Le pagelle di Juventus-Benevento (0-1): i bianconeri sbattono contro il Benevento

0

Clamorosamente la Juventus cade in casa contro un modesto Benevento, perdendo una partita che, sicuramente, ha pregiudicato definitivamente la corsa al decimo Scudetto di fila. La sfida tra Juventus e Benevento ha dimostrato, ancora una volta, i limiti strutturali dei bianconeri. Per gli uomini di Filippo Inzaghi invece, è stata una vittoria storica, ma allo stesso tempo fondamentale per raggiungere l’obiettivo salvezza (ecco di seguito le pagelle di Juventus-Benevento).

Dopo la buona prova col Cagliari, la compagine bianconera non è riuscita a vincere la quarta gara di fila, giocando senza idee e con poca grinta. Alla fine, agli ospiti, è bastato un solo tiro in porta su grave errore in fase di costruzione dal basso di Arthur, per portare a casa i 3 punti.

Considerando i 10 punti di distacco dalla capolista Inter, la Juventus dice definitivamente addio allo Scudetto. Ora la Vecchia Signora dovrà cercare di terminare la stagione conservando la qualificazione alla prossima Champions, provando a vincere la finale di Coppa Italia. Ecco le pagelle di Juventus-Benevento.

Le pagelle di Juventus-Benevento

Prima di analizzare le pagelle delle due squadre, andiamo a commentare la prova del direttore di gara.

Arbitro: Abisso 4,5- Prova da rivedere per l’arbitro della sezione di Palermo. Giusto annullare il rigore dato ai bianconeri nel primo tempo, ma commette un grave errore non fischiando lo stesso per il fallo in area su Chiesa. Per questo il suo voto cala in queste pagelle di Juventus-Benevento.

Ora, dunque, eccoci arrivati alle pagelle di Juventus-Benevento.

Le pagelle dei bianconeri

Szczesny 6 – Inoperoso per tutta la partita, non può niente sull’inaspettato gol degli ospiti.

Danilo 5 – Nonostante la tanta intraprendenza per creare superiorità numerica in fase offensiva, si divora due gol davanti alla porta. Disattento nel correre in avanti sul passaggio in area di Arthur, dal quale poi scaturisce il gol del Benevento.

De Ligt 5,5 – La sua gara è caratterizzata da un paio di errori banali a causa dei quali gli avversari sarebbero potuti passare in vantaggio molto prima. Prestazione non da lui.

Bonucci 6 – Messo diverse volte in difficoltà da Lapadula, il capitano bianconero gioca comunque una partita difensiva con pochi rischi, provando, senza successo, a dare la scossa alla squadra nel momento de bisogno. 

Bernardeschi 4,5 – Il numero 33 della Juventus commette errori banali per tutto il corso della partita. Passaggi sbagliati in orizzontale, traversoni indecenti e non solo, sono la dimostrazione di come questo giocatore non sia da Juventus. Dovrebbe cominciare a prendere in considerazione di cambiare casacca, per provare a rilanciare una carriera che rischia di subire un tracollo inaspettato.

Chiesa 5,5 – Meno intraprendente del solito, l’esterno ex Fiorentina non viene quasi mai servito, merito soprattutto della marcatura a uomo di Improta su quel lato. Prova ad alternarsi con Kulusevski, ma senza successo.

Rabiot 5 – Il centrocampista francese sembra quasi non essere in partita. Recupera un paio di palloni in fase di non possesso, ma per il resto, il nulla totale (73′ Bentancur 5,5- Appena tornato dopo la positività al Covid, entra in un momento particolare della gara, non riuscendo a dare una mano alla squadra. Cambio inutile).

Arthur 3 – A causa di quel passaggio in area verso Danilo, arriva il gol di Gaich. Il voto bassissimo in queste pagelle di Juventus-Benevento, è dovuto in gran parte a quell’errore, tenendo conto anche delle tante altre disattenzioni nel corso del match. Partita da dimenticare (73′ McKennie 5,5- Entra per provare a creare maggiore densità in un’area di rigore piena di giocatori giallorossi. Ancora alle prese col problema all’anca, non riesce a dare una mano alla squadra).

Kulusevski 5 – L’esterno svedese, classe 2000, ha sicuramente tanta strada davanti, ma al momento sta deludendo le aspettative. Troppo testardo e prevedibile sul lato destro, sbaglia tanto, e pare sempre indeciso su ciò che deve fare. La paura di sbagliare gli sta giocando brutti scherzi in questo periodo. 

Morata 5 – Si rende pericoloso nel primo tempo con un tiro arrivato da uno dei suoi soliti tagli in profondità, e ben parato da Montipò. Si divora però un gol già fatto buttando la palla sulle tribune dello Stadium. Scomparso del tutto nel secondo tempo.

Cristiano Ronaldo 6,5 – Il migliore in campo nelle file della Vecchia Signora. Il fuoriclasse portoghese sembra essere l’unico a creare problemi alla retroguardia campana. Va vicinissimo al gol nel primo tempo, e nel secondo è l’unico a credere nel recuperare il gol di svantaggio. Forse è proprio vero che questa squadra non è al suo livello.

Le pagelle di Juventus-Benevento (0-1): i bianconeri sbattono contro il Benevento

Allenatore: Andrea Pirlo 5 – Nonostante avesse avuto quasi una intera settimana per preparare la partita, l’allenatore bianconero non è stato in grado di dare una scossa alla squadra. Se la tua squadra non riesce a vincere tre partite di fila in campionato, e se non riesce a segnare almeno un gol ad una compagine modesta come il Benevento capace di subirne 57 fino ad ora, allora la tua squadra non merita di lottare per lo Scudetto. Le assenze, e il calcio di rigore non dato non sono più una giustificazione. Per il mister bresciano è arrivato il momento di dare una precisa identità ai suoi giocatori, se vuole evitare un disastro.

Le pagelle degli ospiti 

Montipò 7,5 – Il portiere giallorosso para di tutto e di più. Buone le sue parate nel primo tempo, ottime quelle nei secondi 45′. Grande protagonista di questa partita: è anche merito suo se il Benevento ha portato a casa tre punti fondamentali per la salvezza.

Tuia 6,5 – Grandissima prova, come tutto il reparto difensivo della squadra campana. Il difensore trentenne si comporta da grande veterano e riesce ad arginare le azioni offensive dei giocatori bianconeri.

Caldirola 6,5 – Il difensore ex Werder Brema comanda alla grande tutta la difesa. Prestazione autorevole.

Barba 6,5 – L’ammonizione presa ad inizio primo tempo, non condiziona il suo match. Buoni interventi in scivolata puliti, senza rischiare. Anche lui, come i suoi compagni di reparto, da premiare per l’impegno e la determinazione nel vincere una partita storica.

Improta 6,5 – L’ex giocatore del Bari tiene benissimo in marcatura Chiesa. Gara di grande sacrificio e 6,5 assolutamente meritato per un giocatore di caratteristiche più offensive che difensive.

Hetemaj 7 – Il centrocampista finlandese gioca d’esperienza, e con carattere, guida la sua squadra al successo. Partita di quantità, con nessun errore, e con un atteggiamento aggressivo (83′ Dabo – S.V)

Viola 6,5 – Il capitano del Benevento gioca una gara attenta e con poche sbavature. 

Ionita 6 – L’ex centrocampista del Cagliari è stato il giocatore che ha brillato di meno rispetto ai suoi compagni di reparto. Prestazione comunque sufficiente e di quantità e qualità. Bravo nel mettere ordine in mezzo al campo.

Foulon 5,5 – L’esterno di Inzaghi rischia parecchio dopo la rete dello 0-1 per il fallo su Chiesa. Diverse imprecisioni costringono l’allenatore a cambiarlo per evitare altre disattenzioni (73′ Tello 6- Entra bene a gara in corso. Partita attenta per il colombiano, prezioso è il suo contributo per difendere il vantaggio).

Gaich 7 – Match che sarà difficile da dimenticare per il centravanti argentino ex CSKA Mosca. Grande contributo nella prima frazione per lui, soprattutto in fase di non possesso, furbo invece nel secondo tempo nel sfruttare il passaggio sbagliato in area di Arthur, portando la sua squadra in vantaggio. Hombre del partido (83′ Di Serio – S.V.)

Lapadula 6,5 – L’attaccante di origine peruviane, è autore di una gara di sacrificio, lottando su ogni pallone, mettendo in difficoltà la retroguardia bianconera soprattutto nei primi 45′. Scompare un po’ nel secondo tempo, ma la sua resta comunque una grande gara (73′ Caprari – S.V. L’attaccante del Benevento non si rende protagonista di alcuna giocata per guadagnarsi un voto in queste pagelle di Juventus-Benevento).

Le pagelle di Juventus-Benevento (0-1): i bianconeri sbattono contro il Benevento

Allenatore: Filippo Inzaghi 8 – L’ex giocatore della Juventus, vince per la prima volta nella sua carriera da allenatore, contro i bianconeri. Prepara la partita sfruttando i punti deboli dei padroni di casa, facendo tenere loro palla, e giocando di difesa e ripartenza. Mette in campo una squadra compatta, con un 3-5-2 che si trasforma in fase di non possesso in un 5-3-2, lasciando pochissimi spazi in area di rigore agli avversari, e chiudendo gli esterni. L’allenatore delle Streghe si merita un 8 pieno in pagella. Grazie a questa vittoria ha dimostrato che, battere la Juventus dopo 9 anni di dominio incontrastato, non è più impossibile. 

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui