Le pagelle di Lazio-Bayern Monaco (1-0): primo atto ai biancocelesti

0

Coraggio, umiltà e compattezza difensiva. Bastano questi tre ingredienti alla Lazio per aggiudicarsi l’andata degli ottavi di finale di Champions League contro il Bayern Monaco. Nonostante gli sfavori iniziali dei pronostici, i biancocelesti riescono ad avere la meglio di misura ai danni dei bavaresi giocando una partita al limite della perfezione. Gli uomini di Sarri rischiano poco quanto niente nel corso dei 90′ guadagnandosi il penalty decisivo su una situazione di ripartenza ben orchestrata da Felipe Anderson, e che provoca il rosso diretto ai danni di Upamecano. A realizzare magistralmente il calcio di rigore è ancora una volta un Ciro Immobile autore di una prova di grande sacrificio. Ora però, ci sarà da battagliare e ripetersi in vista del ritorno all’Allianz Arena. Ecco le pagelle di Lazio-Bayern Monaco.

Le pagelle di Lazio-Bayern Monaco

Prima di analizzare insieme le pagelle dei protagonisti di Lazio-Bayern Monaco, proviamo a dare una valutazione all’operato del direttore di gara.

Arbitro: François Letexier 8 – Partita perfettamente amministrata da parte del fischietto francese bravo nel non spezzettare troppo l’incontro rendendole piacevole. Corretta la decisione di non assegnare penalty ai bavaresi per presunto fallo di Gila ai danni di Musiala. Assolutamente giusto, invece, il calcio di rigore concesso ai biancocelesti con annesso rosso a Upamecano per brutto fallo su Isaksen.

Pagelle Lazio

Provedel 6 – Lo scarso e raro cinismo degli ospiti lo portano a vivere una serata da spettatore non pagante.

Marusic 6 – Prova senza lode senza infamia per il terzino montenegrino sempre attento nel contenere le scorribande avversarie. Sufficienza meritata in queste pagelle di Lazio-Bayern Monaco.

Gila 7 – Determinante nell’arginare Musiala su situazione di contropiede nei primi 45′ e su un traversone tagliente proprio alla ricerca del fuoriclasse del Bayern deviato in angolo. Uno dei migliori questa sera tra le fila dei biancocelesti, prende in mano il reparto difensivo garantendo solidità (80′ Patric 6 – Entra con grande determinazione ribattendo colpo su colpo le ultime avanzate dei bavaresi).

Romagnoli 6 – Garantisce sicurezza alla retroguardia capitolina arginando un paio di sortite offensive avversarie. Una prestazione pulita e priva di errori da matita rossa per l’ex centrale del Milan.

Hysaj 6 – Gioca una partita solida a livello difensivo riuscendo a tenere a bada un cliente scomodo come Sané. Nel secondo tempo, però, è costretto a dare forfait (61′ Lazzari 5,5 – Convincente il suo approccio iniziale, meno quello nei minuti finali dove mostra di essere abbastanza in confusione).

Guendouzi 6,5 – Garantisce ordine e qualità sul rettangolo di gioco rischiando poco la giocata e soprattutto dando un contributo prezioso alla fase difensiva. In ripiegamento, infatti, il transalpino recupera diversi palloni importanti rendendosi protagonista di una prova di alto livello.

Cataldi 6,5 – Inserito pochi minuti prima del fischio d’inizio causa l’infortunio durante il riscaldamento di Vecino, non fa rimpiangere le assenze di Rovella e dell’uruguaiano. Sarri gli affida le chiavi del centrocampo non deludendo le aspettative. Fa da filtro comportandosi quasi da difensore aggiunto, e dando una mano preziosa in copertura.

Luis Alberto 6,5 – Il soprannome di Mago calza a pennello per lo spagnolo capace di dare prova delle sue grandi doti tecniche nel corso della prima frazione. Crea la prima vera palla-gol per i suoi con una conclusione che, però, non impensierisce Neuer. Meravigliosa l’imbucata a cercare il taglio di Isaksen nella ripresa (81′ Kamada s.v.).

Isaksen 6,5 – Il giovane esterno danese gioca con coraggio e intraprendenza provando con la sua agilità a dare filo da torcere alla difesa avversaria. Nella ripresa ha anche la possibilità di portare i suoi in vantaggio, ma non sfrutta a dovere la bellissima palla di Luis Alberto perdendo l’attimo nell’uno contro uno con Neuer (74′ Pedro 6 – Ha la possibilità di siglare la rete del 2-0, ma il suo tiro è troppo debole per sorprendere l’estremo difensore avversario).

Immobile 7,5 – Cerca di fare il possibile nell’attaccare i fisici centrali teutonici arretrando spesso e volentieri il baricentro per permettere l’inserimento dei centrocampisti e rimanere nel vivo della manovra. Il calcio di rigore realizzato magistralmente mette la ciliegina sulla torta ad una prova di grande sacrificio (74′ Castellanos s.v.).

Felipe Anderson 6,5 – Fondamentale nel dare una mano in ripiegamento, proprio in una di queste situazioni il brasiliano recupera palla aprendo il contropiede che porta al vantaggio dei capitolini. Nel finale, inoltre, ha tra i piedi la palla del raddoppio, ma la spreca trovando la deviazione della difesa tedesca.

Allenatore: Maurizio Sarri 8 – Forse una delle migliori partite della gestione Sarri sulla panchina della Lazio quella vista in questa magica e indimenticabile notte di Champions. I suoi si rendono protagonisti di una prova di coraggio, umiltà e compattezza: ciò che basta per avere la meglio sui temibili bavaresi. Una gara al limite della perfezione che mostra ancora una volta la capacità di adattarsi alle caratteristiche dei calciatori a disposizione da parte del tecnico toscano. Non è il classico gioco spumeggiante e propositivo della parentesi di Napoli, ma è una prova solida e d’orgoglio che premia il lavoro di un allenatore troppo spesso criticato!

Le pagelle di Lazio-Bayern Monaco (1-0): primo atto ai biancocelesti

Pagelle Bayern Monaco

Neuer 6,5 – Compie un mezzo miracolo su tiro a porta sicura di Isaksen, ma viene spiazzato da Immobile in occasione del calcio di rigore dell’unico gol della sfida.

Mazraoui 5,5 – Soprattutto nel corso del secondo tempo prova spesso a sovrapporsi in avanti non dando però l’apporto sperato alla disperata ricerca del pareggio.

Upamecano 4 – Fa prevalere la sua prestanza fisica per contenere un cliente scomodo del calibro di Immobile. Allo stesso tempo si rende protagonista di un paio di sbavature che avrebbero potuto costar caro ai suoi. La sua serata negativa termina anzitempo causa rosso diretto estratto ai suoi danni per un brutto intervento ai danni di Isaksen che provoca il rigore dell’1-0.

Kim 6 – Anche l’ex centrale del Napoli contiene bene il centravanti della Nazionale dando solidità al reparto. Se i padroni di casa riescono poche volte a trovarsi nei paraggi di Neuer è anche merito del sudcoreano.

Guerreiro 6 – Tuchel si affida alla sua duttilità per sostituire la pesante assenza di Davies, e l’ex Borussia Dortmund risponde presente con una prova tutto sommato di buon livello. Nonostante la sconfitta si porta a casa la sufficienza in queste pagelle di Lazio-Bayern Monaco.

Kimmich 6 – Dopo nemmeno 2′ dall’inizio della partita spaventa i padroni di casa con una conclusione terminata per loro fortuna al lato. Come sempre garantisce ordine e qualità in mezzo al campo.

Goretzka 5,5 – Solita prova di sostanza per il n°8 bavarese. In alcune circostanze sfrutta i suoi precisi tempi di inserimento in area di rigore per creare densità. Scompare gradualmente dal vivo del gioco, però, durante la ripresa (73′ de Ligt s.v.).

Sané 5,5 – Dopo una prima mezz’ora di gioco in chiaro-scuro, l’ex Manchester City sfiora la gioia personale su sviluppi di calcio di punizione, ma il suo tiro finisce di poco al lato. Per il resto dell’incontro, invece, non trova i giusti spazi per mettere in mostra la sua agilità nell’uno contro uno (81′ Tel s.v.).

Müller 5 – Spazia su tutto il fronte offensivo per non dare punti di riferimento ai capitolini. Complice anche la compatta linea difensiva avversaria, incide poco quanto niente all’interno del match (81′ Choupo-Moting s.v.).

Musiala 6,5 – Il più vivace del reparto offensivo bavarese, la giovane stella tedesca grazie al suo immenso talento crea qualche grattacapo alla difesa biancoceleste. Spaventa gli avversari sul finire di primo tempo con una conclusione ravvicinata terminata alta sopra la traversa.

Kane 5 – Si divora ad inizio gara una clamorosa occasione da gol ad inizio partita. Un errore non da lui al quale segue un colpo di testa nella ripresa tale da non impensierire Provedel. Questa volta perde nettamente il duello tra bomber con Immobile.

Allenatore: Thomas Tuchel 5 – Un momento delicato e di crisi totale per il Bayern caduto per la terza volta negli ultimi quattro incontri disputati. Dopo il pesante 3-0 di Leverkusen, arriva un passo falso che potrebbe costare caro ai bavaresi. Una sconfitta arrivata nella competizione vista al momento come unica fonte di salvezza ad una stagione nettamente deludente. Oltre ad un tipo di gioco al limite della noia caratterizzato da scarso cinismo sotto-porta come dimostrato dalle due clamorose occasioni di Kane e Musiala, i suoi mostrano anche una scarsa reazione dopo il gol subito. Sono infatti zero i tiri nello specchio per una squadra dal grande potenziale offensivo. Intanto la panchina dell’ex allenatore del Chelsea è sempre più in bilico.

Le pagelle di Lazio-Bayern Monaco (1-0): primo atto ai biancocelesti

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui