Le pagelle di Lazio-Atalanta (1-4): Gomez incanta l’Olimpico

0
Le pagelle di Lazio-Atalanta (1-4): Gomez incanta l’Olimpico

Altra prestazione spettacolare dell’Atalanta, che nel recupero della prima giornata di campionato batte la Lazio 1-4 all’Olimpico. Partita mai veramente in discussione, con il primo tempo che termina 0-3 per i bergamaschi proprio come nello scorso campionato; la Lazio prova la reazione ad inizio ripresa accorciando le distanze, ma il quarto gol dei nerazzurri chiude la pratica. 6 punti in due partite in trasferta, 8 gol segnati: per la Dea non poteva esserci inizio migliore.

Lazio travolta sugli esterni; Marusic e Lazzari non aiutano la difesa, che viene attaccata ovunque dalle incursioni degli avversari: Patric e Radu disattenti, Acerbi unico baluardo. Luis Alberto e Milinkovic steccano, Caicedo lotta. 

L’Atalanta non è più una sorpresa, così come questo tipo di vittorie di larga misura. La difesa tiene, Hateboer e Gosens sono inarrestabili e Gomez incanta l’Olimpico: prestazione straordinaria dell’argentino, leader carismatico e tecnico del gruppo.

Procediamo di seguito con le pagelle di Lazio-Atalanta 1-4.

Arbitro Maresca 5 – Impone da subito un chiaro metro di giudizio ma è esagerato nella sua applicazione; lascia da subito correre troppo creando un clima nervoso tra i giocatori. Il gol del vantaggio dell’Atalanta rimane con qualche dubbio, ma il VAR non può intervenire in un caso non così eclatante.

Pagelle Lazio

Strakosha 5,5 – Non ha grandi responsabilità sui gol, gli avversari arrivano da tutte le parti. Rivedibile con i piedi.

Patric 4,5 – Non riesce ad arginare gli inserimenti di Gosens o le avanzate di Gomez; regala al Papu la palla dello 0-3. 

Acerbi 7 – Annulla Zapata con la sua fisicità, una vera e propria impresa. Salva quel che può e suona addirittura la carica quando i compagni crollano.

Radu 4,5 – Hateboer non gli lascia scampo nei primi due gol, colpevolmente disattento (58′ Bastos 5,5 – Mette qualche pezza in maniera un po’ confusa).

Lazzari 5 – Non aiuta mai la difesa e Gosens ha vita facile. Spreca malamente davanti a Sportiello una grande occasione (70′ D. Anderson 5,5 – Da apprezzare la volontà e l’impegno, non riesce a creare molto).

Milinkovic-Savic 5 – Troppo lento e compassato stasera per tenere il ritmo degli avversari, non incide (70′ Akpa Akpro 5,5 – Come Anderson ci mette tanto impegno senza dare una vera e propria svolta all’andamento della gara).

Lucas Leiva 5,5 – Lotta finché può, ma quando la stanchezza si fa sentire arriva spesso in ritardo e diventa falloso (49′ Cataldi 5 – Prima da regista e poi da interno di centrocampo non dà la qualità di cui la squadra aveva bisogno).

Luis Alberto 5 – Inizia bene con qualche giocata delle sue, poi si perde nel nervosismo generale e sparisce dalla partita (70′ Escalante 5,5 – Nemmeno lui lascia un grande impatto).

Marusic 4,5 – Perde in entrambe le fasi il duello con Hateboer, è assente sul gol dell’atalantino e non punge quando attacca.

Immobile 5 – Inizio pimpante, poi si perde tra le strette maglie della difesa nerazzurra e non riesce più a dare profondità alla squadra. Sbaglia l’occasione del possibile 2-3.

Caicedo 6 – Se le dà di santa ragione con i difensori dell’Atalanta e litiga spesso con Maresca; veloce e astuto nel siglare il gol della bandiera.

Allenatore Inzaghi 4,5 – Da Gasperini ha preso 10 gol negli ultimi 3 incroci di campionato, qualcosa non va. I due esterni di centrocampo sono spesso in ritardo nelle chiusure e le conseguenze sono visibili. Ha in ogni caso ragione ad aspettarsi qualcosa dal mercato, i giovani non bastano.

Pagelle Atalanta

Sportiello 6,5 – Due ottimi interventi e una buona uscita su Immobile. Prova convincente.

Djimsiti 6 – Fa sentire il fisico e l’aggressività agli attaccanti laziali. Grezzo ed efficace (46′ Romero 6 – Inizio timido, poi si riprende e si adatta ai movimenti difensivi di reparto).

Toloi 6,5 – Personalità e puntualità negli interventi, importantissimo.

Palomino 6,5 – Vince la gara di sportellate con Caicedo ed Immobile per gran parte del match, una certezza.

Hateboer 7 – Puntuale nell’assist, straordinario nel gol. Energia inesauribile anche quando deve difendere.

Pasalic 6 – I suoi inserimenti non sortiscono effetto, ma fa la sua parte a centrocampo (56′ De Roon 6 – Da equilibrio e detta i tempi dopo qualche minuto di sbandamento).

Freuler 6 – Tanta corsa e quantità, svaria per tutto il centrocampo. 

Gosens 7 – L’intesa con Hateboer è perfetta; si scambiano gol e assist a vicenda e non rallentano un attimo (90′ Mojica s.v.)

Malinovsky 6,5 – Meno esplosivo del solito ma comunque prezioso nella manovra. Sbaglia poco e niente. 

Zapata 5 – Unica nota stonata dell’Atalanta, costantemente anticipato e fermato da Acerbi (82′ Lammers s.v.)

Gomez 8 – Al solito lavoro di regista, avanzato e non, aggiunge due gol di pregevole fattura. Uno spettacolo. Incanta l’Olimpico (82′ Muriel s.v.)

Allenatore Gasperini 8 – Altro capolavoro, squadra che gira a meraviglia come negli scorsi due anni. La lotta scudetto questa volta potrebbe essere concreta e reale.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui