La Juventus fa All-in su Carlos Alcaraz: un nuovo Vidal per Allegri

0

Carlos Alcaraz è la nuova scommessa di calciomercato del pacchetto societario griffato Juventus, approdato in bianconero nel corso dell’ultima sessione invernale di acquisti e cessioni in prestito dal Southampton. Si tratta di un classe 2002 promettente che vanta già una buona esperienza internazionale essendo passato sia dalla Premier League che dalla Championship più recentemente. Le sue qualità sono decisamente indubbie. Stesse che ricordano per alcuni versi il primo Arturo Vidal acquistato proprio da Madama nell’estate del 2011 dai tedeschi del Bayer Leverkusen.

Le gesta incredibili raccolte dal numero 23 con la casacca dei bianconeri nei totali cinque anni di legame sono rimaste indelebili. Motivo per il quale ci sarebbe molta fiducia attorno al profilo del giovanissimo argentino Alcaraz. Da sottolineare, anche, che oltre alle caratteristiche sul terreno di gioco il gioiello della Juventus ricorda l’ex campionissimo cileno anche sotto il punto di vista estetico. Con l’indimenticabile ed iconica cresta mora come protagonista del suo aspetto.

Caratteristiche e punti di forza di Carlos Alcaraz: Juventus in studio

Similitudini a parte, il nuovo numero 26 della Vecchia Signora ha dimostrato nei pochi anni di carriera portati a termine finora di essere un centrocampista completo. Capace di svariare dalla mediana fino alla trequarti grazie alle sue innati doti da recupera palloni e finalizzatore. Anche le decisioni di passaggio di Alcaraz sono eccellenti. Stesse che lo consolidano come pericolo numero uno per le difese avversarie in quanto assolutamente in grado di spedire a tu per tu con il portiere i propri compagni d’attacco. Frutto di una visione di gioco davvero esperta nonostante l’età anagrafica dica che sia ancora un calciatore incompiuto.

La Juventus fa All-in su Carlos Alcaraz: un nuovo Vidal per Allegri
Carlos Alcaraz, centrocampista Juventus

Anche la prestanza fisica del ragazzo non è affatto male. Alto un metro e ottantatré e munito di un buon fisico per avere solamente 21 anni, l’ex Southampton fa dei suoi centimetri un punto di forza anche nel cuore dell’area di rigore avversaria. Risultando efficace sotto porta. La conclusione da lontano ben forte e piazzata è uno dei suoi punti di forza principali. La maggior parte dei gol arrivati finora in carriera sono frutto di tiri pericolosi dalla distanza. A dimostrazione del fatto che Alcaraz sia una pedina fondamentale sia di fronte alla difesa che a pochi metri dall’area di rigore avversaria.

Dove tutto è cominciato: il Racing Club scopre Alcaraz

Concentrandosi, invece, sul suo percorso calcistico fino ad ora, l’argentino ha iniziato a solcare i campi da gioco fin da bambino nelle accademie locali di La Plata. Città nella quale è nato. Fin da subito si era capito che Carlos potesse avere delle qualità importanti. Il primo team ad accorgersene è stato il Racing Club, sempre in Argentina. I biancocelesti, ex squadra per la quale ha militato anche Lautaro Martinez tra gli altri, l’hanno formato nel corso degli anni nelle giovanili.

Partendo dall’Under 20 e arrivando con dedizione fino alla prima squadra passando per la formazione “B” societaria. Nel gennaio del 2020 è arrivato il suo primo vero e proprio ufficiale nella rosa principale allenata dall’allora tecnico Sebastian Beccacece. Riuscendo a strappare in poco tempo sempre più presenze e minuti tra i titolari. I numeri della prima stagione ufficiale tra i professionisti sono decisamente incoraggianti. Sedici presenze complessive tra le varie competizioni condite persino da 2 reti, una in Copa Superliga e l’altra in Copa Maradona, ed 1 assist per i propri compagni.

Il primo trofeo non si scorda mai: Carlos ha la stoffa del campione

Nella stessa stagione, quella 2019/20, il tecnico del Racing Club decide di provarlo in diverse posizioni. Facendo addirittura scendere sul terreno di gioco in quattro occasioni da attaccante, composte da due volte come ala sinistra e due da prima punta. Con l’aumentare dell’esperienza in prima squadra, iniziano a diventare sempre più importanti le presenze e le prestazioni. Anche il ruolo, quello da centrocampista, prende sempre più piede nella quotidianità di Alcaraz in mezzo al campo. La stagione 2020/21 viene conclusa con venticinque presenze, tutte per lo più da mezz’ala destra.

La Juventus fa All-in su Carlos Alcaraz: un nuovo Vidal per Allegri
Alcaraz, ex centrocampista Racing Club

E rese ancora più uniche dall’apporto offensivo di 1 gol e 2 assist. Nonostante un avvio di anno macchiato da un brusco strappo muscolare, quello successivo è stato colui che ha rivelato al mondo intero le immense qualità del calciatore classe 2002. Arrivare a metà del 2022 con un pacchetto di quarantadue presenze con il Racing Club tra campionato e coppe più un bottino unico di 9 reti e 2 assist da centrale di centrocampo non è cosa che si può ammirare tutti i giorni. Inolte, nella stessa stagione il nuovo numero 26 della Juventus Carlos Alcaraz ha alzato al cielo il suo primo trofeo da professionista. Il Trofeo de Campeones 2021/22.

Dal Sudamerica all’Europa: arriva la chiamata del Southampton

Le carte in tavola per affrontare un passo in avanti e uscire dalle barriere sudamericane affaciandosi al mondo del calcio europeo c’erano tutte. Motivo per il quale, nel gennaio dello scorso 2023 il Southampton direttamente dalla Premier League decide di acquistarlo a titolo definitivo con un corrispettivo oneroso di ben 14 milioni di euro. Il tecnico dei Saints ha deciso di inserirlo fin da subito negli schemi della squadra, in piena lotta per non retrocedere. Dandogli titolarità fissa nel giro di qualche uscita di campionato. Utilizzato per ricoprire vesti un pò più offensive, l’argentino ha avuto modo di sperimentare il ruolo di trequartista per la maggiore. Andando a siglare 4 reti e 2 assist nella metà di stagione di presentazione al mondo europeo con la casacca del Southampton.

La Juventus fa All-in su Carlos Alcaraz: un nuovo Vidal per Allegri
Carlos Alcaraz, Southampton

Purtroppo i biancorossi non sono riusciti a rimanere nella massima lega inglese e, assieme al club, il centrocampista è sceso nella realtà cadetta della Championship. Fino a qualche settimana fa, con la truppa di mister Russell Martin il classe 2002 ha avuto modo di essere uno dei perni della squadra. Come evidenziato anche dalle ventisei presenze raccolte in tutte le competizioni nazionali da settembre a dicembre. Ulteriori 4 gol e 3 assist sono stati la cornice di un quadro dalle alte ambizioni. Non a caso nel corso del calciomercato di gennaio è arrivata la chiamata sicura della Juventus, stessa che avrebbe rivisto in Carlos Alcaraz la giusta stoffa del fuoriclasse.

Allegri porta Carlos Alcaraz alla Juventus: un prestito oneroso

L’investimento per il futuro è stato frutto di una attenta valutazione dell’allenatore toscano Massimiliano Allegri in tandem con le qualità da scruta-talenti del direttore tecnico Cristiano Giuntoli. L’acquisto è stato chiuso con la formula del prestito breve. Alla fine del quale i bianconeri per mantenerlo a Torino dovranno sborsare un compenso economico che oscilla tra i 35 e i 45 milioni di euro. Una spesa decisamente onerosa. Se le prestazioni nei prossimi mesi del giovane giocatore con la casacca di Madama saranno degne delle aspettative allora molto probabilmente la Juventus deciderà di riscattarlo e proporgli una titolarità sempre più continua.

Ad oggi Alcaraz ha completato solo due apparizioni in campo con i trentotto volte scudettati, ambedue dalla panchina. Dimostrandosi pronto alla nuova realtà. Passare nel giro di un anno e mezzo dal Racing Club ad una delle formazioni più titolate al mondo non è semplice in realtà. Staremo a vedere se le qualità del nuovo numero 26 possano davvero colpire mister Allegri e l’intero panorama della Serie A, campionato sempre più ostico.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui