Le pagelle di Juventus-Sassuolo (3-0): Vlahovic in stato di grazia!

0

Sesta vittoria consecutiva tra campionato e Coppa Italia per la Juventus che in occasione della partita che chiude la 20° giornata di Serie A, si sbarazza senza troppi problemi del Sassuolo. Grande protagonista di serata è ancora una volta Dusan Vlahovic autore di una doppietta prima con una conclusione dalla distanza, poi con una bellissima punizione che batte un incolpevole Consigli. Tra le fila neroverdi, invece, gli unici a creare qualche pericolo ai bianconeri sono Laurienté e Berardi, ma Szczesny si fa trovar pronto. Nella ripresa la Vecchia Signora gestisce l’incontro fino a trovare la rete che chiude la pratica firmata da Chiesa subentrato al posto di un ottimo Yildiz. Ecco le pagelle di Juventus-Sassuolo.

Le pagelle di Juventus-Sassuolo

Prima di analizzare insieme le pagelle dei protagonisti di Juventus-Sassuolo, proviamo a dare una valutazione all’operato del direttore di gara.

Arbitro: Marco Piccinini 6 – Partita amministrata senza problemi dal fischietto della sezione di Forlì. Tende a non spezzettare troppo il gioco lasciando correre quanto possibile rendendo piacevoli i 90′. Complice anche il risultato vive 90′ senza intoppi.

Pagelle Juventus

Szczesny 6,5 – Protagonista in negativo all’andata, l’estremo difensore polacco non si fa impensierire da due tiri pericolosi di Laurienté. Determinante, invece, una sua parata su conclusione improvvisa di Berardi che avrebbe potuto riaprire la sfida.

Rugani 6 – Prova pulita e priva di sbavature per il n°24 bravo nel ribattere colpo su colpo le avanzate della compagine emiliana. Sufficienza meritata in queste pagelle di Juventus-Sassuolo.

Bremer 6,5 – Se Pinamonti non tocca mai palla il merito è anche della stretta marcatura riservatagli dal centrale brasiliano. Sempre più a comando della retroguardia bianconera, argina gran parte delle sortite offensive degli ospiti.

Danilo 6,5 – Da buon capitano mette a disposizione del reparto esperienza e solidità rendendosi fondamentale soprattutto nel finale con un paio di anticipi decisivi sugli attaccanti neroverdi.

Cambiaso 6 – Meno efficace nel puntare l’uomo nell’uno contro uno, resta comunque importante il suo apporto in copertura. La sua duttilità lo rende ormai un calciatore imprescindibile nello scacchiere tattico di mister Allegri (87′ Alex Sandro s.v.).

Miretti 6,5 – In un buon momento di forma, il classe 2003 è determinante nell’azione dell’1-0 prima nel recuperar palla, e successivamente nel regalare a Vlahovic il suo ottavo centro stagionale. In crescita nelle ultime uscite (58′ Weah 5,5 – Poco attento in un paio di situazioni di gioco, Chiesa gli regala un cioccolatino solo da scartare, ma il figlio d’arte non ne approfitta a dovere spedendo in tribuna la sua conclusione).

Locatelli 6,5 – Fondamentale nei recuperi in fase difensiva, in mezzo al campo l’ex di serata smista palla con grande precisione garantendo qualità e quantità. Nel finale veste anche i panni dell’assist-man per il gol del definitivo 3-0 firmato da Chiesa.

Rabiot 6 – Rientrato dall’infortunio, il centrocampista francese prova ad entrare nel tabellino marcatori sul finire di primo tempo, ma la sua conclusione viene bloccata da Consigli.

Kostic 6 – Prova senza lode e senza infamia per l’ex esterno dell’Eintracht importante nel dare una mano dietro a difesa del doppio vantaggio. Con i suoi pronti a ripartire in contropiede, insiste parecchio sulla sinistra nel corso della ripresa (81′ Iling Junior s.v.).

Yildiz 6,5 – Coraggio, vivacità e intraprendenza. Il giovane talento turco è sempre nel vivo del gioco dando l’impressione di potersi rendere pericoloso da un momento all’altro. Parte spesso dalla sinistra puntando l’uomo nell’uno contro uno e creando diversi grattacapi agli avversari con le sue accelerazioni (58′ Chiesa 7 – Il n°7 bianconero ha voglia di spaccare il mondo e lo dimostra subito con una conclusione dalla distanza terminata alta dopo una bella combinazione con Vlahovic. La sua grande voglia viene premiata mettendo a referto il suo settimo centro in Serie A).

Vlahovic 8 – Apre le danze con una bellissima conclusione dalla distanza mettendo a segno la sua seconda rete di fila in campionato. Il centravanti serbo è in stato di grazia e lo dimostra siglando la doppietta personale con una punizione imparabile per Consigli. Torna finalmente a dare continuità rendendosi determinante e prendendosi la copertina(81′ Milik s.v.).

Allenatore: Massimiliano Allegri 7 – Una Juventus propositiva e bella da vedere nei primi 45′ e in totale gestione nella ripresa. La Vecchia Signora riscatta del tutto la pesante sconfitta dell’andata andando incontro ad una vittoria fondamentale per tenere testa alla capolista Inter. Contro la cosiddetta “ammazza-grandi”, i suoi chiudono la pratica già nella prima frazione grazie ad un Vlahovic da urlo, alla sua nona gioia in stagione. In fase difensiva i bianconeri si prendono pochi rischi dando la dimostrazione di essere una squadra solida e matura.

Le pagelle di Juventus-Sassuolo (3-0): Vlahovic in stato di grazia!

Pagelle Sassuolo

Consigli 5 – Non impeccabile sul primo gol dell’incontro, è totalmente incolpevole sulla punizione ben calciata da Vlahovic per il 2-0 dei padroni di casa. Non esente da colpe nemmeno in occasione del definitivo 3-0.

Pedersen 6 – Parecchio intraprendente in proiezione avanzata macina tanti chilometri sulla destra mostrando un paio di belle combinazioni con Berardi. In fase difensiva, invece, limita senza troppi problemi Kostic.

Erlic 5,5 – Più in affanno del solito questa sera, il centrale croato si becca un’ammonizione che porta mister Dionisi a fare meno di lui nella ripresa (46′ Tressoldi 5,5 – Entra sul rettangolo di gioco marcando a stretto contatto Vlahovic, ma sbaglia completamente i tempi dell’anticipo in occasione della terza rete siglata dai bianconeri).

Ferrari 5 – Nell’azione del primo vantaggio bianconero il capitano del Sassuolo sbaglia il passaggio in uscita permettendo a Miretti di recuperar palla. Prova a rifarsi con il passare dei minuti tenendo a bada gli attaccanti avversari, ma per un calciatore della sua esperienza è un errore da evitare.

Viti 5,5 – Il difensore di proprietà del Nizza viene inserito nell’undici titolare nel ruolo di terzino sinistro. Una posizione non nelle sue corde e nella quale soffre le ripartenze dei bianconeri dalla sua zona di campo (74′ Missori s.v.).

Boloca 6 – Prezioso nel dare una mano in copertura, il centrocampista rumeno garantisce qualità in mezzo al campo. Recupera anche diversi palloni rendendosi decisivo in contrasto su Vlahovic su una ripartenza dei padroni di casa. Nonostante la sconfitta si porta a casa una sufficienza in queste pagelle di Juventus-Sassuolo.

Matheus Henrique 5 – Poco concentrato in occasione dell’azione che porta alla prima rete della gara. Protagonista negativo di serata, pecca di superficialità anche in occasione del terzo e ultimo gol di Madama perdendo una palla sanguinosa al limite dell’area di rigore.

Berardi 6,5 – Prova ad iscriversi alla partita nella ripresa per accorciare le distanze con una conclusione di mancino che spaventa i piemontesi. Svaria per tutto il fronte offensivo dando maggiore qualità al reparto offensivo e più soluzioni per riaprire la sfida. Letale nelle ripartenze, sfoggia le sue doti balistiche, ma Szczesny gli nega la gioia personale (70′ Castillejo 5,5 – Entra per dare maggiore freschezza in avanti, ma l’ex Milan non incide nei pochi minuti a disposizione).

Thorstvedt 5,5 – Costretto spesso e volentieri ad arretrare il baricentro per ricevere palla in fase offensiva, il norvegese fatica a rendersi pericoloso (70′ Volpato 5,5 – Come tutto il reparto offensivo, anche il classe 2003 non trova i giusti spazi per creare grattacapi alla retroguardia bianconera).

Laurienté 6 – Il più pericoloso dei suoi nel corso dei 45′, mette a dura prova Szczesny in due occasioni. La sua prestazione, però, cala drasticamente nella ripresa (84′ Mulattieri s.v.).

Pinamonti 5 – Quasi mai servito dai suoi all’interno dell’area di rigore, ci prova con un colpo di testa che però non crea pericoli agli avversari.

Allenatore: Alessio Dionisi 5 – Fin troppo arrendevole il Sassuolo incapace di reagire al doppio vantaggio juventino nel primo tempo. Tornati alla vittoria contro la Fiorentina nell’ultimo turno dopo esser rimasti a secco per oltre un mese, gli emiliani crollano sotto i colpi dei padroni di casa complicando la situazione in classifica. L’ex tecnico dell’Empoli prova a modificare l’assetto tattico nella ripresa. I suoi prendono il pallino del gioco senza però creare abbastanza pericoli per riaprire la partita. Alla fine, la sconfitta è più che meritata, e i soli due punti di vantaggio dalla zona retrocessione suonano come campanello d’allarme.

Le pagelle di Juventus-Sassuolo (3-0): Vlahovic in stato di grazia!

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui