Le pagelle di Inter-Juventus (1-0): Calhanoglu brilla a San Siro

0

L’Inter vince il derby d’Italia – tra poco le pagelle – e si lancia verso lo scudetto, mentre la Juventus cade per 1-0 dopo una lunga serie di risultati positivi. Un autogol di Gatti decide una partita intensa e di carattere che i nerazzurri portano a casa e che vale una fetta di scudetto. La squadra di Inzaghi domina nel primo tempo, mentre i bianconeri hanno mancato di concretezza. 

Le pagelle di Inter-Juventus

Prima di analizzare le pagelle dei giocatori e degli allenatori di Inter-Juventus, proponiamo quella sull’arbitro.

Arbitro: Maresca 7 – Forse ci aspettavamo un finale di partita pieno di polemiche, ma nonostante tutti volessero Orsato, ha saputo invece gestire la bolgia del Meazza e interpretare bene gli episodi. Pochi gialli, giusti, ma anche tanto gioco scorrevole. 

Pagelle Inter

Sommer 6,5 – Oggi fatica di meno, perché la Juventus ha difficoltà a centrare la porta e ringrazia la difesa.  

Pavard 6,5 – Forse la partita meno spettacolare del francese, ma in quello stop su Chiesa c’è una gran parte di contributo alla partita. 

Acerbi 7 – Deve tenere la marcatura su Vlahovic e tira fuori una performance simile a quella della finale di Instabul. Per Spalletti notizie positive in vista di giugno. Serbo fermato e si gode questo clean sheet contro la seconda forza del campionato. 

Bastoni 7 – Carattere e grinta, il baluardo nerazzurro è una grande elemento per questa squadra e, se riesce a spingere la squadra in avanti, può determinare tanto le sorti dei match (89′ De Vrij s.v.).

Darmian 6 – Poca progressione in avanti, ma buona solidità offensiva, anche se la copertura su Kostic e Weah non è totale. Mantiene bene l’equilibrio (73′ Dumfries s.v.).  

Barella 6 – Domina a centrocampo, ma quel gol che si mangia davanti Szszcesny è da mettersi le mani nei capelli. Serve maggiore incisività e anche freddezza (89′ Klassen s.v.). 

Calhanoglu 8 – Se l’Inter porta a casa tre punti oggi li deve al turco, che sbaglia poco, domina su Locatelli e scompare dalla marcatura bianconera, avendo libertà di agire. Sfiora il gol prendendo un palo. Conferma di essere uno dei migliori centrocampisti in Europa.  

Mkhitaryan 6,5 – Premiamo il primo tempo in cui mette in difficoltà la Juventus e manca solo nell’incisività. L’armeno sorprende sempre di più. 

Dimarco 6 – Buon primo tempo, mentre nel secondo tempo cala. Si divora anche un’occasione che potrebbe chiudere definitivamente i giochi. (73′ Carlos Augusto s.v.).  

Thuram 6,5 – Decisivo nel gol che porta in vantaggio l’Inter, ma il duello con Bremer è di alta qualità. Se la gioca alla pari del brasiliano, anche se manca la conclusione (77′ Arnautovic 4 – Cosa si è mangiato di fronte la porta?! L’austriaco ha bisogno di ritrovare il feeling con il gol al più presto). 

Lautaro Martinez 5 – Poco protagonismo, poche occasioni e soffre la marcatura prima di Bremer e poi di Gatti.  

Allenatore: Simone Inzaghi 7 – Il demone di Piacenza porta a casa la vittoria più importante del campionato. Vinta forse per un gol fortuito, ma che conferma come anche l’Inter possa essere cinica alla pari dei bianconeri. Vince la qualità del suo centrocampo e adesso si può pensare con tranquillità anche all’Europa.  

Pagelle Juventus

Szszcesny 8 – Grandi parate che salvano la Juventus e tengono aperta la partita. Il polacco si sta confermando assieme a Maignan e Sommer un grande guardiano della porta. 

Gatti 6 – Partita che inizia male a causa dell’autogol fortuito e qualche imprecisione. Poi la grinta e la voglia di riprendersi lo risollevano, sfiorando anche il gol (88′ Alex Sandro s.v.). 

Bremer 7 – Sembra strano un voto alto, ma stasera ha marcato bene Lautaro e Thuram con dei grandi interventi. Ha osato e spesso è stato capace di vincere molti duelli.  

Danilo 6,5 – Anche per lui partita in ripresa, iniziando con qualche errore. Come il suo connazionale una buona prestazione con anche degli interventi decisivi.  

Cambiaso 5 – Qualche errore di troppo e stasera non è stato un pericolo per l’Inter, nemmeno con gli inserimenti. Fa parte del percorso di crescita e starà a lui imparare (88′ Miretti s.v.).  

McKennie 6 – Primo tempo di corsa in cui forse sbaglia solamente nel passaggio finale, mentre nel secondo tempo cala e non sembra avere fantasia nel poter servire gli attaccanti o sbloccarla (90′ Alcaraz s.v.).  

Locatelli 5 – Alterna cose buone a degli errori, spesso la sua manovra è lenta. Regia da rivedere assolutamente.  

Rabiot 6,5 – Rientrava da un infortunio e c’è da premiare la presenza costante nel pressing e nel provare a sbloccare la partita. Il francese è il vero elemento fondamentale della Juventus.  

Kostic 6 – Primo tempo in cui potrebbe fare bene in fase offensiva, mentre nel secondo si comincia a rivedere.  

Yildiz 4,5 – Il momento down di cui parlava Allegri è arrivato forse? Stasera in grande difficoltà, ma anche per lui stasera deve essere d’insegnamento (66′ Chiesa 5,5 – Qualche strappo, ma non riesce a incidere sulla partita. La difesa dell’Inter riesce a contenerlo). 

Vlahovic 5 – Partita in cui deve lottare e lo fa, ma manca qualche dettaglio e forse della precisione. Poche occasioni, ma in queste partite vanno sfruttate. L’errore del primo tempo gli costa caro.  

Allenatore: Massimiliano Allegri 5,5 – La Juventus oggi ha avuto i momenti in cui ha sofferto e saputo soffrire affidandosi ai suoi tre difensori e il portiere, ma cosa manca a questa squadra? Una manovra più veloce a centrocampo, anche se McKennie e Rabiot forse non erano in ottime condizioni. Qualcosa è mancato a livello offensivo e nel creare occasioni, cosa su cui dovrà lavorare la squadra torinese. 

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui