Le pagelle di Lazio-Cagliari (1-0): la decide Pedro

0
Le pagelle di Lazio-Cagliari (1-0): la decide Pedro

Di seguito le pagelle della sfida tra Lazio Cagliari, anticipo della quattordicesima giornata del campionato di Serie A. Il match è terminato 1-0.

Le pagelle di Lazio-Cagliari

Prima di entrare nel merito delle pagelle dei protagonisti del match tra Lazio Cagliari, ecco un giudizio sull’arbitraggio del direttore di gara della sfida, il signor Federico Dionisi

Arbitro: Dionisi 5,5 – Il VAR lo salva sulla lettura sbagliata dell’intervento da ultimo uomo di Makoumbou su Guendouzi.

Pagelle Lazio

Provedel 6,5 – Inoperoso per 45′: i sardi sono raramente pericolosi nel primo tempo. Stesso leitmotiv anche nella ripresa. Fino al miracolo nel finale su Pavoletti, che salva il risultato.

Lazzari 6 – La spinta è sempre costante, così come la caparbietà: da una sua pressione nasce l’erroraccio di Hatzidiakos, dal suo piede parte la palla che porta al gol di Pedro. Rischia l’harakiri a tempo scaduto col folle retropassaggio che manda in porta Oristanio.

Patric 6 – Non soffre particolarmente, se non in un breve momento della prima frazione: si destreggia con esperienza.

Gila 6,5 – Presente, lucido, attento e anche efficace: ottima prestazione, a non far rimpiangere i grandi assenti.

Marusic 6,5 – Propositivo in avanti, attento in un paio di chiusure determinanti in fase difensiva: prestazione a tutto campo.

Guendouzi 6 – I suoi inserimenti sono sempre potenzialmente pericolosi: uno di questi porta all’espulsione dello sciagurato Makoumbou. Tende a toccare qualche volta di troppo la palla.

Rovella 6 – Più lotta che governo, più interdizione che impostazione: non sarà il massimo in regia, ma si fa sentire con il fisico (46′ Cataldi 6 – Più controllo del pallone rispetto al predecessore, senza particolari guizzi).

Luis Alberto 6 – Un po’ incostante: alterna giocate raffinate ad altre un po’ troppo scolastiche, per uno con le sue qualità. Costretto al cambio per infortunio (56′ Kamada 6 – Seppur ancora lontano dagli standard visti in Germania, è comunque utile in inserimento).

Isaksen 6,5 – Dinamismo infinito, rapidità di movimenti e di pensiero molto utili; fa ammattire Hatzidiakos, si accentra e prova anche il tiro. Può essere molto più di una riserva (82′ Vecino S.V).

Immobile 6 – Si muove davvero tanto, offrendo sostegno alla manovra della sua squadra. Anche se, poi, non tira quasi mai in porta (70′ Castellanos 5 – Si divora da 2 metri il gol del raddoppio 30″ dopo il suo ingresso. E dopo un paio di minuti se ne divora un altro davanti a Scuffet. Non proprio incisivo).

Pedro 6,5 – Le sue capacità di inserimento sono note a tutti, e riemergono nuovamente stasera: proprio così ritrova il gol in campionato. Si divora, però, il 2-0 a tu per tu con il portiere dei sardi (70′ Felipe Anderson 6 – Un paio di folate offensive con dei cross potenzialmente interessanti, non sfruttati dai compagni).

Allenatore: Maurizio Sarri 6 – Al di là del punteggio, è ottimo l’approccio dei suoi, come testimonia il gol nei primi 10′. Forse si abbassa un po’ troppo la squadra dopo mezz’ora, magari non osa più di tanto, ma alla fine la gestisce senza troppi problemi. 

Pagelle Cagliari

Scuffet 6,5 – Tiene in vita i suoi nel primo tempo con un gran intervento su Pedro.

Goldaniga 5,5 – Non legge bene gli inserimenti di Pedro dalle sue parti, denotando un po’ di mancanza di lucidità (82′ Nandez S.V).

Dossena 6 – Deputato alla marcatura a uomo su Immobile, non si fa disprezzare e cerca di tenere dritta la barra.

Hatzidiakos 4,5 – Da quel lato soffre le pene dell’inferno sin dall’inizio: Isaksen è una spina nel fianco, al resto ci pensa lui con il pessimo intervento da cui nasce il vantaggio laziale. Sostituito dopo appena mezz’ora (32′ Sulemana 6,5 – Difende molto meglio del predecessore, ma soprattutto è protagonista di una chiusura eccezionale su Castellanos).

Zappa 6 – Dal suo lato la squadra crea le occasioni più interessanti: un paio di cross che i compagni non sfruttano a dovere.

Prati 6,5 – Regge praticamente da solo il centrocampo: lotta, rincorsa e anche qualità nei passaggi (88′ Pavoletti S.V.).

Makoumbou 4 – Sciagurato nella totale mancanza di lucidità che lo porta alla trattenuta su Guendouzi, che lascia i suoi compagni in inferiorità numerica.

Azzi 5,5 – Non dà il giusto supporto in fase difensiva ad Hatzidiakos, anche se prova a farsi vedere con continuità in attacco.

Viola 6 – Un paio di passaggi molto interessanti in profondità, uno dei quali non sfruttato da Lapadula. Sostituito all’intervallo (46′ Oristanio 5,5 – Impalpabile, fatica a trovare la giusta posizione e non gioca bene i pochi palloni a disposizione. Ha la palla del pareggio a tempo scaduto, ma non concretizza il regalo di Lazzari).

Lapadula 5,5 – Si muove molto, su questo non c’è dubbio. Però la qualità non è pregevole, soprattutto palla al piede. Si fa notare per un colpo di testa fuori di poco. Sostituito già dopo mezz’ora (32′ Luvumbo 5,5 – Chiamato a gara in corso a mettere in campo tutta la sua imprevedibilità: non lo fa con grande costanza).

Petagna 5,5 – Non fa valere quasi mai la sua fisicità, rivelandosi alquanto lento nei movimenti e poco lucido nel legare il gioco con la squadra.

Allenatore: Claudio Ranieri 6 – Non ottiene le risposte che cercava: l’approccio è alquanto molle, anche se alla fine sono più gli errori dei singoli che la prestazione in sé a penalizzarlo (anche nelle scelte). 

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui