Le pagelle di Juventus-Atalanta (2-2): pareggio pirotecnico!

0

La Juventus è in crisi profonda con l’Atalanta pareggia 2-2, vedremo tra poco le pagelle. Primo tempo orribile per i bianconeri che subiscono il gol di Koopmeiners; nel secondo tempo la Juve la ribalta con Cambiaso e Milik, ma spreca tutto lasciandosi raggiungere nuovamente da Koopmeiners. Per Gasperini e Allegri è un’occasione persa per la corsa alla Champions League. Per entrambe è un’occasione sprecata per la corsa ai posti in Champions.

Le pagelle di Juventus-Atalanta

Prima di analizzare le pagelle dei giocatori e degli allenatori di Juventus-Atalanta, proponiamo quella sull’arbitro.

Arbitro: Marco Guida 6,5 – La partita è molto fisica e dinamica, ma gestisce bene i cartellini e le valutazioni dei falli. Per oggi polemiche evitate in un match ad alta tensione per ciò che c’era in ballo.

Pagelle Juventus

Szczesny 5 – Beffato da Koopmeiners due volte e probabilmente se lo sognerà tutta la notte. ll primo gol è talmente bello e difficile da parare, mentre sul secondo forse poteva fare di più.

Gatti 5 – Anche lui ha bisogno di ritrovarsi, perché qualcosa non torna. Qualche errore di troppo e nel finale manca l’appuntamento con il gol.  

Bremer 5 – Il brasiliano oggi è la brutta copia del super difensore visto a Napoli. Sul 2-2 deve probabilmente prendersi qualche responsabilità.

Danilo 5 Il carattere e l’atteggiamento non si discute, ma anche lui sta commettendo troppi errori. La tenuta difensiva sembra essere compromessa. 

Cambiaso 6 – Un dilemma da risolvere per il mister: cosa è successo a questo ragazzo? Primo tempo orribile e senza estro, ,mentre nel secondo tempo si sveglia e trova anche il gol (83′ Weah s.v.). 

McKennie 7 – L’unica nota positiva della Juventus. Ha una spalla rotta eppure corre, lotta e grazie a lui i bianconeri trovano ben due gol con due assist dell’americano (88′ Yildiz s.v.). 

Locatelli 6 – Inizia molto bene nella gestione della palla con tocchi veloci e anche lanci precisi. Purtroppo in fase offensiva c’è molto da rivedere, ma ormai il Locatelli dell’Europeo con Mancini ormai sembra scomparso nel passato.

Miretti 4 – C’è sempre qualcosa che manca nelle sue prestazioni. Qualche volta la precisione nel passaggio o la finalizzazione. Ha tanto potenziale, ma è lui stesso a rovinarsi le partite. Oggi ha un’occasione per pareggiare e spreca nuovamente (76′ Nicolussi Caviglia 4 – Venti minuti di errori e in cui sembra un pesce fuor d’acqua nel campo. Tanti errori e sembra di rivedere Nonge a Napoli). 

Iling Junior 5 – Rispetto al primo tempo di Napoli ha meno fantasia e meno occasioni per pungere. Si sveglia nel secondo tempo con la rimonta bianconera, ma non sembra essere collegato con i compagni, che non sfruttano i suoi cross (83′ Alex Sandro s.v.).

Chiesa 6,5 – Crea qualcosa, ma oggi nelle ripartenze la Juventus ha difficoltà a finalizzare. Molto bene nel secondo tempo per grinta e carattere, ma manca la finalizzazione in porta. Salvabile insieme a McKennie. 

Milik 6 – Da premiare il gioco fisico, anche se le occasioni che hanno bisogno di essere corrette in futuro. Poca precisione e poca forza. Nel secondo tempo trova il gol che porta in vantaggio la Juventus (76′ Kean 4 – Venti minuti di gioco in cui non si rende utile a nulla. Il ritorno meno atteso in un momento di crisi).

Allenatore: Massimiliano Allegri 4 – La Juventus ha questo difetto: aggressione per quindici minuti, poi stacca la spina e lascia giocare gli altri. La difesa ormai sembra vulnerabile, sta sbagliando i cambi e questa continua paura di giocare con il 4-3-3 danneggia la Juve. Scelte tattiche molto discutibili che non si riescono a comprendere, come schierare Yildiz a due minuti dalla fine.

Pagelle Atalanta

Carnesecchi 6 – Anche lui osservato speciale, compie una bella parata su Miretti. Purtroppo viene travolto da due gol bianconeri su cui difficilmente può fare qualcosa.

Scalvini 5 – Partita altalenante, in cui prova a farsi notare. Sul gol di Cambiaso rovina una partita quasi sufficiente (66′ Toloi 6 – Nulla da segnalare, aiuta nell’assalto finale della Juventus evitando la disfatta).

Djimsiti 6 – Qualche errore, ma rispetto ai compagni di reparto riesce a regalare un assist a Koopmeiners.

Hien 5 – Che sia un giocatore con grandi margini di miglioramento lo sa anche Gasperini, ma deve ancora entrare nel mondo Atalanta. Oggi nei due gol presi dalla dea si nota come debba migliorare in atteggiamento e decisione.

Zappacosta 5,5 – Va bene che aveva contro Iling, che sembrava spento, ma non è riuscito ad approfittare di questo vantaggio (66′ Hateboer 5 – A parte il cartellino giallo, su quella fascia non cambia nulla rispetto a tutta la partita).

Pasalic 6,5 – Sicuramente una prestazione buona in cui dà una mano al centrocampo e porta a casa un assist che contribuisce ai gol realizzati dall’Atalanta.

Ederson 6 – Grande talento che però sembra non essere più quello visto a inizio stagione. Oggi fa un compitino e non eccelle nell’impostazione di gioco. 

Ruggeri 5 – Incide poco, soprattutto in fase offensiva, non riuscendo nemmeno a contenere Cambiaso nel secondo tempo (88′ Bakker s.v.).

Koopmeiners 7,5 – Si fa notare per una Juventus futura e lo fa veramente in grande stile. Doppietta che lo conferma uno dei centrocampisti più forti della nostra Serie A.

De Ketelaere 6 – Pochi errori in una partita in cui cerca principalmente di fare assist giocando lontano dall’area (88′ Miranchuk s.v.).

Scamacca 6 – Qualche chance sprecata c’è, ma si fa perdonare conquistando il fallo su cui nasce il gol di Koopmeiners. Ha grande potenziale, ma se non riesce a incidere in questi match, non so Spalletti come potrà contare su di lui (57′ Lookman 6 – Non commette errori, ma non riesce nemmeno a impaurire la difesa bianconera. Una sola azione sprecata).

Allenatore: Gian Piero Gasperini 6 – Oggi non la migliore Atalanta per estetica tattica, ma comunque si dimostra cinica. Può essere utile in Europa, ma non sempre. Qualcosa da rivedere assolutamente in difesa e nell’atteggiamento, perchè grazie a Koop oggi evita un “Atalanta-Bologna, parte 2”.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui