Le pagelle di Empoli-Inter (0-1): la decide un eurogol di Dimarco!

0

Riportiamo le pagelle del match tra Empoli e Inter. Al Castellani i nerazzurri ottengono la quinta vittoria di fila battendo il nuovo Empoli targato Aurelio Andreazzoli. I vice campioni d’Europa iniziano molto bene creando tante occasioni da gol, come nella scorsa stagione, però, peccano di cinismo. La squadra di Inzaghi riesce a sbloccarla con un eurogol di Dimarco, bene nella gestione del risultato nell’ultima mezz’ora di gara. Le note positive sono sicuramente la solidità difensiva e l’ennesima grande prestazione di Calhanoglu. 

Le pagelle di Empoli-Inter

Prima di analizzare le pagelle di giocatori e allenatori di Empoli ed Inter, ecco il voto del direttore di gara

Arbitro: Marcenaro 5 – Due pesi e due misure. Per alcuni falli identici ha due metri di misura completamente diversi, deve ancora crescere.

Pagelle Empoli 

Berisha 6,5 – Nel primo tempo tiene a galla la sua squadra con almeno tre parate di livello, bene anche quando deve giocare con i piedi.

Pezzella 5 – Uno dei peggiori in campo, dal suo lato l’Inter fa quello che vuole e si fa ammonire per proteste. Prestazione assolutamente da dimenticare.

Luperto 6 – Il capitano dei toscani gioca un’altra partita fatta di attenzione e disciplina, guida molto bene la linea difensiva.

Ismajli 6,5 – Nonostante l’alta qualità dei suoi avversari riesce a tenere botta alla grandissima, molto sfortunato deve uscire a causa di un problema muscolare (51′ Walukiewicz 6 – Sostituisce uno dei migliori in campo e riesce a non sfigurare, bene su Lautaro).

Ebuehi 6 – La sua fisicità gli permette di giocare alla pari contro una squadra cosi atletica come l’Inter, bene anche in fase offensiva.

Maleh 5 – Male in entrambe le fasi, i suoi inserimenti non si vedono praticamente mai. Soffre davvero tanto il palleggio dei nerazzurri

Ranocchia 6,5 – Esordio decisamente positivo con la maglia azzurra, si propone spesso ai compagni per provare a creare gioco (69′ Fazzini 5,5 – Entra e non riesce a dare nulla alla squadra).

Marin 6 – Come sempre corre e lotta più di qualsiasi altro giocatore in campo, il suo lavoro sporco ostacola la regia di Calhanoglu (69′ Grassi 5,5 – Prova a darsi da fare ma non incide).

Shpendi 6 – Il ragazzino albanese classe 2003 non sente la pressione e gioca una buonissima partita, lotta contro una delle migliori difese del campionato e lega il gioco della squadra.

Baldanzi 6 – Con Andreazzoli sembra completamente un altro giocatore, gioca a testa alta chiede palla e si muove per tutto il campo. Bisogna puntare su questo talento purissimo.

Cambiaghi 5,5 – Gioca una partita puramente di sacrificio, quando gioca nella trequarti offensiva accusa la stanchezza (79′ Cancellieri s.v.).

Allenatore: Andreazzoli 6,5 – In pochi giorni riesce a creare una mentalità operaia, la sua squadra lotta e si sacrifica per il compagno. Il gioco arriverà.

Pagelle Inter 

Sommer 6 – Non viene praticamente mai chiamato in causa, si fa trovare attento su una bella punizione di Ranocchia-

Darmian 6 – Dopo tantissime partite da braccetto oggi viene schierato a tutta fascia, gioca una partita attenta, sfiora il goal nel primo tempo.

Pavard 6,5 – Ottimo esordio in Serie A per l’ex Bayern Monaco, sempre attento quando l’Empoli riparte ed è un fattore sui calci piazzati.

Acerbi 6 – Soffre la freschezza fisica dei giovani attaccanti azzurri, bravo a spendere un fallo tattico per evitare un contropiede pericoloso.

Bastoni 6,5 – Partita di alto livello del braccetto mancino, in fase difensiva non sbaglia nulla e quando deve proporsi in avanti lo fa con qualità (71′ De Vrij 6 – Regge bene gli assalti finali). 

Frattesi 5 – Il peggiore in campo dei suoi. In fase di palleggio sbaglia dei palloni semplici, meglio quando deve inserirsi. Riesce a rendersi pericoloso con un buon inserimento vanificato, però, da uno scavetto evitabile (71′ Barella 6 – Lotta e fa girare bene palla).

Calhanoglu 7 – Partita praticamente perfetta del centrocampista turco, un muro quando deve difendere e porta tanta qualità alla manovra nerazzurra.

Mkhitaryan 6,5 – Partita da professore del centrocampista armeno, si fa sempre trovare nel posto giusto al momento giusto. La sua titolarità non può essere in dubbio.

Dimarco 7 – Le sue capacità balistiche non si scoprono di certo oggi, con un capolavoro sigla una vittoria pesantissima per la sua squadra. Leader (81′ Carlos Augusto s.v.).

Lautaro 5,5 – Il capitano dell’Inter avrebbe bisogno di una partita a riposo e oggi si vede, nonostante tutto gioca comunque una partita al limite della sufficienza (71′ Arnautovic s.v. – Entra e si fa male, si teme un lungo stop).

Thuram 6 – Si muove tanto ed esce spesso dalla gara, negli ultimi minuti in campo si fa vedere di più e quasi replica il goal del Derby (81′ Sanchez s.v.).

Allenatore: Inzaghi 7 – La sua Inter è sempre più grande squadra, solidità ormai ben consolidata e tante occasioni create. Bene anche nella gestione del ritmo gara.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui