Le pagelle di Lazio-Frosinone (3-1): Castellanos e Isaksen trascinano la Lazio

0

Ecco le pagelle del match dell’Olimpico Lazio-Frosinone, appena terminato sul risultato di 3-1 per la Lazio. In questo derby regionale andiamo dunque a scoprire quelli che sono stati i migliori ed i peggiori in campo, con i 3 punti che permettono alla Lazio di fare un bel balzo in avanti in classifica ed avvicinare la zona europea. Frosinone invece che può essere soddisfatto della propria prestazione fino al 70′ circa. 

Le pagelle di Lazio-Frosinone

Prima di andare a vedere le pagelle dei protagonisti in campo in Lazio-Frosinone, è il momento di dare un giudizio all’operato del direttore di gara. 

Arbitro: Ermanno Feliciani 6 – Nel vivo del gioco, segue da vicino le azioni. Sicuro e commette pochi errori. Bravo infine ad assegnare il penalty dopo esser stato richiamato dalla VAR sul tocco di mano di Guendouzi. 

Pagelle Lazio

Provedel 6 – Meno impegnato rispetto alle ultime giornate, risponde comunque presente quando il Frosinone si presenta dalle sue parti, può poco sul rigore calciato alla perfezione da Soulè.

Marusic 5,5 – Il montenegrino gioca una partita non buona in entrambe le fasi. Dietro soffre spesso la spinta di Gelli che lo mette in difficoltà e in avanti non sale praticamente mai. 

Patric 6,5 – Buona prestazione la sua, rischia poco, bravo nel gioco aereo e a liberare l’area di rigore in varie occasioni. Trova in girata su corner anche il gol del 3-1. Ormai è una certezza. 

Gila 6 – Prestazione concreta e solida per il difensore che visti gli infortuni di Romagnoli e Casale si sta ritagliando più spazio del previsto. Risponde ancora una volta presente. 

Pellegrini 6,5 – Ottimo il suo apporto alla partita. Buonissima la fase di spinta offensiva dove spesso va a creare sovrapposizioni interessanti e guadagnarsi buone punizioni, ottima anche la fase difensiva, con Soulè che dalle sue parti fatica molto. Esce per un problema muscolare (53′ Hysaj 6 – Entra e la Lazio va subito sotto, poi soffre come tutta la squadra ma alla fine dopo il ribaltamento del risultato sull’asse Isaksen-Castellanos cresce e partecipa anche ad alcune azioni offensive). 

Guendouzi 5 – Il francese parte forte nei primi minuti con tanto pressing ma via via cala di rendimento. Follia poi al 54′ quando colpisce col pugno una punizione battuta da Soulè che regala il rigore al Frosinone. Per sua fortuna ininfluente data la grande rimonta della squadra. Peggiore in campo di queste pagelle di Lazio–Frosinone, insieme a Garritano. 

Rovella 6 – Buona la sua prova in cabina di regia nel centrocampo biancoceleste, anche se manca il guizzo vincente con qualche passaggio più in verticale. Buoni recuperi in fase difensiva (85′ Cataldi s.v.).  

Kamada 5,5 – Sostituisce Luis Alberto nello scacchiere tattico della Lazio e seppur con caratteristiche differenti rispetto a quelle del mago, gioca una partita discreta, va in difficoltà come tutta la squadra dopo il vantaggio dei ciociari (66′ Vecino 6 – Non trova il gol come spesso invece successo in passato ma è prezioso in entrambe le fase il centrocampista uruguagio). 

Felipe Anderson 5,5 – Parte molto forte e sembra particolarmente ispirato, ma è solo un fuoco di paglia. Il brasiliano si spegne nel corso del match sempre più fino al cambio di Sarri all’intervallo (46′ Isaksen 7 – Più nel vivo del match rispetto al brasiliano, trova varie accelerazioni e cross interessanti per i compagni come quello dell’assist dell’1-1 per Castellanos. Poi 2 minuti dopo l’argentino ricambia il favore e lui è freddo a battere Turati per la rete del sorpasso). 

Castellanos 7,5 – L’argentino, titolare vista l’assenza per infortunio di Immobile, gioca una bella partita. Spesso nel vivo della manovra mette in mostra tutte le sue qualità in fase di possesso palla dialogando molto bene coi compagni, nella ripresa poi si inventa con un ottimo stacco aereo la rete dell’1-1 che risolleva la Lazio in un momento di grande difficoltà. Trova poi l’assist per Isaksen che di fatto va a decidere la sfida. Migliore in campo nelle pagelle di Lazio–Frosinone. 

Zaccagni 6,5 – Tra i più ispirati in campo, ogni volta che prende palla sembra poter trascinare la Lazio con le sue giocate. Assist per i compagni, varie conclusioni dalla distanza e corner battuti in maniera pericolosa però non si trasformano in gol. Alla sua prestazione dunque, seppur ottima, manca l’acuto decisivo. In crescita comunque rispetto ai mesi scorsi (85′ Pedro s.v.).

Allenatore: Maurizio Sarri 6,5 – Senza Immobile e Luis Alberto, ha meno soluzioni dal punto di vista qualitativo e realizzativo. Gioca quindi con Castellanos punta centrale che lo ripaga con una prestazione super. Decisivo mettere Isaksen ad inizio ripresa, cambio azzeccato e buon successo dopo aver rischiato un pesantissimo ko interno.

Pagelle Frosinone

Turati 6 – Non molto impegnato, è però pronto a levare dalla porta un’insidiosa punizione di Zaccagni deviata da Soulè e si fa trovare pronto anche in altre circostanze. Battuto 2 volte nella ripresa può poco su entrambe le reti. Para bene nel finale su Castellanos. 

Monterisi 5,5 – Zaccagni gli da un gran lavoro ma al tempo stesso lui resiste e spesso riesce ad arginare il talento biancoceleste. Crolla dal 70′ in avanti come tutta la squadra ciociara. 

Okoli 5,5 – Buona prestazione nel primo tempo per il difensore in prestito dall’Atalanta che però crolla insieme agli altri difensori nel secondo tempo dopo l’uno-due biancoceleste a ribaltare l’iniziale vantaggio di Soulè. 

Romagnoli 5,5 – Come per il suo compagno di reparto, la prestazione è solida e con pochi rischi salvo poi crollare dopo la prima rete della Lazio.  

Gelli 6 – Soffre poco Felipe Anderson e mano a mano che passano i minuti si fa vedere spesso nella metà campo della Lazio e mette dentro l’area biancoceleste vari cross interessanti. Peggio nella ripresa dove dalle sue parti fa molto bene Isaksen. 

Barrenechea 6 – Poca precisione nella sua prova ma molta lotta ed impegno. La prova è dunque positiva seppur priva di ordine in mezzo al campo anche per via del pressing dei centrocampisti biancocelesti che lo limitano. 

Brescianini 6 – Lotta, combatte e spesso va a proporsi in fase offensiva provando anche soluzioni dalla distanza, crolla come il resto della squadra al 70′ (89′ Bourabia s.v.).

Garritano 5 – Prova solida e di sostanza per lui macchiata però dal grave passaggio che apre la strada alla Lazio per il gol del 2-1 che ribalta la gara. L’errore commesso gli vale la palma di peggiore in campo delle pagelle di questo Lazio–Frosinone insieme a Guendouzi (79′ Kvernadze s.v).

Soulè 6,5 – L’argentino non vive una buona serata ed ben contenuto da Pellegrini sulla destra. Ha però il merito di propiziare il rigore con una punizione calciata e poi di trasformarlo spiazzando Provedel (89′ Cuni s.v.).

Kaio Jorge 5,5 – Non riesce a pungere la difesa della Lazio e in alcune circostanze dimostra di non avere il senso della posizione del vero bomber (75′ Cheddira 5,5 – Entra in un momento complicatissimo ma tocca in 20′ veramente pochi palloni).

Harroui 6 – Prova discreta per lui. Lotta bene in fase difensiva, mentre in fase offensiva riesce a dare pochi punti di riferimento svariando molto da destra a sinistra (75′ Caso 5,5 – Stesso discorso fatto per Cheddira, anche lui si vede davvero poco).

Allenatore: Eusebio Di Francesco 5,5 – Il Frosinone gioca bene e passa addirittura in vantaggio al 55′ su rigore. Sembra avere in pugno il match ma poi come i suoi ragazzi si scioglie sull’uno-due firmato Castellanos-Isaksen e non riesce a dare una scossa dalla panchina. 

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui