Le pagelle di Barcellona-Napoli (3-1): Insigne non basta

0

Analizziamo insieme le pagelle del match di Champions League tra Barcellona e Napoli, che si è concluso 3-1 per la squadra di casa, risultato che ha determinato l’eliminazione della squadra di Gattuso dalla massima competizione europea.

Il Barcellona, in piena emergenza di organico con soli 13 giocatori titolari disponibili e molti ragazzi della squadra B in panchina, massimizza il risultato dell’andata e riesce ad approfittare delle difficoltà del Napoli. Il club blaugrana, inoltre, ottiene l’ennesima qualificazione ai quarti di Champions, obiettivo sempre raggiunto dalla stagione 2007-2008.

Il Napoli, invece, gioca una partita negativa soprattutto in fase difensiva con la coppia Koulibaly-Manolas incapace di gestire le scorribande di Messi e Suarez. Anche in attacco, escluso il solito Insigne, dimostra di essere poco cattivo, non riuscendo a rendersi particolarmente pericoloso. Gattuso non sarà soddisfatto sicuramente dalla poca grinta espressa dai suoi, anche se la voglia di fare c’è stata ma non è bastata a superare il Barcellona al Camp Nou.

Arbitro: Cakir 4 – Prestazione molto negativa, non nota una palese irregolarità sul gol di Lenglet, caratterizzato da un evidente fallo del difensore francese. Incredibile anche la svista in tempo reale sul fallo di Koulibaly su Messi. Un arbitro del suo livello avrebbe dovuto essere più attento e punirlo anche senza assistenza del VAR.

Pagelle Barcellona 

Ter Stegen 6 – Ottima qualità con i piedi e si vede quando riesce a mandare a vuoto il pressing di Mertens. Escluso il rigore, su cui non riesce ad intervenire, non ci sono parate da segnalare.

Semedo 6,5 – Padrone indiscusso della propria fascia. Arriva spesso sul fondo, risultando più importante in proiezione offensiva che in fase difensiva.

Piqué 7 – Ottima gara. Attento ad intervenire quando serve per evitare guai. Nella ripresa tiene benissimo la posizione, anticipando gli avversari.

Lenglet 7 – Il suo gol (probabilmente aiutato da una spinta) mette in discesa la partita per il Barcellona. Attento e fondamentale anche in fase difensiva, dove mura più di una conclusione.

Jordi Alba 6,5 – Utilissimo nelle due fasi, chiude sempre perfettamente sulla fascia e in zona d’attacco dà il suo solito contributo. Alla distanza da segni di stanchezza.

Sergi Roberto 6 – Svolge il compito fondamentale di coprire la posizione lasciata libera da Semedo quando parte in proiezione offensiva.

De Jong 7 – Si mette in cabina di regia e fa bene in entrambe le fasi. Gestisce il possesso, servendo anche ottimi assist, intercetta i passaggi del Napoli e chiude tutte le linee possibili. 

Rakitic 6,5 – Ottimo lavoro di recupero palla. Inoltre, aiuta la linea difensiva quando va in affanno.

Messi 7,5 – Inarrestabile questa sera. Mette a segno un gol spettacolare, quasi in caduta, e si procura, di astuzia, un rigore. Nel resto della partita commette zero errori e riesce sempre a saltare il diretto avversario.

Suarez 7 – Combatte con gli avversari e trasforma con freddezza il rigore che vale il terzo gol del Barça (90′ Junior Firpo – s.v.).

Griezmann 7 –  Importantissima e perfettamente riuscita la marcatura su Demme per disturbare la costruzione del Napoli. Partita tatticamente perfetta, attento in entrambe le fasi (84′ Monchu – s.v.).

Allenatore: Setién 7 – Per provare a mettere a tacere le critiche, era necessario vincere e lui non ha fallito l’obiettivo. Sicuramente può essere soddisfatto, la qualificazione è stata ottenuta in un solo quarto d’ora.

Pagelle Napoli 

Ospina 5,5 – Sui gol blaugrana non ha responsabilità. Serata complessa, Messi e compagni trovano poca resistenza e spesso riescono ad arrivare dalle sue parti.

Di Lorenzo 5,5 – Dalle sue parti c’è Griezmann, che gli complica molto il lavoro. Tuttavia, l’esterno partenopeo cerca di dare il suo contributo.

Manolas 5 – In difficoltà come tutta la retroguardia del Napoli. Soffre le giocate di alta qualità degli attaccanti del Barca. Grossa pecca non assistere in alcun modo il compagno di reparto.

Koulibaly 4,5 – Primo tempo pessimo. Anche lui in affanno su Messi, che lo salta facilmente in occasione del 2-0. Inoltre, è sempre lui ad abbattere la Pulce regalando il rigore che porta il risultato sul 3-0. Serata da dimenticare.

Mario Rui 5 – Come i colleghi di reparto, in grossissima difficoltà. Nel secondo tempo migliora leggermente come tutta la squadra.

Fabian 5 – Lo spagnolo è in serata no, risulta lento e soffre tremendamente le transizioni veloci dei padroni di casa (79′ Elmas – s.v.).

Demme 5 – Non riesce in alcun modo a svolgere il suo solito lavoro di filtro in mezzo al campo. In costante difficoltà, sostituito all’intervallo (46′ Lobotka 6 – Entra bene in campo e riesce a dare maggiori geometrie e tempi migliori al resto della squadra).

Zielinski 5 – Non riesce nessuno dei suoi soliti inserimenti che lo portano spesso al tiro e anche in fase difensiva non riesce ad arrestare gli assalti blaugrana (70′ Lozano 6 – Entra bene dalla panchina, mettendo in mostra alcuni spunti interessanti).

Callejon 5 –  Mai in partita. Non riesce ad essere pericoloso in alcun modo (70′ Politano 6 – Ci mette la solita velocità e corsa, ma non riesce a trovare l’affondo decisivo).

Mertens 6 – Partita di sofferenza a cercare spazio tra Lenglet e Piqué. Lui comunque ci prova, colpisce un palo a inizio gara e si conquista il rigore allo scadere del primo tempo.

Insigne 6,5 – Stringe i denti e recupera per questo match importante. Escluso il rigore segnato, non riesce a creare altre occasioni interessanti (79′ Milik 6,5 – Entra benissimo in campo. Trova un gol, annullato, e si crea almeno un altro paio di buone occasioni per segnare, forse sarebbe stato utile inserirlo prima).

Allenatore: Gattuso 5,5 – Coraggioso e bravo nel riuscire a far esprimere bel calcio ai suoi per 10 minuti in casa del Barcellona. Dopo il gol catalano, i suoi non riescono a reagire, finendo per essere travolti e prenderne infine tre. Preoccupante la mancata reazione della squadra, discutibile anche il poco minutaggio concesso a Milik.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui