore nella sua rosa.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui