Le pagelle di Bari-Ternana (3-1): biancorossi tornano alla vittoria

0

Il miglior Bari della stagione quello visto questo pomeriggio allo Stadio “San Nicola” nella sfida valida per la 20° giornata di Serie B contro la Ternana. Una gara fondamentale per entrambe alla ricerca di punti preziosi per risalire la classifica dopo una prima parte di campionato deludente. Ad aggiudicarsi la partita sono alla fine i pugliesi capaci di imporsi con il punteggio di 3-1. Avanti 2-0 nei primi 45′ grazie alla prima rete in stagione di Ricci e al ritorno a referto a distanza di due mesi di Nasti, gli uomini di Marino gestiscono la gara nella ripresa prendendosi pochi rischi. Nel finale è Dorval a mettere il punto esclamativo su assist di un ottimo Achik, mentre a poco serve il gol nel finale di Diakité. Da elogiare la prova del neo-acquisto Kallon, uno dei migliori quest’oggi. Ecco le pagelle di Bari-Ternana.

Le pagelle di Bari-Ternana

Prima di analizzare insieme le pagelle dei protagonisti di Bari-Ternana, proviamo a dare una valutazione all’operato del direttore di gara.

Arbitro: Daniele Perenzoni 5,5 – Lascia parecchio correre il fischietto della sezione di Rovereto. Rende la sfida piacevole, ma ci sono diversi dubbi sulle decisioni prese come un possibile fallo da rigore di Labojko ai danni di Nasti.

Pagelle Bari

Brenno 6 – Partita da spettatore non pagante per l’estremo difensore brasiliano quasi mai chiamato in causa questo pomeriggio. Incolpevole sulla rete di Diakité.

Dorval 7 – La giornata delle prime volte per i biancorossi che vedono andare a segno anche il terzino francese. Mette la ciliegina ad un’altra prova convincente con la prima gioia in campionato.

Di Cesare s.v. – La partita del capitano del Bari dura appena 10′ a causa di un problema muscolare alla coscia destra (14′ Matino 6,5 – Non fa rimpiangere l’infortunio dell’esperto centrale dei galletti riuscendo a limitare egregiamente un cliente scomodo come Raimondo).

Vicari 6 – Mette tutta la sua esperienza a disposizione della squadra dando sicurezza e solidità al reparto. Sufficienza portata a casa i queste pagelle di Bari-Ternana.

Ricci 7 – Come sempre si sovrappone spesso e volentieri in avanti, ma i suoi traversoni messi in mezzo non sono precisi. Si rifà riuscendo siglare il suo primo gol in campionato battendo Iannarilli dopo un uno-due ben orchestrato.

Edjouma 6,5 – In crescita nelle ultime uscite, il centrocampista transalpino gioca una gara di grande sostanza dando una preziosa mano in copertura e facendo valere la sua prestanza fisica (78′ Pucino s.v.).

Benali 6,5 – Conferma di essere uno dei più positivi in questa travagliata stagione del Bari facendo da filtro tra difesa e centrocampo con ancora una volta ottimi risultati. Determinante nel comportarsi da difensore aggiunto arretrando il baricentro in fase di non possesso.

Maita 7 – Sul finire di primo tempo scalda i guantoni di Iannarilli con una forte conclusione dalla distanza. Si alterna con Benali in regia recuperando diversi palloni importanti come quello che porta a raddoppio.

Kallon 7,5 – Il neo-acquisto biancorosso vuole subito provare a lasciare il segno con un paio di conclusioni che però non centrano lo specchio della porta. Lascia una buona impressione ai suoi nuovi tifosi regalando a Nasti il pallone del doppio vantaggio. Mette in mostra la sua agilità e rapidità dando filo da torcere alla difesa rossoverde (64′ Achik 7 – Entra con la voglia di spaccare il mondo andando vicino alla prima gioia personale, ma il suo tiro a giro si stampa all’incrocio dei pali. Nel finale fa valere la sua velocità su Sorensen regalando a Dorval il primo centro stagionale).

Nasti 7 – In difficoltà contro la stretta marcatura riservatagli da Sorensen, l’ex Cosenza ha comunque voglia di sbloccarsi e ci va vicino con un tiro improvviso che crea qualche problema a Iannarilli. Ha nuovamente tra i piedi la palla dell’1-0, ma la sua conclusione di sinistro non centra lo specchio. Alla fine riesce a porre fino ad un digiuno da gol che durava ormai da due mesi (77′ Lulic s.v.).

Sibilli 6,5 – Palla tra i piedi è il pericolo numero uno per la retroguardia rossoverde e lo dimostra con un paio di incursioni in area che creano qualche grattacapo agli avversari. Suo l’assist per il gol che apre i giochi dopo una bella combinazione con Ricci.

Allenatore: Pasquale Marino 7,5 – Il miglior Bari della stagione quello visto quest’oggi. Una squadra parsa più motivata e sicura del proprio potenziale, completamente diversa da quella del girone d’andata. Una prestazione solida in difesa e propositiva in avanti con il neo-acquisto Kallon che si prende la copertina. La zona play-out si allontana, ma i prossimi impegni saranno decisivi per capire i reali obiettivi dei pugliesi.

Le pagelle di Bari-Ternana (3-1): biancorossi tornano alla vittoria

Pagelle Ternana 

Iannarilli 6,5 – Sul finire di primo tempo mostra riflessi pronti prima su Maita, poi su Nasti, ma sia su Ricci che sull’attaccante biancorosso non può nulla.

Diakité 6,5 – Pericoloso sui calci piazzati, è determinante nel ribattere un tiro a porta sicura di Kallon nel corso dei primi 45′. Nel finale sigla la rete che accorcia le distanze dopo una sovrapposizione in avanti da buon braccetto di destra.

Sorensen 5,5 – Sporca una prestazione solida bucando clamorosamente l’anticipo su Achik in occasione del momentaneo 3-0.

Lucchesi 5,5 – Partita non semplice per il n°44 alle prese in marcatura prima con Kallon poi con Sibilli. Poco efficace sui contrasti, pecca di determinazione (78′ Boloca s.v.).

Casasola 5 – Sbaglia completamente i tempi della marcatura su Ricci nell’azione del primo vantaggio pugliese.

Labojko 5 – Sempre nel vivo del gioco, il polacco garantisce qualità e quantità in mezzo al campo per gran parte della prima frazione, ma è sanguinosa la palla persa nell’azione che porta al 2-0 (59′ de Boer 6 – Mette in mezzo il traversone da quale scaturisce la rete di Diakité che accorcia le distanze).

Luperini 5,5 – Poco nel vivo del gioco, vive un pomeriggio opaco non dando il giusto apporto alla squadra (59′ Pyythia 5,5 – Una scarsa mezzora di gioco a disposizione del finlandese poco quasi mai servito dai suoi).

Carboni 6 – Al debutto con la compagine umbra, l’ex Monza se la deve vedere in marcatura con due clienti scomodi del calibro di Kallon e Dorval, ma riesce nonostante qualche difficoltà iniziale a contenerli (68′ Favasuli 6 – Un ingresso sul rettangolo di gioco senza lode e senza infamia per il classe 2004. Si porta a casa la sufficienza nonostante la sconfitta in queste pagelle di Bari-Ternana).

Marginean 5,5 – Oggetto misterioso questo pomeriggio, Breda prova a spostarlo sull’out di sinistra nella ripresa, ma con scarsi risultati. Non riesce a prendere l’eredità di Falletti.

Raimondo 5 – Il capocannoniere della Ternana spreca durante i primi 45′ la palla che avrebbe potuto portare i suoi in vantaggio -nonostante la posizione in bilico-. Poco reattivo nel corso della gara, la retroguardia pugliese lo riesce a contenere senza troppi patemi.

Distefano 6 – A pochi secondi dall’inizio della gara il giovane talento scuola Fiorentina si rende protagonista di una grande azione personale che spaventa i padroni di casa. Ci riprova sempre nei primi 45′, ma il suo tiro d’esterno e al volo termina alto sulla traversa (68′ Zuberek 6 – Il classe 2004 deve ancora ritrovare la migliore condizione dopo il grave infortunio, ma fa comunque intravedere buone cose facendo valere la sua fisicità sulla difesa avversaria).

Allenatore: Roberto Breda 5 – Il suo approdo sulla panchina umbra aveva fruttato 7 punti in 12 partire. Numeri importanti per una squadra in difficoltà, ma che questo pomeriggio fa intravedere gli spettri della Ternana della prima parte di stagione. Impacciati in difesa contro le ripartenze dei padroni di casa, fanno troppo poco in avanti per provare ad impensierire Brenno. Secondo passo falso esterno di fila per la Ternana dopo la trasferta di Parma, e situazione in classifica che si complica in attesa che i nuovi innesti riescano ad integrarsi al meglio.

Le pagelle di Bari-Ternana (3-1): biancorossi tornano alla vittoria

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui