Le pagelle di Atalanta-Torino (3-0): continua a volare la Dea!

0

Riportiamo le pagelle del match tra Atalanta e Torino. Al Gewiss Stadium i bergamaschi, nonostante fossero già qualificati, vincono e dominano contro i granata allenati da Juric. Nelle prossime ore si aspetta la decisione, dopo il colloquio, sia di Percassi che di Gasperini, tutta Bergamo spera, ovviamente, il proseguo di questo rapporto che ha portato tantissime soddisfazioni a tutta la città lombarda. Per i granata, con molta probabilità, si chiude il ciclo (decisamente positivo) di Ivan Juric.

Le pagelle di Atalanta-Torino 

Prima delle pagelle dei giocatori e degli allenatori di Atalanta e Torino riportiamo quella del direttore di gara.

Arbitro: Sozza 6,5 – Gestisce una partita molto fisica tra due squadre che fanno dell’intensità un mantra.

Pagelle Atalanta 

Carnesecchi 6 – Si fa trovare pronto su un’incornata ravvicinata di Zapata, attento sulle uscite alte (86′ Rossi s.v.).

Toloi 6,5 – Il capitano di quest’Atalanta torna titolare e gioca una partita di assoluto livello, si stacca da braccetto come ai bei tempi per spingersi in avanti.

Scalvini 6,5 – Causa infortuni non ha vissuto una stagione pulitissima, nonostante tutto rimane uno dei pilastri di questa squadra. 

Djmsiti 6,5 – Un altro fedelissimo del Gasp, sempre attento quando deve raddoppiare Zapata. Gli concedono la standing ovation (62′ Hien 6 – Spende nel modo giusto un cartellino giallo).

Holm 6 – Ritorna dopo un infortunio che lo ha tenuto ai box per più di un mese, prestazione solida che serve più che altro per prendersi gli applausi del pubblico (62′ Ruggeri 6 – Difende il vantaggio con disciplina).

Pasalic 7 – Da questa stagione ha tirato fuori l’ennesima qualità, i calci di rigore. Dopo gli inserimenti ora il croato si rende un fattore sui piazzati

Koopmeiners 6,5 – Si ricorda bene come si gioca nei due di centrocampo, dopo i grandi sforzi fisici in finale di Europa League oggi si limita a gestire.

Zappacosta 6 – Specialmente nel primo tempo punta il suo uomo di riferimento, non crea grandi pericoli per Gemello.

De Ketelaere 7 – Ennesimo bonus in una stagione semplicemente clamorosa per il talento belga. Standing ovation al momento della sostituzione (73′ Miranchuk 6 – Qualche spunto ma niente di che).

Lookman 7,5 – L’eroe di Dublino timbra anche stasera, si vede pure annullato un goal per fallo in attacca di Scamacca su Ilic.

Scamacca 7 – Ennesimo goal balisticamente clamoroso dell’attaccante nerazzurro, anche lui come CDK esce tra gli applausi di tutto il Gewiss (74′ Toure 6 – Stagione complicata causa infortunio, prova a togliersi lo sfizio del goal ma non riesce).

Allenatore: Gasperini 7 – Meglio di cosi non poteva chiudere la stagione, dominio totale e tre goal per celebrare un’annata storica.

Pagelle Torino 

Gemello 5 – A poche ore dall’inizio dal match scopre di essere titolare a causa del ko di Vanja, sul secondo goal commette un errore grave.

Tameze 4,5 – Disastroso in una gara da ex, il rigore del 3-0 è una follia inspiegabile per un giocatore di Serie A come lui (72′ Lovato 5,5 – Anche lui partita da ex, limita i danni).

Buongiorno 5,5 – L’unico che prova a tenere su la baracca, sul goal di Scamacca non ci può fare praticamente niente. 

Masina 5 – Come tutti i suoi compagni gioca una pessima partita, soffre tremendamente la velocità e la tecnica sopraffina dei giocatori bergamaschi.

Bellanova 6 – Insieme a Buongiorno l’unico che ci prova sempre, da qualche sua discesa nascono gli unici pericoli per l’Atalanta (72′ Lazaro 5,5 – Fatica a limitare gli avversari).

Linetty 5 – Corre e lotta per provare a portare il Toro di Juric in Europa, quando si rende conto di predicare nel deserto molla anche lui come gli altri (85′ Savva s.v.).

Ricci 5 – Celebra nel peggiore dei modi la fresca pre convocazione per l’Europeo che partirà il 14 giugno, non riesce a reagire.

Ilic 5,5 – Dopo il secondo goal limita completamente il raggio d’azione e prova a tenere botta per non fare esondare l’onda nerazzurra. 

Vojvoda 5 – Dal suo lato non spingono particolarmente i giocatori atalantini, proprio per questo ci si aspettava più intraprendenza dal suo lato.

Zapata 5,5 – Si trova a combattere contro tre giganti che spuntano da tutte le parti, il suo colpo di testa è l’unica azione pericolosa di tutta la partita (85′ Okereke s.v.).

Pellegri 4,5 – Prestazione semplicemente disastrosa, basti dire che sbaglia tutto quello che poteva sbagliare (65′ Sanabria 5,5 – Prova quantomeno a sgomitare).

Allenatore: Juric 5,5 – Chiude il suo ciclo (decisamente positivo) nel peggiore dei modi, l’impressione è che li in mezzo ci credesse solo lui al sogno europeo, sogno ancora possibile grazie alla Fiorentina.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui