Le pagelle di Juventus-Cremonese (2-0): bianconeri secondi

0
Le pagelle di Juventus-Cremonese (2-0): bianconeri secondi

Termina 2-0 per la Juventus il posticipo domenicale della 25° giornata di Serie A contro la Cremonese. Dopo il pareggio nella semifinale di andata di Europa League, i bianconeri centrano la terza vittoria di fila in campionato salendo al secondo posto in classifica. Un successo importante che consolida il piazzamento alla prossima Champions per gli uomini di Massimiliano Allegri. A decidere la gara ci pensano nella ripresa l’ex di serata Nicolò Fagioli servito da una grande giocata di Chiesa sulla sinistra, e Bremer al rientro dall’infortunio. La serata della Vecchia Signora, però, è rovinata dall’ennesimo stop muscolare di Pogba partito per la prima volta titolare. Passiva invece la prova generale di una Cremonese ormai ad un passo dalla retrocessione. Ecco le pagelle di Juventus-Cremonese.

Le pagelle di Juventus-Cremonese

Prima di analizzare le pagelle dei protagonisti di Juventus-Cremonese, diamo una valutazione all’operato del direttore di gara.

Arbitro: Daniele Chiffi 6 – Complice anche l’andamento della gara il fischietto della sezione di Padova controlla senza troppi intoppi l’incontro. Pochi gli errori commessi, ma resta qualche dubbio su un fallo in area di rigore di Sernicola ai danni di Iling-Junior.

Pagelle Juventus

Perin 6 – Serata da spettatore non pagante per l’ex estremo difensore del Genoa autore di un paio di parate fin troppo semplici.

Gatti 6 – L’eroe della gara contro il Siviglia è protagonista di 90′ di normale amministrazione. Gli ospiti attaccano poco quanto niente, ma lui si fa comunque trovare attento e concentrato. Sufficienza meritata in queste pagelle di Juventus-Cremonese.

Bremer 7 – Assente giovedì, il centrale brasiliano trova la quinta rete stagionale chiudendo definitivamente i giochi. Argina senza troppi problemi le rare sortite offensive della compagine lombarda.

Danilo 6 – La sterilità offensiva degli avversari gli fa vivere una serata tranquilla in fase difensiva. Da buon braccetto di sinistra si sovrappone spesso e volentieri in avanti creando superiorità numerica.

Cuadrado 5,5 – Il colombiano pare fin troppo prevedibile sulla destra. I difensori lombardi gli sbarrano spesso e volentieri la strada e lui non riesce ad incidere come ci si aspetta. Si becca un’ammonizione evitabile che lo costringerà a saltare la trasferta di Empoli (83′ Barbieri s.v.).

Fagioli 7 – Uno dei grandi protagonista della cavalcata della Cremonese in Serie A della passata stagione, potrebbe aver scritto la condanna dei grigiorossi in cadetteria. L’ex di giornata apre i giochi con un bolide imparabile per Carnesecchi. Si riscatta dopo alcune prestazioni non all’altezza.

Paredes 6,5 – Altro calciatore alla ricerca di riscatto per una stagione complessivamente deludente, l’argentino gioca una partita pulita e priva di sbavature. In mezzo al campo innesca spesso e volentieri gli attaccanti con un paio di palloni illuminanti per provare a scardinare la compatta difesa avversaria.

Rabiot 6,5 – Poco nel vivo del gioco nei primi 45′, la sua prova cresce col passare dei minuti nella seconda frazione. Tenta prima l’arma del tiro da fuori ben respinto da Carnesecchi, divorandosi poi due gol su inserimenti in area di rigore. Sfortunato in una delle ultime occasioni dell’incontro con Chiriches che gli nega la gioia personale salvando sulla linea.

Chiesa 6,5 – Ci mette un po’ ad entrare in partita anche a causa del continuo raddoppio di marcatura su di lui. Appena si accende, l’esterno con la maglia n°7 dimostra di saper ancora fare la differenza. Le sue accelerazioni nella ripresa creano qualche grattacapo alla difesa avversaria. Suo l’assist per il gol dell’1-0 (66′ Iling-Junior 6 – Conferma le ultime ottime uscite garantendo vivacità e intraprendenza sulla fascia).

Pogba 6 – Trova finalmente la sua prima maglia da titolare in una stagione contraddistinta da troppi infortuni, ma dopo nemmeno 20′ è costretto a dare forfait. Con la palla tra i piedi è chiaramente di un’altra categoria come dimostrato anche nelle ultime uscite stagionali, ma l’ennesimo stop muscolare lo costringe all’uscita anzitempo dal campo. Annata da dimenticare (24′ Milik 6 – Ingresso sul rettangolo di gioco poco convincente da parte del centravanti polacco che rientra dagli spogliatoi con un piglio diverso. Attacca spesso e volentieri la profondità entrando nel vivo della manovra. Da una sua sponda arriva la rete del definitivo 2-0; 83′ Kean s.v.).

Vlahovic 5 – Sgomita di continuo contro la difesa grigiorossa senza riuscire a sfondare e a riscattare il gol a porta vuota divorato in Europa League. Fin troppo prevedibile, Chiriches prende sin da subito le misure sul serbo incapace di intendersi con Milik (66′ Di Maria 6,5 – Gli bastano pochi minuti per mettere in mostra il suo enorme talento. Innesca Milik con una giocata da urlo, ma il suo gol viene annullato per questione di millimetri. Palla tra i piedi disegna calcio, e non solo. Emblematico il suo aiuto in copertura a Barbieri sulla bandierina con i suoi già avanti 2-0).

Allenatore: Massimiliano Allegri 6,5 – Terza vittoria di fila e secondo posto agganciato per i suoi. Contro un’avversaria inferiore sulla carta, ma alla ricerca di punti preziosi in ottica salvezza, la Juventus trova qualche difficoltà di troppo nell’attaccare l’area di rigore ben difesa dagli ospiti. Nella ripresa Chiesa si accende e i suoi trovano il gol che mette sui giusti binari l’incontro. Ottima gestione e vittoria meritata. Ora testa al Siviglia per provare a tenere vive le speranze di terminare una stagione complicata con un trofeo. Domanda lecita: era veramente necessario inserire Pogba dall’inizio conoscendo le condizioni fisiche del francese?

20230514_234137 Le pagelle di Juventus-Cremonese (2-0): bianconeri secondi

Pagelle Cremonese

Carnesecchi 6 – Abbastanza incolpevole su entrambi i gol, si rende protagonista di un paio di interventi alla portata per tenere il più possibile a galla i suoi.

Ferrari 5,5 – Inizia bene la partita in marcatura su un cliente non facile del calibro di Chiesa, ma col passare dei minuti inizia a soffrire la velocità e intraprendenza dell’esterno bianconero (67′ Buonaiuto 5,5 – Entra per dare maggiore vivacità ad un reparto offensivo fin troppo sterile, ma pochi minuti dopo, il raddoppio firmato da Bremer rovina i suoi i sogni di gloria).

Lochoshvili 6 – Il georgiano argina gran parte delle sorite offensive degli avversari garantendo compattezza al reparto (70′ Sernicola 5 – Si fa sovrastare da Bremer in marcatura su calcio d’angolo nell’azione del definitivo 2-0. Troppo molle).

Chriches 7 – Migliore in campo tra le fila grigiorosse, il centrale rumeno prende sin da subito le misure su Vlahovic annullando l’attaccante serbo. Ribatte colpo su colpo le avanzate dei padroni di casa mettendo a disposizione tutta la sua esperienza. Si prende sulle spalle la difesa, ma non basta per uscire dal campo con un risultato positivo. L’ultimo a mollare come dimostrato dal salvataggio sulla linea su tiro a porta sicura di Rabiot.

Vásquez 5,5 – Bene nel corso dei 45′, non riesce a fermare un imprendibile Chiesa sull’azione del primo gol bucando l’anticipo.

Quagliata 6 – Tiene a bada Cuadrado dalla sua zona di campo svolgendo bene il compito affidatogli da mister Ballardini. Ci si aspettava una maggiore spinta in proiezione avanzata, ma si concentra sulla fase difensiva (46′ Valeri 6 – Ci prova con un paio di occasioni dalla distanza senza però impensierire Perin. Il suo ingresso garantisce più vivacità sulla fascia sinistra).

Benassi 6 – Prova senza lode e senza infamia per l’ex centrocampista della Fiorentina. Garantisce un importante contributo in copertura guadagnandosi la sufficienza in queste pagelle di Juventus-Cremonese (67′ Castagnetti 6 – Poco servito, si limita al “compitino” in una gara complicata per i suoi).

Meité 6 – Fa da filtro tra difesa e centrocampo garantendo un prezioso aiuto in copertura. Recupera un paio di palloni mal gestiti però dal reparto offensivo.

Galdames 5,5 – Prova opaca e nel completo anonimato per il classe ’96. Mai chiamato in causa in proiezione avanzata, si limita a dare una mano in fase difensiva.

Afena-Gyan 5,5 – Inserito nell’undici titolare per sfruttare la sua imprevedibilità e vivacità in contropiede, l’ex Roma non riesce mai a sfondare contro la difesa avversaria. Importante comunque il suo aiuto in copertura (46′ Ciofani 5,5 – Entra per dare maggiore peso e fisicità all’attacco grigiorosso, ma non viene quasi mai cercato dai suoi compagni).

Okereke 5 – L’eroe di San Siro trova pochissimi spazi per scatenarsi in situazione di ripartenza. A pochi minuti dal primo vantaggio bianconero, ha subito l’occasione di rimettere il punteggio in parità su traversone di Ferrari, ma non ci crede abbastanza.

Allenatore: Davide Ballardini 5 – Come prevedibile, prepara la partita sfruttando la compattezza della sua difesa e le difficoltà dei padroni di casa in fase di possesso. L’idea non è male come dimostrato dallo 0-0 di fine primo tempo, ma il calcio è uno sport nel quale oltre a difendere bisogna che attaccare. Inserisce due velocisti del calibro di Afena-Gyan e Okereke per colpire gli avversari in contropiede, ma con scarsi risultati. Nella ripresa l’ingresso di un centravanti “di peso” come Ciofani non cambia un reparto offensivo troppo sterile. Perdere all’Allianz Stadium ci sta, ma vista la situazione di classifica ci si aspettava una gara più coraggiosa da parte dei suoi.

20230514_234200-e1684100851260 Le pagelle di Juventus-Cremonese (2-0): bianconeri secondi

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui