Le pagelle di Italia-Albania (2-1): debutto ok

0
Le pagelle di Italia-Albania (2-1): debutto ok

L’Italia nel gruppo B di Euro 2024 debutta con una vittoria per 2-1 sull’Albania, una sorta di derby. E a sorpresa dopo appena 23 secondi i balcanici si portano avanti con Bajrami, abile a sfruttare un clamoroso malinteso tra Dimarco e Bastoni. Proprio il difensore centrale riequilibra il punteggio con una stoccata, ci pensa poi Barella con una sassata a ribaltare le sorti dell’incontro. Diverse occasioni per il 3-1, nella ripresa invece gestione e un rischio nel finale con Manaj che sfugge a Calafiori, ci mette una pezza Donnarumma. Il 20 giugno gli Azzurri sono attesi dalla temibile Spagna, mentre gli albanesi affronteranno la Croazia. Riportiamo le pagelle di Italia-Albania.

Le pagelle di Italia-Albania

Prima di analizzare le pagelle dei protagonisti di Italia e Albania, diamo un giudizio alla prova del direttore di gara.

Arbitro: Zwayer 6 – ll fischietto tedesco, designato tra mille polemiche per il suo passato burrascoso, nel complesso dirige la gara con la giusta professionalità, se si esclude un ingiusto giallo a Calafiori per una sbracciata subita da Hoxha. Senza particolari problemi.

Pagelle Italia

Donnarumma 6,5 – Poco può sulla doccia fredda di Hysaj, nel finale con il petto sfoggia una parata fondamentale che mette in ghiacco il 2-1.

Di Lorenzo 6 – Poca propensione offensiva, pens a maggiormente alla fase di contenimento, qualche buon anticipo.

Calafiori 6,5 – Dopo un periodo di rodaggio, prende coraggio e funge da vero e proprio regista avanzato, come da dettami di Spalletti. Si prende un rischio nel finale vedendosi sfilare via Manaj, ma nel complesso la prova è positiva.

Bastoni 6,5 – Poteva fare meglio nel posizionamento su Bajrami, si riscatta con la rete del pareggio, da lìì in poi la gara è in discesa.

Dimarco 5,5 – L’errore con la Bosnia era un campanello di allarme, stasera lo conferma con una clamorosa svista che diventa un cioccolatino per Bajrami. A seguire si riscatta parzialmente con le sue sortite offensive, poteva costare caro (82′ Darmian s.v.).

Jorginho 6 – Regia essenziale per il miglior giocatore di Euro 2020, non gravitano tantissimi palloni attorno a lui e si limita al compitino.

Barella 7 – Uomo ovunque della mediana italiana. Lo trovi a difendere, rammendare, cucire e attaccare. La sventola del 2-1 è una rete di pregevole fattura, in doppia cifra in Nazionale. Leader, nemmeno doveva giocare (92′ Folorunsho s.v.).

Frattesi 6,5 – Punge ancora una volta con i suoi inserimenti, Strakosha è costretto agli straordinari deviando sul palo. Uno dei più propositivi.

Pellegrini 6,5 – Bella pennellata per la testa del pareggio di Bastoni, non si distingue per ulteriori grandi giocate ma risulta decisivo (77′ Cristante s.v.).

Chiesa 6,5 – A tratti imprendibile, quando scatena la sua corsa mette in crisi la difesa albanese. A tratti manca però la stoccata finale (76′ Cambiaso s.v.).

Scamacca 6 – Vero pivot della Nazionale, è nel vivo dell’azione e sfiora il gol del 3-1. Il prototipo del centravanti moderno, speriamo possa sbloccarsi presto (82′ Retegui s.v.).

Allenatore: Spalletti 6,5 – L’avvio è schock, ma raddrizza subito i suoi con la testa e con una reazione rabbiosa la porta a casa. Va in gestione nonostante manchi il colpo del ko, ma la sua Italia è viva e risponde presente dopo amichevoli tutt’altro che brillanti. Ora, però, si fa sul serio.

spalletti-donnarumma-2 Le pagelle di Italia-Albania (2-1): debutto ok

Pagelle Albania

Strakosha 7 – Ottimi gli interventi su Frattesi e Scamacca, trasmette sicurezza a tutto il reparto. 

Hysaj 5,5 – Chiesa è un cliente scomodissimo, nonostante lo conosca bene di fatto non riesce mai a fermarlo. Un’intera gara a rincorrere.

Djimsiti 6,5 – Il migliore della retroguardia albanese, l’atalantino lavora bene su Scamacca e con esperienza chiude diversi varchi.

Ajeti 6 – Anche il collega di reparto se la cava bene, sebbene a tratti sembri mostrare qualche tentennamento. Nel complesso, non demerita.

Mitaj 5,5 – Si prende in consegna Frattesi e specialmente nella prima frazione va in difficoltà, nella ripresa respira di più sebbene in avanti l’apporto sia nullo.

Asllani 6 – Discreta prestazione da parte del centrocampista dell’Inter, che con buona personalità tocca diversi palloni e si propone in fase offensiva.

Ramadani 5,5 – Arduo impostare con l’aggressività italiana dopo il gol incassato, subisce il ritorno d’onda e non dirige il traffico come dovrebbe.

Bajrami 6 – Per una frazione di secondo manda in estasi il popolo albanese, infrangendo ogni record con il gol più veloce della storia dell’Europeo. Poco a poco si spegne, senza creare più pericoli (87′ Muçi s.v.).

Asani 5,5 – Pochissimi spunti degni di nota, nella sfida con l’esperienza di Di Lorenzo ne esce sempre sconfitto. Troppo poco per fare male (69′ Hoxha 5,5 – La musica non cambia, va in evidenza solo per un cartellino giallo evitabile).

Broja 5 – Troppo solo là davanti, stretto nella morsa non emerge mai e tocca pochissimi palloni. Non entra a servizio della squadra (76′ Manaj 6 – Entra e per poco non realizza la rete del 2-2, contenderà la titolarità a Broja).

Seferi 5 – Di fatto nullo in avanti, si perde Bastoni in marcatura in occasione dell’1-1. Poco movimento, troppo compassato e senza cambi di passo in grado di accendere la miccia (68 Laçi 5 – Un fantasma, svanisce tra le maglie avversarie).

Allenatore: Sylvinho 5,5 – Il piano tattico è chiaro: difesa estrema e ripartenze. Il gol iniziale non serve a sovvertire le sorti dell’incontro, la sua squadra anzi si schiaccia troppo e non riesce più a colpire in contropiede. L’azione nel finale non basta, nemmeno i cambi portano gli effetti sperati.

bajrami-sassuolo Le pagelle di Italia-Albania (2-1): debutto ok

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui