La rinascita di Calhanoglu: l’arma in più del Milan

0

Dopo il lockdown il Milan ha avuto una forte crescita. Tra i fattori determinanti c’è stata sicuramente la rinascita di Calhanoglu, che appare solo come un lontano parente di quello visto fino alla reclusione forzata. Dalla ripresa del campionato, infatti, su 15 partite giocate ha messo a segno 9 gol e 10 assist. Statistiche degne dei migliori al mondo. Anche nell’ultima gara di Europa League contro il Bodo Glimt, il turco è stato decisivo con una doppietta e un meraviglioso assist.

La rinascita di Calhanoglu: l'arma in più del Milan

La rinascita di Calhanoglu: da dove deriva?

Alcuni giocatori sentono la pressione più di altri, e questo potrebbe essere anche il caso del turco, che si ritrova a giocare divinamente, ma in uno stadio vuoto. Non possiamo sapere se è dovuto al caso o se sia un fattore fondamentale, il dato di fatto è però questo. Non tutti sanno reggere i fischi, e il Milan in questi anni ne ha sentiti parecchi, ecco che magari l’assenza di pubblico lo fa giocare con la mente più libera. Altro fattore decisivo è il cambiamento di posizione: non più largo ma dietro le punte. Qui appare molto più a suo agio, più libero tatticamente e dove la sua tecnica può esplodere, senza dover gestire la sua mancanza di passo per giocare più defilato. Non dimentichiamo poi il fattore Ibrahimovic, giocare alle spalle di un grande attaccante è sicuramente più facile. Con lo svedese tutta la squadra sembra aver assunto più personalità, e potrebbe essere stato determinante anche per Calhanoglu.

Da criticato a osannato

Abbiamo tutti bene in mente i fischi e le critiche ricevute da Calhanoglu, nonostante questo, ogni allenatore lo faceva giocare. Per molti era per mancanza di alternative, la realtà è che è sempre stato un giocatore dalla tecnica sopraffina, inserito in una squadra che però non girava. Ora il Milan gira, e il turco anche, e sta facendo esplodere tutte le sue doti. I fischi sono diventati applausi, anche se virtuali per ora, e la speranza è che mantenga questi standard altissimi. 

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui