Klopp-Liverpool, la fine di un’era: l’annuncio del tecnico tedesco

0

Una notizia arrivata come un fulmine a ciel sereno quella diffusa pochi minuti fa attraverso il sito ufficiale del club: Jürgen Klopp lascerà la panchina del Liverpool a fine stagione. Un annuncio inaspettato quello dell’allenatore tedesco che dopo ben 9 anni è pronto a chiudere un capitolo importante della sua carriera. Come spiegato dallo stesso Klopp sul video pubblicato dai Reds, la decisione è stata presa perché a corto di energie, ribadendo comunque il suo grande amore per i calciatori, il club e i tifosi. Giunge al capolinea un’era iniziata nell’ottobre 2015. Un’era nella quale l’ex tecnico del Borussia Dortmund è riuscito a portare il Liverpool fino al tetto d’Europa e del mondo, lasciando un segno indelebile nella storia del club inglese.

Klopp annuncia l’addio al Liverpool: la fine di una grande era

Approdato in uno dei momenti più difficili della storia dei Reds, Jürgen Klopp è riuscito a valorizzare l’organico a disposizione portandolo alla vittoria di diversi trofei. Ci è voluto tempo per permettere al Liverpool di tornare ad essere visto come un club blasonato e da rispettare. Se il primo anno ha visto la squadra dover cedere per ben due volte in finale di Coppa di Lega e di Europa League, con il passare delle stagioni il tecnico tedesco è riuscito a dare una chiara impronta fino a battagliare per il campionato con le altre big di Premier

Campionato che nella bacheca del Liverpool mancava da oltre 30 anni, e che l’ex Magonza è riuscito portare a casa guadagnando ben 99 punti, con un distacco di 18 punti dal City secondo. Da non dimenticare, inoltre, è anche la Champions League vinta 2-0 in finale contro il Tottenham. Una finale raggiunta dopo la clamorosa rimonta impartita al Barcellona in una delle partite più belle della storia dei Reds

In nove anni sulla panchina del Liverpool, l’allenatore teutonico è riuscito ad alzare al cielo ben sette trofei. Trofei che sarebbero potuti essere di più considerando anche le due finali di Coppa dei Campioni perse. Ora, però, Klopp ha la possibilità di aggiungere in bacheca altre coppe da qui fino al termine della stagione. I Reds, infatti, sono in piena corsa per il titolo in Premier League, e a febbraio si giocheranno contro il Chelsea la finale di Carabao Cup. Da provare a portare a casa è anche la FA Cup vinta l’ultima volta nella stagione 2021/22, mentre in Europa League la compagine inglese parte con i favori del pronostico per arrivare fino in fondo nella competizione.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui