Le pagelle di Fiorentina-Roma (2-2): Llorente all’ultimo respiro!

0

La domenica della 28a giornata di Serie A si conclude con uno scoppiettante 2-2 tra Fiorentina e Roma. Due volte in vantaggio con Ranieri e Mandragora, la viola si fa prima riprendere da Aouar e poi da Llorente al 95′. Grande frustrazione in tra i gigliati per il quarto rigore sbagliato di fila che avrebbe potuto regalare il 3-1, stavolta da parte di Biraghi. Giallorossi che restano in scia del Bologna, a -3 dal quarto posto. Ottava posizione invece per i viola, che falliscono il sorpasso sul Napoli e restano a -1. A seguire le pagelle di Fiorentina-Roma.

Le pagelle di Fiorentina-Roma

Prima di riportare le pagelle dei protagonisti di Fiorentina e Roma, diamo un giudizio alla prova del direttore di gara.

Arbitro: Massa 5 – Rigore decisamente discutibile quello assegnato dal fischietto di Imperia, poiché il contatto tra Belotti e Paredes sembra davvero minimo e il Gallo accentua molto la caduta. Bene la gestione dei cartellini, ma l’episodio della massima punizione farà molto discutere.

Pagelle Fiorentina

Terracciano 6 – Incolpevole sui palloni da raccogliere in fondo al sacco, compie un paio di buoni interventi e in generale dà sicurezza al reparto.

Kayode 6 – Scatena la sua corsa solo a tratti, sebbene El Shaarawy non rappresenti un avversario particolarmente insidioso. 

Milenkovic 5,5 – Non sempre puntualissimo nelle chiusure, così quando stringe troppo tardi su Aouar che ha tempo di colpire a rete.

Ranieri 6,5 – Il pubblico di Firenze lo apprezza sempre di più, per il cuore e la grinta che ci mette in ogni incontro. Oggi è anche premiato dalla rete dell’1-0, si è conquistato uno spazio importante con pazienza.

Biraghi 5,5 – Dai suoi piedi nasce il cross del momentaneo 2-1, ma compie il peccato capitale di farsi ipnotizzare da Svilar. Un errore che pesa come un macigno col senno di poi.

Maxime Lopez 5,5 – Il francese torna titolare e fa un po’ rimpiangere Arthur. Mancanza di ritmo e poche linee di passaggio, non dà quella spinta in più (91′ Arthur s.v.).

Mandragora 6,5 – Battaglia come un leone in mezzo al campo e anche in difesa, dando una mano provvidenziale. Poi si trasforma da attaccante e scaraventa in gol con tutta la sua rabbia agonistica (92′ Barak s.v.).

N. Gonzalez 6,5 – Sponda intelligente per il vantaggio viola, come al solito è il perno delle azioni offensive gigliate (46′ Ikoné 5,5 – Non incide, di fatto non si nota).

Bonaventura 6 – Buone giocate e continuo appoggio alla manovra offensiva, sebbene in questa circostanza non spicchi rispetto ad altri uscite.

Sottil 6,5 – Tra i più propositivi, fa ammattire Mancini e Huijsen fin quando resta in campo, crea superiorità e crea molte situazioni pericolose (78′ Duncan s.v.).

Belotti 6 – Si guadagna il tiro dal dischetto con astuzia, facendo cadere Massa nel tranello. Cerca di far salire la squadra ma le occasioni per centrare il bersaglio non ci sono (81′ Nzola s.v.).

Allenatore: Italiano 6 – Sono due punti persi, poiché l’ennesimo rigore gettato alle ortiche grida vendetta. Non esiste una gerarchia sempre chiara e paga questo aspetto. Nel finale forse si copre un po’ troppo e subisce la rete all’ultimo assedio dopo una gara di carattere e minor tecnica rispetto al consueto. Giovedì col Maccabi Haifa l’opportunità per mettere un altro tassello importante e riscattare la delusione.

Le pagelle di Fiorentina-Roma (2-2): Llorente all'ultimo respiro!

Pagelle Roma

Svilar 7,5 – Si conferma lo specialista dei calci di rigore dopo la notte europea col Feyenoord. Stavolta la vittima è Biraghi, una parata che risulterà decisiva.

Mancini 5 – Visibilmente ruvido e irruento, ci mette solo 6′ a entrare nel taccuino dei cattivi. Rischia più volte il secondo giallo, De Rossi si infuria e lo toglie dal campo /33′ Hujsen 6 – La musica cambia, scorribande anche in avanti).

Llorente 7 – Provvidenziale. Dietro è tra i più precisi e si toglie lo sfizio di segnare un bel gol all’ultimo respiro per rinvigorire una squadra che sembrava rassegnata alla sconfitta.

Ndicka 6 – Inizia male arrivando in ritardo in marcatura su Ranieri, poi va in crescendo e si rende protagonista con una serie di interventi importanti. Chiude la serata con la spizzata di testa per il gol di Llorente.

Angeliño 6 – Inizia con tante buone intenzioni e sgroppate, poi rallenta quando la Fiorentina alza il baricentro. Bene comunque su Ikoné nella ripresa (80′ Spinazzola s.v.).

Aouar 6,5 – Conduce una prova quasi anonima, sino a quando si inserisce e si fa trovare pronto all’appuntamento con il gol. Da lì, diventa un punto di riferimento.

Paredes 5,5 – Non sempre molto determinante nell’impostazione, rischia su Belotti in area ed è punito, anche se eccessivamente (80′ Pellegrini s.v.).

Cristante 6,5 – Uomo ovunque, rammenda in mezzo al campo ed è insidioso anche in zona gol. Quando è così si dovrebbe clonare.

Dybala 6 – Non si accende con continuità, ma basta la serpentina che dà il via all’azione dell’1-1. L’essenziale (73′ Baldanzi s.v.).

Lukaku 5,5 – Scalda subito i guantoni di Terracciano poi poco a poco si eclissa. Qualche tentativo di sponda e poco altro.

El Shaarawy 5,5 – Non una delle sue performance più brillanti considerando l’ultimo periodo. Pochi spunti e rari cambi di passo (73′ Zalewski s.v.).

Allenatore: De Rossi 6,5 – Non sempre solo necessariamente bella, questa sua nuova Roma ha anche carattere. Oggi dimostra di non essere mai doma e di saperci credere fino alla fine. Ha coraggio nel cambiare Mancini al 33′, ma questo lo avevamo già capito regalando a Svilar la titolarità, scelta azzeccata. Un pari che dà fiducia in vista del Brighton, missione apparentemente facile ma da non sottovalutare.

Le pagelle di Fiorentina-Roma (2-2): Llorente all'ultimo respiro!

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui