Le pagelle di Bologna-Atalanta (1-0): Ferguson fa sognare una città!

0

Riportiamo le pagelle del match tra Bologna e Atalanta. Allo Stadio Dall’Ara si affrontano due delle squadre più belle, ed efficaci, di questo campionato. Nei rossoblu, a sorpresa, torna tra i pali Skorupski nonostante le grandi prestazioni di Federico Ravaglia. Per i bergamaschi fuori i senatori Zappacosta, Pasalic e Muriel. Per un’ora abbondante di gioco sono i bergamaschi di Gasperini ad avere in mano la partita, al 63′, però, Fabbian si divora il goal del vantaggio bolognese. Nel finale un’incornata di Ferguson manda in paradiso tutta la città di Bologna.

Le pagelle di Bologna-Atalanta

Prima di analizzare le pagelle di giocatori e allenatori di Bologna e Atalanta, ecco il voto del direttore di gara.

Arbitro: Rapuano 6 – Partita non semplice da arbitrare, alcuni dubbi sul metro di giudizio nei novanta minuti.

Pagelle Bologna 

Skorupski 7 – Torna titolare dopo le grandi prestazioni di Ravaglia, quasi miracolosa l’uscita bassa nel primo tempo sull’inserimento di Ederson. 

Posch 6 – Dal suo lato i bergamaschi non riescono praticamente mai a sfondare, rischia il secondo giallo con un intervento ingenuo su Lookman.

Beukema 5,5 – A differenza del suo collega di reparto soffre gli attaccanti neroazzurro, non tiene la velocità nello stretto di Lookman, specialmente nel primo tempo.

Calafiori 6,5 – Bellissima sfida tecnica e fisica con De Ketelaere, nel primo tempo meglio il centrale italiano. Nella ripresa soffre il belga ed è costretto a commettere falli tattici.

Lucumi 5,5 – C’è la costante sensazione che dalla sua parte possa succedere qualcosa, in negativo però. Il suo mancino è comunque fondamentale per la costruzione dal basso di Motta.

Ferguson 7 – Solita prestazione a tutto tondo del centrocampista scozzese, la sua incornata fa sognare tutta Bologna con tre punti pesantissimi per la zona Champions.

Moro 6 – Bene come sempre in fase di impostazione, si fa trovare sempre dai compagni per uno scarico semplice (46′ Fabbian 5,5 – Si divora un goal a tu per tu con Carnesecchi).

Freuler 6,5 – Partita da ex e duello con il maestro Gasperini, fondamentale come filtro davanti alla difesa per i meccanismi del Bologna.

Saelemaekers 6,5 – Performance, come sempre, generosa in tutte e due le fasi, da alcuni suoi impulsi offensivi nascono delle buone azioni (75′ Orsolini 6,5 – Deve ritrovare la miglior condizione fisica, fornisce un assist al bacio per Ferguson).

Zirkzee 6,5 – Il vero regista del Bologna è lui. Dagli spazi che crea i suoi compagni si inseriscono, nonostante la fisicità della difesa avversaria è sempre nel cuore della partita (89′ Aebischer s.v.). 

Ndoye 6 – L’eroe di San Siro è costretto alla sostituzione a causa di un problema muscolare nel primo tempo (45′ Urbanski 6 – Sempre propositivo, mette in difficoltà Hateboer).

Allenatore: Thiago Motta 6,5 – Fa sognare una città intera grazie ad un lavoro sensazionale, tutti i giocatori sono valorizzati e i risultati sono sotto gli occhi di tutti.

Pagelle Atalanta 

Carnesecchi 6 – Subisce goal sull’unico tiro in porta del Bologna, incolpevole.

Djimsiti 6 – Come braccetto è una garanzia per Gasperini, si stacca meno del solito in fase offensiva per limitare gli attaccanti avversari.

Scalvini 5,5 – Partita complessivamente sufficiente, pesa però il posizionamento sbagliato sul goal decisivo di Ferguson.

Kolasinac 6 – In ballottaggio fino all’ultimo insieme a Pasalic, gioca nonostante non fosse al meglio e non commette sbavature (72′ Pasalic 6 – Non riesce a rendersi pericoloso con i suoi inserimenti). 

Hateboer 5 – Prestazione di basso livello dell’esterno olandese, prima Ndoye e poi Urbanski lo mettono costantemente in difficoltà.

De Roon 6 – Il capitano dei bergamaschi è l’unico che ci mette anima anche dopo il goal di Ferguson, gioca metà partita da centrocampista e metà da difensore.

Ederson 6,5 – Migliore in campo dei ragazzi di Gasperini. La sua fisicità mette costantemente in difficoltà i centrocampisti avversari, i suoi inserimenti vengono letti difficilmente.

Ruggeri 5,5 – Davvero troppo poco propositivo dal suo lato, bene però nel limitare un talento puro come quello di Ndoye (67′ Zappacosta 5 – Entra malissimo in gara, rimedia anche un giallo ingenuo).

Koopmeiners 6,5 – Prova a prendere in mano il gioco dei suoi e si rende pericoloso con i suoi inserimenti, bene anche sui calci piazzati (85′ Miranchuk s.v.).

Lookman 6 – Nel primo tempo è il catalizzatore delle azioni della Dea, nel secondo tempo cala e non riesce a prendere ritmo (72′ Scamacca 5,5 – Ancora arrugginito, commette un fallo di frustrazione). 

De Ketelaere 6 – Uno degli unici propositivi nei suoi, si muove tanto e si rende pericoloso tra le linee. Bene anche nei duelli fisici con Calafiori (67′ Muriel 5 – Sbaglia un goal che pesa sullo 0-0, peccato visto il suo momento di forma). 

Allenatore: Gasperini 6,5 – Prestazione di alto livello dei bergamaschi, concedono goal sull’unica conclusione in porta del Bologna.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui