Lazio-Milan (0-1), Pioli: «Non posso contraddire le parole della società»

0

Il Milan lotta, suda e vince nel finale 0-1 contro la Lazio grazie alla zampata di Okafor, mandato da Pioli in campo nel secondo tempo. Per il tecnico rossonero, che ha poi parlato nel post gara, una vittoria meritata, difficile e importante. 

Pioli su Lazio-Milan (0-1): «Inizio difficile, poi abbiamo sfruttato gli errori della Lazio »

Il gol di Okafor nel finale di Lazio-Milan regala un po’ di ossigeno a Stefano Pioli dopo una settimana difficile. Un gol di una tale importanza per i rossoneri, che adesso sono vicini alla Juventus e attendono la sfida di Europa League. Nel post partita non poteva mancare il commento del tecnico rossonero sulla vittoria dell’Olimpico. 

Pioli ha analizzato così la partita contro la sua ex squadra: «Certamente é stata una partita difficile, nervosa anche. Nel primo tempo abbiamo avuto poco ritmo e dovevamo far girare più velocemente la palla e cercare la profondità. Una partita equilibrata con poche occasioni, ma nel secondo tempo siamo partiti meglio sfruttando poi gli errori della Lazio».

Sulle polemiche per l’espulsione di Luca Pellegrini Invece ha risposto così: «La palla stava per uscire, così lui (Sarri) mi ha detto. Però l’arbitro non ha fermato il gioco, come prevede il regolamento se un calciatore viene colpito alla testa. Pulisic ha preso solo la palla, però Pellegrini ha fatto fallo. Perché dovevamo fermarci noi? Casomai era il giocatore della Lazio che avrebbe dovuto buttare fuori il pallone o l’arbitro avrebbe dovuto fischiare prima».

L’analisi tattica del primo tempo viene esposta così da Pioli: «Sì, secondo me nel primo tempo puntavamo ad aprire le mezzali e trovare la superiorità numerica per chiuderli e poi magari cercare la profondità. A sinistra Ruben ha avuto difficoltà e quindi abbiamo sofferto. È chiaro che con la superiorità numerica e quindi ho azzardato con le due punte con Ruben dietro. Abbiamo le caratteristiche per essere pericolosi»

Il fatto di non aver subito gol nella serata dell’Olimpico può essere sintomo di miglioramento in corso. Pioli si gode i suoi ragazzi: «Sì sono d’accordo che sono dati importanti, perché nelle trasferte avevamo subito molti gol, perché puniti alla prima occasioni. Abbiamo la qualità sia da chi entra che da chi inizia. È un gruppo che lavora bene e la loro professionalità sta portando i risultati»

Su Leao poche, ma importanti parole: «Sì, ma hanno ragione che l’abbiamo trovato poco. Theo doveva servirlo di più sulla fascia. È sempre stato pronto per farsi trovare in attacco e provare a colpire».

Ritornando nuovamente a parlare di obbiettivi Pioli non si smuove: «L’obbiettivo è confermare o migliorare il terzo posto. Può essere importante allungare per mettere pressione sia a chi sta dietro che alla Juventus. Adesso però c’è lo Slavia Praga, che è tosto e dobbiamo essere pronti». 

In settimana le parole di Cardinale sembravano aver scosso l’ambiente, perché sottolineava la delusione per la mancata lotta allo scudetto e la Champions. Pioli ha risposto così: «Vivo con grande concentrazione. Abbiamo delle partite prestigiose e ce la giocheremo per migliorare la stagione. È chiaro che è inutile adesso discutere le parole della società». 

E aggiunge: «I nostri risultati negativi e positivi saranno dettati anche dalla qualità di quello che si vedrà. È un grande gruppo con tanti nuovi, c’è sintonia e si lavora bene. Se perderemo sarà perché c’è qualcuno più forte di noi, non per mancanza di qualità»

Su Ibrahimovic in dirigenza: «Adesso è strano. È stato giocatore e compagno, ma si sta calando con grande passione in questo ruolo. Averlo vicino fa solo piacere».

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui