La lettera degli eroi dei Mondiali 82: “Le storie belle non finiscono mai”

0

11 luglio 1982: l’Italia torna sul tetto del mondo nonostante svariate complicazioni sconfitte grazie ad uno spirito di squadra che solo gli italiani possono interpretare. La semifinale con il Brasile, il tris di Pablito Rossi e l’urlo di Tardelli contro la Germania rimarranno per sempre negli occhi di tutti i tifosi. 39 anni dopo gli azzurri hanno di nuovo la possibilità di scrivere un pezzo di storia con la stessa “cazzimma” di quel Mundial. Proprio i protagonisti dei Mondiali 82 hanno scritto una lettera ai ragazzi di Mancini.  

La lettera degli eroi dei Mondiali 82

“Azzurri. 

In queste settimane abbiamo rivisto in voi tanto, tantissimo di noi e della nostra storia, sportiva ed umana. Nel vostro coraggio, nella vostra passione, nel vostro senso di appartenenza, nel vostro slancio in avanti dopo un periodo difficile, ci siamo ritrovati. 
Le storie belle non si dimenticano mai perché non finiscono mai; diventano emozioni che rimangono nel tempo, ricordi che si rafforzano, passando di cuore in cuore, di memoria in memoria. Sarà così anche per voi. 

Comunque vada. 

Grazie per averci fatto rivivere tutto questo, per averci fatto sentire, ancora una volta, giovani e senza paura e per aver dimostrato che dentro ogni italiano c’è una forza profonda, grande, e spesso imprevedibile, che nei momenti difficili esplode e rende possibili anche le imprese che non lo sembrano. 

Osate sempre, sognate il futuro che potete costruire. 

E adesso andate a Londra, scendete su quel campo e date il massimo come avete sempre fatto… le storie belle non finiscono mai! 

Forza ragazzi”. 

1 Dino Zoff, 2 Franco Baresi, 3 Beppe Bergomi, 4 Antonio Cabrini, 5 Fulvio Collovati, 6 Claudio Gentile, 7 Gaetano Scirea-Mariella, 8 Pietro Vierchowod, 9 Giancarlo Antognoni, 10 Beppe Dossena, 11 Gian Piero Marini, 12 Ivano Bordon, 13 Lele Oriali, 14 Marco Tardelli, 15 Franco Causio, 16 Bruno Conti, 17 Daniele Massaro, 18 Alessandro Altobelli, 19 Ciccio Graziani, 20 Paolo Rossi-Federica, 21 Franco Selvaggi, 22 Giovanni Galli, C.T. Enzo Bearzot-Cinzia, All. in seconda Cesare Maldini-Paolo. 

Firmano tutti, anche coloro che purtroppo non sono più con noi. Un blocco unico che ha saputo superare mille difficoltà, un po’ come la nostra nazionale attuale, dal mancato mondiale del 2018 alla crisi Covid. Ora però è tempo di risorgere, di far capire a tutti che l’Italia è tornata, sia in campo che fuori. Forza Azzurri! 

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui