Le pagelle di Fiorentina-Lazio (2-1): i viola la ribaltano!

0

Il Monday Night a chiusura della 26a giornata di Serie A tra Fiorentina e Lazio si conclude sul punteggio di 2-1 per i viola. Vittoria in rimonta e meritata per i viola, in controllo per 95′ e sfortunati con 4 pali colpiti (di cui uno di Nico González dagli ultimi metri). Non basta Luis Alberto ai biancocelesti, nella ripresa Kayode e Bonaventura fanno esplodere di gioia l’Artemio Franchi. I padroni di casa scavalcano così gli avversari al settimo posto, a -3 dalla Roma. Riportiamo le pagelle di Fiorentina-Lazio.

Le pagelle di Fiorentina-Lazio

Prima di analizzare le pagelle dei protagonisti di Fiorentina e Lazio, diamo un giudizio alla prova del direttore di gara.

Arbitro: Guida 6,5 – Il fischietto della sezione di Torre Annunziata è sottoposto a prove importanti, ma le supera tutte. Dirige con autorevolezza, fischiando il giusto e dispensando pochi cartellini (solo due, su Guendouzi e Vecino). Netto il rigore con l’intervento in ritardo di Casale, nonostante l’ex Verona tocchi anche il pallone. Non ha dubbi nel fischiarlo.

Pagelle Fiorentina

Terracciano 6 – Esente da colpe sul gol incassato, di fatto sbadiglia per tutto il corso della gara poiché mai seriamente impegnato.

Kayode 7 – Impressionante la crescita di questo ragazzo, imponente sul fisico e sulla corsa. Domina sulla destra e conclude un ottimo inserimento scaraventando con rabbia la rete dell’1-1. Il futuro in casa. 

Milenkovic 6,5 – Autorevole prova del capitano, che mette la museruola a Immobile e imposta la linea difensiva.

Ranieri 6 – In occasione dello 0-1 è tagliato fuori dal movimento di Luis Alberto, poi nella ripresa torna a farsi rispettare e corre pochi pericoli.

Biraghi 6 – Meno vivace rispetto al dirimpettaio, autore comunque di una buona copertura su Isaksen e Zaccagni. Colpisce il palo direttamente da calcio d’angolo.

Arthur 7 – Il polmone della Fiorentina. Su di lui gravitano tutti i palloni ed è praticamente ovunque a dettare ritmo e tempi. Quanto era mancato a Italiano (90′Maxime Lopez s.v.).

Bonaventura 6,5 – Torna nella linea dei centrocampisti e non si fa comunque mancare nelle proiezioni offensive. Di fatto è il regista offensivo, lesto nel ribattere da due passi il 2-1. Ruba la scena ai centravanti.

N. González 6 – Sfortunato e impreciso, tocca tantissimi palloni in attacco e colpisce due legni, di cui uno dagli 11 metri. Non è più il cecchino infallibile di inizio stagione, ingiusto però punirlo con l’insufficienza per la mole di gioco che crea.

Beltrán 6,5 – Molto mobile come trequartista, fa un lavoro silenzioso poiché libera spazi per gli scarichi. Propizia il vantaggio con una botta da fuori (81′ Barak s.v.).

Sottil 5,5 – L’unica nota stonata dello spartito. Si intestardisce in dribbling poco producenti, si nota solo per un tiro a giro terminato in curva Fiesole. Poco ispirato (85′ Mandragora s.v.).

Belotti 6,5 – Ha cambiato il volto dell’attacco gigliato. Lotta su ogni singolo pallone e si rende protagonista della mostra dei pali. Con grinta mette un pallone delizioso che Kayode deve solo spingere dentro, oltre a guadagnarsi il rigore (90′ Nzola s.v.).

Allenatore: Italiano 7 – La vince con merito, poiché tiene il pallino del gioco. Lo svantaggio è un risultato ingiusto, ma con la rabbia agonistica ribalta la gara e gestisce senza correre rischi nel finale. Trova equilibrio nella fase difensiva, per la prima volta in carriera batte Sarri. Tre punti che sono una boccata d’ossigeno in uno scontro diretto per l’Europa.

Le pagelle di Fiorentina-Lazio (2-1): i viola la ribaltano!

Pagelle Lazio

Provedel 5,5 – Si mette in mostra con il pizzico sul palo su Gonzalez e su Ranieri, ma respinge imperfettamente e Bonaventura scarta il cioccolatino. Un errore che pesa.

Lazzari 5,5 – In continua sofferenza, non può spingere poiché costantemente rintanato dietro (46′ Hysaj 5 – Se possibile, fa ancora peggio, non tenendo mai sugli esterni dove tutti hanno vita facile).

Casale 6 – Il salvataggio sulla linea su Bonaventura ha qualcosa di mistico, dimezza il suo voto per il fallo da rigore su Belotti.

Romagnoli 6 – Nel complesso non demerita, regge come può l’onda d’urto viola.

Marusic 5 – Kayode è una freccia temibile e lo brucia in più circostanze, un mismatch che dura per gran parte dell’incontro.

Guendouzi 6 – Uno dei pochi a salvarsi, ci mette tanta sostanza e firma l’assist per l’illusorio vantaggio di Luis Alberto. Sempre tra i più positivi.

Cataldi 5,5 – Cerca di imporre una regia basilare, ma con il continuo possesso palla viola è difficile organizzare la manovra. Non si distingue (62′ Vecino 5,5 – Non fa meglio, spara alle stelle un buon pallone).

Luis Alberto 6,5 – Negli ultimi tempi tocca i palloni e si tramutano in ora, sfrutta l’unica occasione e si distingue per la sua qualità. Cala nella ripresa.

Isaksen 5 – Di fatto mai propositivo, qualche movimento all’indietro che non porta alcun appoggio alla manovra (46′ Zaccagni 5 – La musica non cambia, non si vede praticamente mai).

Immobile 5 – Completamente lasciato solo nella morsa della difesa avversaria, non gioca in profondità poiché non ci sono gli spazi per distendersi (78′ Castellanos s.v.).

Felipe Anderson 4,5 – Un pesce fuor d’acqua, non tocca praticamente mai palla e il suo nome in telecronaca non è quasi mai pronunciato. Ci si attende di più da lui (78′ Pedro s.v.),

Allenatore: Sarri 5 – Cerca di trovare la via del cinismo, ma non può sempre essere nelle corde della sua Lazio, abituata a un altro tipo di gioco. Di fatto consegna la manovra all’avversario, rischiando di crollare, salvato solo dai legni e da Provedel. I cambi non sortiscono gli effetti desiderati, urge ritrovare i giusti equilibri. All’Allianz Arena servirà un’altra veste.

Le pagelle di Fiorentina-Lazio (2-1): i viola la ribaltano!

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui