Le pagelle di Lazio-Bologna (2-1): sempre nel segno di Immobile

0

Riportiamo le pagelle del match Lazio-Bologna. Allo Stadio Olimpico la Lazio di Sarri vince una partita rocambolesca, dopo due espulsioni la decide Ciro Immobile. 

Le pagelle di Lazio-Bologna

Prima delle pagelle di giocatori e allenatori di Lazio e Bologna; riportiamo quella del direttore di gara.

Massimi 4 – Per distacco la peggior prestazione di questa giornata. Non vede un tocco di mano clamoroso del portiere della Lazio fuori area. Alterna un metro arbitrale inglese a uno estremamente fiscale. Molto male. 

Pagelle Lazio 

Maximiano 4 – Peggio di cosi era impossibile cominciare. Dopo sei minuti raccoglie il pallone con le mani un metro fuori dalla sua area, follia. 

Lazzari 7 – Nettamente il migliore in campo. Indiavolato come lo abbiamo visto raramente: corre, lotta e protesta. Dal suo tiro/cross nasce l’autogoal di De Silvestri (83′ Hysaj s.v.). 

Patric 6 – Nonostante l’inferiorità numerica la retroguardia biancoceleste regge l’urto. Fatica i venti minuti successivi al rosso per Maximiano. 

Romagnoli 6 – L’ex capitano del Milan supera l’emozione e gioca una buona partita, era l’uomo che serviva disperatamente a Sarri. 

Marusic 5,5 – Si limita al compitino, quando viene ristabilita la parità numerica spinge insieme a Zaccagni ma non si rende mai pericoloso. 

Milinkovic-Savic 6 – Gioca una delle peggiori partite da quando è alla Lazio, poi il colpo di genio. Imbucata che mette Immobile, che non sbaglia, davanti al portiere (83′ Vecino s.v.). 

Cataldi 5,5 – Complice l’inferiorità numerica non riesce a bilanciare la sua squadra come al solito, anche a livello fisico corre tanto ma a vuoto. (65′ Luis Alberto 6,5 – Nonostante le solite voci di mercato prende in mano il gioco e cambia i ritmi della partita). 

Basic s.v. – (6′ Provedel 6 – Si fa trovare sempre pronto quando il Bologna si fa vedere). 

Felipe Anderson 5,5 – Oggi in versione svogliata, fatica molto e si fa vedere pochissimo. Probabilmente è quello che paga di più la partita di sacrificio (83′ Cancellieri s.v.). 

Immobile 7 – Impressionante. Un pallone, un goal. Questo giocatore si conferma come sempre una sentenza. La Lazio vola grazie al suo capitano. 

Zaccagni 6,5 – Nonostante il fallo ingenuo su Sansone è uno dei più positivi, ogni volta che punta l’uomo può succedere qualcosa. Sarà dura per Pedro. 

Allenatore: Sarri 6,5 – Oggi ha dimostrato di non essere un allenatore tutta teoria e tattica. La sua squadra ha carattere, pure tanto. Vince una partita complicatissima. 

Pagelle Bologna

Skorupksi 6 – Sull’autogol di De Silvestri è incolpevole, sul goal di Immobile anche sfortunato. Riesce a deviarla ma la palla rotola piano piano in rete. 

Soumaoro 4 – Insieme all’arbitro e a Maximiano il peggiore in campo. 45 minuti di pura follia. In otto minuti riesce a farsi graziare prima e poi prendersi il rosso, ci sono anche colpe di Sinisa che non lo ha sostituito. 

Medel 6 – Come sempre un gladiatore in mezzo ai suoi compagni. Sul secondo goal anche lui probabilmente poteva fare qualcosa di più.

Lykogiannis 5,5 – Viene schierato braccetto di sinistra, non il suo ruolo. Si rende pericoloso sui calci piazzati (65′ Kasius 6 – Si unisce alla difesa del goal di vantaggio, gioca una buona partita). 

De Silvestri 5 – Colpevole di riaprire, involontariamente, la partita. Si trova nel posto sbagliato al momento sbagliato. Per il resto solita partita ordinata. 

Dominguez 6 – Deve contrastare un fenomeno come Milinkovic-Savic e ci riesce, lo limita anche fisicamente. Lotta su tutti i palloni e si fa sentire anche dai suoi compagni (74′ Barrow 5,5 – Entra per creare pericoli. Oltre ad un tiro alto non si vede mai.).

Schouten 6,5 – Uno dei migliori in campo per gli emiliani. Deve sostituire Svanberg e lo fa alla grande. Sia in fase di non possesso che in fase di possesso è sempre protagonista. 

Cambiaso 5 – Lazzari dalla sua parte gli fa venire l’emicrania, non l’esordio che sognava. Su di lui peserà per tutta la stagione il ballottaggio con Lykogiannis (84′ Vignato s.v.). 

Soriano 6 – Non è il Soriano di due anni fa, ma neanche quello della stagione passata. Gioca una partita pulita e si fa vedere anche in avanti (64′ Aebischer 6 – Entra nel momento peggiore della partita per i suoi, lotta e ci prova). 

Sansone 6,5 – Gioca un tempo e lo fa da protagonista. Si guadagna il calcio di rigore ed è sempre uno dei più pericolosi dei suoi (46′ Bonifazi 5 – Entra dopo il rosso al suo compagno di reparto, non riesce a incidere). 

Arnautovic 7 – Fa decisamente il suo. Trasforma l’unico pallone che ha in tutta la partita. Bravo ad esserci mentalmente dopo la trattativa sfumata con lo United. 

Allenatore: Mihajlovic 5,5 – Ha la colpa di non sostituire un nervosissimo e poco concentrato Soumaro, per il resto è sempre un ottimo Bologna.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui