La Juventus deve credere allo Scudetto? Le parole di Szczesny lanciano un segnale importante

0

Il gol firmato da Adrien Rabiot nel big match di ieri sera contro la Roma, ha regalato tre punti d’oro alla Juventus. Sicuramente la maniera migliore per chiudere un 2023 complicato sponda bianconera, battendo all’Allianz Stadium una delle grandi rivali storiche. Una vittoria che visto il mezzo passo falso dell’Inter in casa del Genoa, trascina la Vecchia Signora a soli due punti di distanza dalla vetta mantenendo aperta la lotta Scudetto. Nonostante una rosa qualitativamente inferiore rispetto a qualche anno fa, e nonostante un tipo di calcio di certo non spettacolare, la compagine piemontese è lì, pronta a dare filo da torcere fino alla fine alla Beneamata. Credere al titolo è ancora pura utopia? Sul tema Scudetto è intervenuto nel post partita il portiere della Juventus Szczesny.

Szczesny tratta il tema Scudetto: “La Juventus può crederci, ma bisogna migliorare”

Se il gioco lascia parecchio a desiderare, ciò che sicuramente sta trascinando la Juventus in questo girone d’andata sono il cinismo e la solidità difensiva. Una difesa che non vede più spiccare il trio Barzagli-Bonucci-Chiellini, ma che rimane la seconda migliore del campionato. A questo proposito, grandi meriti devono essere attribuiti a SzczesnyTek -come viene chiamato da compagni e tifosi- ha tolto le castagne dal fuoco diverse volte nell’annata attuale dimostrando di essere uno dei punti fermi della rosa bianconera. Un calciatore che nel corso degli anni, ha acquisito anche una certa leadership dentro e fuori dal rettangolo di gioco.

Intervenuto ieri ai microfoni di DAZN, l’estremo difensore polacco ha toccato la questione Scudetto: Abbiamo fatto un ottimo girone d’andata e manca ancora una partita. Possiamo arrivare a 46 punti e sarebbe sicuramente un grande risultato, ma non dobbiamo accontentarci. Avevamo l’obiettivo della zona Champions e ora possiamo sognare lo Scudetto. Non possiamo scappare dalla responsabilità di essere alla Juve e quindi dobbiamo sempre sognare di lottare per i massimi obiettivi”.

L’ex portiere tra le altre di Arsenal e Roma, è soddisfatto del gruppo che si è venuto a creare, ma ha anche avvertito su cosa bisogna ancora migliorare: “A me piace la rosa della Juve, la qualità dei singoli c’è e lo spirito anche. Questo gruppo è fantastico ed ha fame. C’è la voglia di tornare subito a vincere, e sentiamo questa responsabilità. Per quanto riguarda il gioco c’è ancora tanto da migliorare. Non mi aspetto una Juventus che mantenga il dominio territoriale perché la nostra base è quella di essere compatti e sfruttare gli episodi. Dobbiamo migliorare in fase offensiva, sfruttando al massimo le caratteristiche dei giocatori che abbiamo davanti perché hanno il potenziale per segnare tanti goal in stagione. Per sognare lo Scudetto dobbiamo fare di più perché in questo momento non siamo ancora pronti“.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui