Le pagelle di Inter-Cagliari (2-2): punto d’oro per gli isolani

0

Si dividono la posta in palio Inter e Cagliari in questa sfida valevole per la 32° giornata di Serie A. A passare in vantaggio sono proprio i nerazzurri grazie al ritorno al gol di Thuram, ma nella ripresa i rossoblù non ci stanno trovando l’1-1 con Shomurodov. Il penalty realizzato dal solito Calhanoglu sembra indirizzare la gara verso la vittoria per gli uomini di Inzaghi, ma sono i cambi di Ranieri a fare la differenza con Lapadula e Viola grandi protagonisti. Un punto che costringe i nerazzurri a vincere il Derby d’Italia in vista del prossimo turno per cucire sul petto la seconda stella. Chi gioisce per questo risultato sono soprattutto gli isolani capaci di strappare un pari prezioso in ottica salvezza nonostante gli sfavori del pronostico. Ecco le pagelle di Inter-Cagliari.

Le pagelle di Inter-Cagliari

Prima di analizzare insieme le pagelle dei protagonisti di Inter-Cagliari proviamo a dare una valutazione all’operato del direttore di gara.

Arbitro: Francesco Forneau 5,5 – Considerando l’andamento dei 90′ il fischietto della sezione di Roma 1 vive una serata poco impegnativa. Prende sempre decisioni corrette e grazie all’ausilio del VAR annulla -giustamente- il gol di Barella per fuorigioco. Netto il penalty assegnato ai padroni di casa per fallo di mano in area di Yerri Mina. Dubbi, però, sul gol del 2-2 di Viola su un presunto tocco di braccio di Lapadula.

Pagelle Inter

Sommer 6 – Protagonista di un paio di interventi alla portata, l’estremo difensore elvetico deve arrendersi al destro improvviso di Shomurodov e al sinistro di Viola nella ripresa.

Bisseck 6 – Fa prevalere il suo strapotere fisico sovrapponendosi spesso e volentieri per dar man forte in fase offensiva. Prestazione positiva nonostante una linea difensiva meno impenetrabile del solito.

Acerbi 5,5 – L’esperto centrale della Nazionale vive una serata piuttosto sottotono mostrando di essere sin da subito in difficoltà contro le ripartenze dei sardi. Nel finale soffre la freschezza di Lapadula come in occasione della seconda rete degli ospiti.

Bastoni 5,5 – Costretto agli straordinari contro la rapidità e imprevedibilità di Luvumbo, sbaglia i tempi dell’anticipo sull’attaccante isolano nell’azione dalla quale scaturisce il momentaneo pareggio (85′ Buchanan s.v.).

Darmian 6 – Prestazione di ordinaria amministrazione per il laterale basso n°36 capace di uscire dal rettangolo di gioco con una sufficienza in queste pagelle di Inter-Cagliari (75′ Dumfries s.v.).

Barella 6,5 – Si vede annullare per fuorigioco il gol dell’ex arrivato dopo un assist visionario di Dimarco. Decisivo nel deviare un tiro ravvicinato a porta sicura di Shomurodov, recupera diversi palloni sul rettangolo di gioco garantendo qualità e dinamismo.

Calhanoglu 7 – Sporca i guantoni di Scuffet con un insidioso calcio di punizione neutralizzato dall’estremo difensore rossoblù. Scuffet intercetta leggermente il suo calcio di rigore, ma alla fine entra per la seconda volta di fila a referto per la 13° rete stagionale.

Mkhitaryan 6 – Meno appariscente del solito quest’oggi, l’armeno gioca comunque una partita di grande sostanza e priva di sbavature (64′ Frattesi 6 – Inserito per creare maggiore densità in area di rigore grazie ai suoi ottimi tempi d’inserimento, proprio in una di queste situazioni si guadagna il calcio di rigore trasformato da Calhanoglu).

Dimarco 6,5 – Oltre a garantire come suo solito corsa e dinamismo sulla sinistra, mette in mezzo un paio di traversoni invitanti per i suoi attaccanti. Nel secondo tempo si coordina alla grande per una conclusione al volo e dalla distanza respinta in corner da Scuffet (76′ Carlos Augusto s.v.).

Sánchez 6,5 – Assist-man in occasione della prima rete della gara, El Niño Maravilla svaria per tutto il fronte offensivo per non dare punti di riferimento agli ospiti. Subito dopo il pareggio firmato da Shomurodov va ad un passo dal 2-1 con un colpo di testa terminato di poco al lato (76′ Arnautovic s.v.).

Thuram 7 – Dopo un lungo digiuno durato due mesi il centravanti francese torna subito al gol sfruttando nel migliore dei modi l’assist di Sánchez. Crea diversi grattacapi alla difesa sarda vincendo sempre i duelli fisici contro Yerri Mina.

Allenatore: Simone Inzaghi 6 – La situazione in classifica è talmente a favore che il punto centrato oggi non fa male, ma il tecnico piacentino non può essere soddisfatto della prova dei suoi. Soprattutto in fase difensiva, infatti, i nerazzurri iniziano a concedere più del solito agli avversari, e alla fine vengono bucati in situazioni non da Inter. Con lo Scudetto ormai ad un passo i ritmi sono sicuramente calati. Le assenze di Lautaro e Pavard non sono un alibi soprattutto considerando l’organico a disposizione dell’ex allenatore della Lazio. A prevalere sono la stanchezza e il presentimento di vedere una squadra stranamente in affanno e distratta. Ora sarà d’obbligo avere la meglio sui cugini per chiudere definitivamente la pratica.

Le pagelle di Inter-Cagliari (2-2): punto d'oro per gli isolani

Pagelle Cagliari

Scuffet 6,5 – Incolpevole sul gol di Thuram si rende protagonista di una grande parata su tiro al volo di Dimarco. Sfiora con i polpastrelli il calcio di rigore di Calhanoglu, ma alla fine è costretto a raccogliere la palla dal sacco.

Hatzidiakos 6 – Prestazione solida per il classe ’97 capace di dare sicurezza al reparto arginando diverse sortite offensive da parte degli avversari.

Yerri Mina 5 – Sbaglia i tempi della marcatura su Sánchez in occasione della rete che apre i giochi. Soffre la marcatura su un calciatore fisico del calibro di Thuram per tutti i 90′. A completare una serata da dimenticare è il tocco di mano che provoca il raddoppio nerazzurro

Obert 6,5 – Gioca con grande coraggio avanzando in alcune circostanze in fase di possesso per portare soluzioni diverse in un match complicato. Ottima la sua prova in copertura.

Di Pardo 6 – Nonostante un cliente scomodo del calibro di Dimarco dalla sua zona di campo, l’ex prodotto della Next Gen riesce a contenere l’esterno avversario provando anche a proporsi in avanti (78′ Zappa s.v.).

Makoumbou 6,5 – Garantisce qualità e dinamismo in mezzo al campo dando anche maggiore equilibrio in entrambe le fasi. Fondamentale il suo apporto in copertura comportandosi quasi da difensore aggiunto.

Sulemana 5,5 – Poco nel vivo del gioco il centrocampista classe 2003 è protagonista di una gara di sostanza, ma in proiezione avanzata è troppo lento e macchinoso.

Jankto 5 – Si perde troppo spesso l’uomo in marcatura non convincendo mister Ranieri nonostante un paio di buone ripartenze orchestrate (29′ Prati 6 – Entra per dare maggiore equilibrio in mezzo al campo non deludendo le aspettative dell’allenatore).

Augello 6 – Tanti i chilometri macinati dall’ex Sampdoria quasi sempre propositivo sulla sinistra e attento e concentrato in copertura. Sufficienza portata a casa in queste pagelle di Inter-Cagliari.

Luvumbo 7 – Letale nelle ripartenze il giovane esterno d’attacco angolano prova subito a spaventare i padroni di casa con un tiro a giro terminato di poco fuori e una conclusione di mancino che non impensierisce Sommer. Il più pericoloso tra le fila rossoblù, veste anche i panni dell’assist-man in occasione dell’1-1 (78′ Viola 7 – A sorpresa in panchina nonostante il fondamentale gol siglato contro l’Atalanta, il n°10 rossoblù entra a referto per la seconda volta di fila trovando il raddoppio dopo appena 5′ dal suo ingresso. Indemoniato, spaventa la compagine lombarda con un mancino dalla distanza che fa la barba al palo. Nel finale sfiora il 3-2 su contropiede, ma il suo colpo di testa viene bloccato da Sommer).

Shomurodov 6,5 – Ha tra i piedi la grande chance di trovare il pareggio, ma la sua conclusione è troppo debole per battere Sommer. Dopo una gara molto complessa e con pochi palloni a disposizione, il centravanti uzbeko trova all’improvviso il gol del pareggio (78′ Lapadula 7 – Mister Ranieri si affida alla sua freschezza e vivacità per provare a creare qualche grattacapo alla retroguardia nerazzurra. L’italo-peruviano premia la scelta del tecnico romano regalando a Viola l’assist del 2-2 prendendo molto bene la posizione su difensore esperto come Acerbi).

Allenatore: Claudio Ranieri 8 – Una prova di grande orgoglio e coraggio quella del suo Cagliari. Nonostante la netta superiorità dei padroni di casa, i suoi passano a San Siro strappando un punto prezioso che sa di vittoria e impresa. Un pareggio che trascina Casteddu a quattro punti di vantaggio dalla terzultima posizione dando seguito a quanto di buono visto nel successo maturato ai danni dell’Atalanta. L’ex allenatore della Roma punta su un assetto tattico basato su una difesa di posizione sfruttando le ripartenze di Luvumbo per creare pericoli agli avversari. Una scelta azzeccata così come i decisivi cambi di Viola e Lapadula. Un risultato che porta la firma di Sir Claudio!

Le pagelle di Inter-Cagliari (2-2): punto d'oro per gli isolani

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui