Lazio, è fumata nera per il rinnovo di Kamada: addio ad un passo

0

La Lazio, attivissima in queste prime fasi di mercato dove ha già chiuso il colpo Tchouana e sta seguendo con attenzione anche Noslin dell’Hellas Verona, registra però un problema in mediana, dove il rinnovo di Kamada dato per certo, sembra essere clamorosamente sfumato

Il giapponese, rivitalizzato completamente nei due mesi di gestione di Igor Tudor, e convinto per la centralità col tecnico croato di rimanere a Formello, infatti non ha siglato l’accordo per il prolungamento del contratto. Dato che la clausola è scaduta a mezzanotte, il calciatore sembra fuori dunque dalla Lazio, a meno di nuovi ribaltamenti di scena. 

Lazio, è fumata nera per il rinnovo di Kamada: addio ad un passo

La riunione fiume nel tardo pomeriggio e nella serata di ieri non ha sbloccato la situazione. 

E ora, in caso di nuovo accordo vista l’importanza dell’ex Eintracht per l’allenatore biancoceleste, non ci sarebbero più i benefici del decreto crescita. Ergo lo stipendio del giapponese costerebbe alla Lazio il 35-40% in più a bilancio. 

Kamada-Lazio, il valore della clausola rescissoria alla base del mancato rinnovo

Alla base del mancato accordo tra le parti sembra esserci il valore della clausola rescissoria all’interno del contratto. Il calciatore coi suoi agenti volevano infatti un prezzo sui 10 milioni di euro visto anche l’arrivo un anno fa a costo zero e il venire incontro alla Lazio firmando per più anni, mentre Lotito e Fabiani la accettavano si, ma sui 20 milioni. 

Questa netta discrepanza sul valore della clausola sembra essere dunque il motivo della mancata pec di ritorno con la firma sul rinnovo. Nonostante la volontà del calciatore nipponico e le parole del patron biancoceleste, l’accordo è dunque sfumato

Lazio, è fumata nera per il rinnovo di Kamada: addio ad un passo

In attesa di una possibile reazione, con un’intesa tardiva tra le parti vediamo le altre opzioni per il futuro di Kamada. Tra le varie possibilità ci sono quella di un ritorno in Bundesliga, e quella di un approdo al Crystal Palace del suo ex allenatore Glasner. 

Proprio il forte interessamento degli inglesi negli ultimi giorni può essere alla base di un ripensamento da parte del giocatore. Si parla anche di un possibile interesse della Roma, ma al momento non c’è nulla di concreto. 

 

 

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui