Coppa Italia: le pagelle di Juventus-Frosinone (4-0): bianconeri in semifinale

0

La Juventus vola in semifinale di Coppa Italia e regala un’altra serata di show abbattendo il Frosinone per 4-0 grazie alla tripletta di Milik (protagonista assoluto delle pagelle) e la rete di Yildiz. La banda di Massimiliano Allegri vola in semifinale dove affronterà la Lazio. Una partita a senso unico e che i bianconeri hanno dominato nettamente. Dopo oggi i bianconeri sono dei seri candidati alla vittoria del torneo. Per i ciociari una brutta caduta dopo aver eliminato agli ottavi il Napoli e che contro l’Atalanta dovranno provare a rialzare la testa. Per la Juventus adesso testa alla sfida contro il Sassuolo. 

Le pagelle di Juventus-Frosinone

Prima di analizzare le pagelle dei giocatori e degli allenatori di Juventus-Frosinone, proponiamo quella sull’arbitro.

Arbitro: Sacchi 6,5 – Dopo le polemiche di ieri andava evitata un’altra serataccia di polemiche. Buona la valutazione del rigore con contatto Lirola-Miretti e anche sulla simulazione di Gatti. Benissimo anche sul gol annullato a Milik. 

Pagelle Juventus

Perin 6,5 – Stasera due ottime parate rassicuranti: una su Harroui e una su Barrenechea. Qualche rischio all’inizio, ma poi si riprende e si gode la partita. 

Gatti 6,5 – Niente errori, sicurezza e grande fisicità che sbaraglia ogni tentativo del Frosinone, mentre in fase offensiva si trasforma in un terzino aggiunto o un attaccante sui calci piazzati. 

Bremer 7 – Devastante, preciso e non concede nulla. Nel primo tempo effettua un recupero su Kaio Jorge che fa esplodere lo Stadium con un boato simile a un gol. 

Danilo 6,5 – Oggi niente mea culpa per il brasiliano, che è stato attento e preciso, ma ha anche provato a contribuire alla fase offensiva. 

Weah 6,5 – Prima parte calmo, poi prende fiducia e si lancia all’attacco sfiorando un gol simile a quello contro la Salernitana e sulla destra diventa un tormento per Garritano (71′ Cambiaso 6 – Sfiora il gol del 5-0, ma anche da febbricitante sembra aver la riserva di carburante per dare una mano alla Vecchia Signora).

McKennie 9 – L’americano domina e si prende la scena. Oggi infermabile. Palla attaccata ai piedi, energia infinita e due assist che sono solo la prova di come Allegri sia riuscito a far resuscitare questo giocatore. Manca solo il gol. 

Locatelli 6,5 – Qualche errore di manovra, ma questa sera riesce anche a essere fantasista in zone più ravvicinate alla porta. Ci mette lo zampino creando l’azione che porta al 3-0 (62′ Nicolussi Caviglia 7 – Oggi sfiora il gol, ma riesce a dominare in mezz’ora il centrocampo sbagliando pochi palloni e dando lezioni di regia. Crescita esponenziale).  

Miretti 7 – Dopo le due partite con la Salernitana conferma l’ottimo stato di forma. Guadagna il rigore che porta in vantaggio la Juventus e si conferma abile nella manovra bianconera e nello stretto. Serve continuità (62′ Iling Junior 6 – Diciamo che la mezz’ala non è il suo ruolo, ma oggi anche per lui è solo riscaldamento, dopo che la partita era già decisa). 

Kostic 6 – Leggermente meglio dopo la brutta prestazione di Salerno. Se non riesce a incidere in fase offensiva, si rivela fondamentale nel mantenere l’equilibrio e dare una mano in difesa. 

Milik 10 – Oggi non ha sbagliato nulla. Si prende la scena dello Stadium tornando al gol. Non solo per i tre gol, ma anche perchè lotta e vince ogni duello, crea spazio e aiuta la Juventus nella manovra (62′ Vlahovic 6 – Dopo Salerno si concede una mezz’ora di riposo. Qualche ottima giocata e solo un’azione su cross dalla destra).   

Yildiz 7,5 – Anche quando sembra che non possa incidere, da vero cacciatore aspetta il giusto momento per colpire e realizza un altro gol capolavoro (78′ Nonge s.v.). 

Allenatore: Allegri 7,5 – La Juve in coppa è un bello spettacolo, ma avrà bisogno di conferme. Dopo aver strapazzato la Salernitana, il Frosinone diventa la vittima dei quarti. Netti miglioramenti in fase offensiva e anche in difesa si torna a casa finalmente con quello 0 che sta per reti subite. 

Pagelle Frosinone

Cerofolini 4 – Assediato totalmente dall’esercito bianconero con quattro colpi da che lo mandano ko. 

Romagnoli 4,5 – Nel secondo gol della Juventus è posizionato male e stasera riesce solo ad evitare in un’occasione la rete a Weah. 

Okoli 4 – Su Milik la sua marcatura è inutile, perché non riesce mai ad anticiparlo e il polacco si porta a casa il pallone. 

Lusuardi 5,5 – Sicuramente non il peggiore dei tre perché regge per quasi 70 minuti Yildiz e si dimostra abile nella lotta. 

Garritano 4 – Vittima sacrificale che viene sovrastata da Weah, che lo mette in confusione  e lo fa uscire dalla partita. 

Brescianini 5 – Da segnalare il suo salvataggio sulla linea che nega la gioia del gol a Kostic. Partita generosa la sua.  

Mazzitelli 4 – Primo tempo di corsa e lotta, prova a prendersi la squadra sulle spalle per mettere paura la Juventus. Cala e regala il 3-0 gestendo male il pallone (60′ Barrenechea 6 – L’unica occasione del secondo tempo proviene dal suo colpo di testa, ma Perin riesce a bloccarlo).

Lirola 3 – Il fallo su Miretti che regala il rigore alla Juventus è veramente banale. Non entra mai in partita (79′ Bonifazi s.v.).

Harroui 6 – Prova a tenere in vita i gialloblù e nel primo tempo si mostra anche abbastanza pericoloso per Perin (60′ Gelli 6 – Prova a dare una mano alla squadra, ma la sua partita è sola lotta e corsa). 

Ibrahimovic 5 – Nel primo tempo qualche lampo e un’occasione in area, ma Perin non sembra essere impaurito dai suoi tentativi (46′ Soulè 3 – Inserito per provare a mettere paura alla Juventus, ma viene cancellato del tutto. Non sembra nemmeno essere sceso in campo).

Kaio Jorge 4 – Ci si aspettava molto dal ragazzo brasiliano, anche per stuzzicare la fantasia di quei dirigenti bianconeri che stanno lavorando per la Juve del prossimo anno. Purtroppo è un fantasma oggi (79′ Cheddira s.v.). 

Allenatore: Di Francesco 5 – Parte per fare l’impresa, ma viene travolto dall’uragano appena mette piede allo Stadium. C’è da premiare che questa squadra anche sotto i colpi dei bianconeri non molla e va a cercare il gol che potrebbe rianimarlo. 

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui