Le pagelle di Empoli-Lazio (0-2): Provedel e Guendouzi trascinatori

0

Ecco le pagelle della sfida del Castellani, tra Empoli-Lazio, appena terminata sul risultato di 0-2 per i biancocelesti. Il match costantemente equilibrato è stato deciso dalle reti di Guendouzi e Zaccagni e dalle parate di Provedel. Balzo in avanti importante in classifica per la Lazio grazie a questo risultato.

Le pagelle di Empoli-Lazio

Prima di dare le pagelle di Empoli-Lazio valido per la 17a giornata di Serie A, ecco la valutazione data all’operato del direttore di gara.

Arbitro: Matteo Marchetti 6 – L’arbitro della sezione di Ostia segue da vicino il match fischiando poco. Ammonisce giustamente Patric vista la presenza di vari giocatori biancocelesti vicino a Cambiaghi, convalida poi con l’ausilio del VAR lo 0-2 della Lazio. Prova tutto sommato solida. 

Pagelle Empoli

Caprile 6,5 – Al rientro dopo vari mesi post infortunio subito dopo la prima di campionato non commette particolari errori come all’esordio in A. Attento sui corner, sicuro nelle prese alte, poche colpe sul gol dello 0-1 di Guendouzi. Salva ancora sul francese sul possibile 0-2 e poi si oppone un paio di volte a Zaccagni prima di essere trafitto dal pallone più per colpe della difesa incapace di liberare. Si oppone col corpo anche alla conclusione a botta sicura di Castellanos, sfruttando anche l’errore dell’attaccante.

Ebuehi 6 – Poco efficiente in fase offensiva il terzino destro della squadra di Andreazzoli chiude però bene in varie circostanze su un cliente pericoloso come Zaccagni. Migliora inoltre col passare dei minuti la sua prova. 

Walukiewicz 5 – Sbaglia in occasione della prima rete insieme al resto della difesa a non allontanare la sfera. Nel secondo tempo succede la stessa cosa sullo 0-2 di Zaccagni, prova non buona del polacco. Peggiore in campo delle pagelle di Empoli-Lazio.

Luperto 5,5 – Male su Immobile, meglio dall’ingresso di Castellanos. Salva sulla linea il tiro di Luis Alberto prima della rete di Guendouzi, ma sbaglia in occasione dello 0-2 come il suo compagno di difesa. 

Bastoni 6 – Contiene bene Felipe Anderson sul suo lato, calcia dalla distanza buone punizioni. Esperto e duttile, crea vari pericoli anche con cross pericolosi. In crescita negli ultimi tempi dopo un avvio di stagione complesso.

Fazzini 6 – Male nei primi 25′ di gara, sale in cattedra nel centrocampo dei toscani dopo l’uscita di Luis Alberto. Pulito nella regia, offre buoni palloni anche se non va oltre la sufficienza (62′ Kovalenko 5,5 – Questa volta da subentrato non riesce a trovare il gol per cambiare la storia del match, in ombra anche livello qualitativo). 

Grassi 6 – Pericoloso con alcune conclusioni dalla distanza, si conquista anche dei falli potenzialmente pericolosi al limite dell’area biancoceleste. Cresce alla distanza come gli capita quasi sempre all’interno dei match. Diesel (74′ Marin 6 – Non ha molto tempo per incidere, riesce a far girare con qualità il pallone in alcune occasioni, ma non a riaprire il match). 

Maleh 5 – Non gli riesce quasi nulla. Errori tecnici e di misura per la mezzala di Andreazzoli che come anche nelle recenti prove dimostra alcuni limiti. La volontà e l’abnegazione ci sono ma serve fare di più per tenersi il posto anche in vista del mercato di Gennaio (85′ Gyasi s.v.). 

Cancellieri 6 – In prestito proprio dai biancocelesti si mostra spesso nel vivo del gioco. Buone trame coi compagni di reparto, alcune conclusioni e la sensazione di essere un costante pericolo (62′ Baldanzi 5,5 – Mezz’ora senza particolari guizzi per il talento del settore giovanile dei toscani, che non da quella scossa di cui avrebbe bisogno l’Empoli).

Cambiaghi 6,5 – Il più pericoloso dell’Empoli è lui. Bravo a scattare in profondità, chiama Patric a un pericoloso fallo che poteva costare il rosso al difensore spagnolo. Varie conclusioni pericolose e chiama al miracolo Provedel ad inizio secondo tempo. 

Maldini 6 – Il figlio d’arte gioca una partita solida. Pericoloso fin dai primi minuti coi suoi strappi decisi verso la porta dei biancocelesti, trova buone trame con Cambiaghi e Cancellieri. Impegna severamente Provedel che è bravo a dirgli di no (74′ Destro 5,5 – Non si vede praticamente mai nel quarto d’ora più recupero a disposizione l’attaccante di Ascoli Piceno). 

Allenatore: Aurelio Andreazzoli 6 – La sua squadra non gioca male per larghi tratti del match e meriterebbe la rete che potrebbe dare un senso diverso alla serata. Purtroppo per lui il suo Empoli si trova davanti un muro chiamato Provedel che nega più volte il gol ai toscani che pagano due errori della fase difensiva. 

Pagelle Lazio

Provedel 7 – Il migliore della Lazio, para ogni conclusione pericolosa dell’Empoli che capita dalle sue parti. Nega il gol a Maldini nel primo tempo e a Cambiaghi nella ripresa con due grandi interventi, salva anche su un possibile autogol di Guendouzi, mostrando grandi riflessi. Migliore in campo di queste pagelle di Empoli-Lazio insieme a Guendouzi. 

Marusic 5,5 – Il montenegrino non vive la stessa serata da incubo dello scorso turno coi clamorosi errori contro l’Inter, ma non riesce a far molto di meglio. Soffre infatti le azioni offensive dei giocatori dell’Empoli che spesso lo mettono in difficoltà. 

Gila 6 – Parte male con interventi fallosi ma cresce col passare del match. Alcuni anticipi importanti, tra cui quello sfortunato che porta all’infortunio muscolare di Immobile, dimostrano la crescita del ragazzo.  

Patric 5,5 – Rischia il rosso con una trattenuta su Cambiaghi nel primo tempo dove per sua fortuna ha intorno vari compagni oltre a Provedel in uscita. Non dimostra eccessiva sicurezza però in questo match, forse pagando l’assenza di un vero punto di riferimento offensivo nell’attacco dei toscani. 

Pellegrini 6 – Alcune buone sovrapposizioni offensive concluse però spesso con cross sui tabelloni pubblicitari in fase offensiva, in difesa invece non soffre particolarmente, riuscendo a reggere negli 1vs1 soprattutto nel secondo tempo.

Guendouzi 7 – Trova il primo gol in campionato in biancoceleste grazie a un buon tiro al termine di un azione con vari rimpalli e tiri ribattuti. Ha la chance di rifarsi ma sbatte su Caprile. In mezzo una prova di lotta e sostanza a centrocampo e il grande merito di rubare il pallone che porta allo 0-2 la Lazio grazie al gol di Zaccagni. Migliore in campo con Provedel di queste pagelle di Empoli–Lazio. 

Rovella 6 – Buona prova a livello di impostazione per il regista della Lazio, che detta bene i tempi di gioco. In fase difensiva vari falli tattici che gli costano anche un giallo, che riesce però a gestire bene non perdendo grinta ed agonismo in mezzo al campo (78′ Cataldi 6 – Ordinaria amministrazione e gestione di gara in questo finale di match per il centrocampista).

Luis Alberto 6 – Il mago biancoceleste inizia bene il match e partecipa attivamente al gol dello 0-1. Sembra una partita in cui è ispirato e può far bene ma deve arrendersi al 23′ ad un problema muscolare che può privare per vari turni la banda di Sarri della sua fantasia (23′ Kamada 6 – Partita discreta del giapponese che non demerita seppur non riesce a dare la stessa qualità in fase offensiva dello spagnolo. Buona fase difensiva e partecipa anche all’azione dello 0-2).

Felipe Anderson 6 – Non brillantissimo il brasiliano che sbatte spesso su Bastoni in fase offensiva. Poche iniziative brillanti nella sua partita ma sufficienza alla fine meritata anche per un buon lavoro in fase di non possesso (78′ Isaksen 6 – Al rientro dopo l’infortunio muscolare non ha molti palloni per mettersi in mostra, nel giorno degli infortuni di Luis Alberto e Immobile però il suo ritorno è una buona notizia per i biancocelesti). 

Immobile 6 – Non sembra il miglior Immobile in avvio di match, nonostante ciò partecipa all’azione dello 0-1 e serve a Guendouzi il pallone per lo 0-2, arrendendosi proprio in quel momento all’ennesimo problema muscolare delle ultime stagioni (21′ Castellanos 5 – Prova non sufficiente dello spagnolo, con la Lazio che dal suo ingresso in campo cala molto a livello di proposta di gioco. Non si scuote nemmeno nella ripresa nonostante ampi spazi da attaccare, e anzi trova il tempo di sbagliare un gol già fatto calciando addosso a Caprile). 

Zaccagni 6,5 – Sbatte spesso su Ebuehi e non brilla particolarmente in fase offensiva, ma ha molta abnegazione in fase di non possesso e soprattutto trova il gol dello 0-2 fondamentale nell’economia del match dei biancocelesti anche grazie a molta caparbietà (78′ Pedro 6 – Gioca gli ultimi minuti con esperienza, offre un pallone solo da spingere in rete a Castellanos, il quale però colpisce il portiere. Buona comunque la prova dello spagnolo ). 

Allenatore: Maurizio Sarri 6,5 – Partita solida dei biancocelesti che non brillano anche per gli infortuni muscolari di Luis Alberto ed Immobile ma trovano una vittoria molto importante. La speranza di Sarri è che i due infortuni siano di lieve entità. 

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui