Kostic-Juventus: la permanenza del serbo non sembra più così certa

0

In attesa della fondamentale gara di questo pomeriggio contro l’Hellas Verona, la Juventus inizia già a pensare al futuro. Con la corsa Scudetto giunta al capolinea complice l’ampia distanza dalla capolista Inter e la qualificazione in Champions League in tasca -a meno di clamorosi colpi di scena- Madama deve fare i conti non solo con i possibili obiettivi della prossima estate, ma anche con le uscite. Diversi calciatori, infatti, stanno rendendo meno di quanto ci si potesse aspettare. Uno di questi è Filip Kostic che come riportato dal giornalista di Goal.com Romeo Agresti sul proprio canale YouTube, potrebbe dire addio alla Juventus.

Kostic-Juventus: da calciatore imprescindibile alla possibile cessione

Uno dei più positivi nella travagliata scorsa stagione, Filip Kostic al momento, non è riuscito a ripetersi. Nel 3-5-2 disegnato da Massimiliano Allegri nell’annata passata, il serbo per caratteristiche e posizione in campo è diventato un calciatore imprescindibile. Ne sono una dimostrazione le 53 presenze collezionate nella stagione 2022/23 tali da renderlo uno degli stacanovisti della rosa bianconera. Numeri questi ai quali si aggiungono anche i 3 gol e ben 10 assist messi a referto. Nonostante ciò, uno dei limiti dell’ex Eintracht Francoforte ha a che vedere con il suo posizionamento sul rettangolo di gioco.

Il classe ’92, infatti, garantisce corsa e dinamismo sulla sinistra, ma per le sue caratteristiche, non potrebbe essere adatto a giocare come terzino in una difesa a 4, e nemmeno come esterno alto in un tridente offensivo. Motivi questi, per i quali già nell’ultima sessione estiva di mercato, la dirigenza piemontese considerava il calciatore uno dei “sacrificabili”. Secondo alcuni rumors di mercato, sul serbo si sono registrate sirene provenienti dall’Arabia Saudita, dalla Bundesliga e soprattutto dalla Premier con il West Ham seriamente interessato ad aggiudicarsi il suo cartellino.

Nonostante i forti interessamenti da parte di diversi club, la società ha deciso di puntare sul serbo anche nell’annata corrente non ricevendo però gli stessi risultati della passata stagione. In quell’attuale, infatti, al n°11 sono stati preferiti giocatori con caratteristiche diverse come Cambiaso o addirittura Iling-Junior, relegandolo in panchina proprio come nella sconfitta dell’ultima giornata contro l’Udinese. Insomma, la permanenza del serbo all’ombra della Mole pare non essere più così certa!

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui