Le pagelle di Lecce-Udinese (0-2): colpo salvezza dei Friulani!

0

Riportiamo le pagelle del match tra Lecce e Udinese. Al Via Del Mare i giallorossi guidati da Luca Gotti festeggiano, insieme al loro popolo, la salvezza arrivata con ben tre giornate in anticipo. Per i friulani di Cannavaro, invece, arriva una sfida vitale per uscire dalla zona retrocessione per la prima volta dal suo arrivo. Nel primo tempo i bianconeri approcciano decisamente meglio, baricentro alto e grande aggressività per recuperare immediatamente palla. Sblocca il match Lucca con una bella incornata sul cross perfetto di Payero. Nella ripresa dopo l’assalto dei salentini è Samarzdic a chiudere il match con un bel tap in.

Le pagelle di Lecce-Udinese 

Prima delle pagelle dei giocatori e degli allenatori di Lecce e Udinese riportiamo quella del direttore di gara.

Arbitro: Massa 7 – Gestisce bene un match delicato per la corsa salvezza, bravo a tenere sempre lo stesso metro per tutta la partita.

Pagelle Lecce 

Falcone 6,5 – Non compie grandi parate ma è preziosissimo per contrastare i piazzati chirurgici del mancino Samardzic.

Gendrey 5,5 – Sale spesso specialmente nel primo tempo ma quando riceve palla è troppo impreciso, i suoi cross non trovano mai Krstovic in area.

Baschirotto 5 – Si perde completamente la marcatura sul gol di Lucca, paga un secondo di esitazione che però risulta letale per i suoi.

Pongracic 5,5 – Gioca meglio del suo compagno di reparto e limita per quanto può la fisicità di Lucca, bravo anche ad anticipare Success.

Gallo 6 – Quando spinge lo fa sempre con qualità, dal suo mancino nascono le poche occasioni create dai salentini in questa partita.

Ramadani 6,5 – Detta i tempi di pressione e questo permette ai giallorossi di uscire dalla grandissima aggressività dei friulani, spezza tante linee di passaggio.

Blin 5,5 – Nel primo tempo soffre le trame dei centrocampisti dei bianconeri, da quando c’è Gotti si è rivitalizzato e ha riconquistato un ruolo importante  (56′ Berisha 5,5 – Non viene mai coinvolto dai suoi compagni). 

Rafia 5,5 – Davvero troppo poco costante durante l’ora di gioco in cui rimane in campo, entra poche volte nel vivo del gioco dei salentini (56′ Pierotti 6 – Porta più fisicità al reparto offensivo dei suoi).

Alqmvist 5 – Ritrova il posto da titolare per conquistare la fiducia di Gotti, ripaga con una partita davvero troppo anonima e con pochi spunti (72′ Gonzalez 6 – Riesce a mandare in porta Pierotti, risponde bene Okoye).

Krstovic 5,5 – Soffre la fisicità e l’attenzione di un centrale come Bijol, prova a muoversi ma non riesce a legare il gioco come vorrebbe il suo allenatore.

Dorgu 6,5 – Ormai è adattato ad esterno alto, il giovanissimo giallorosso è ancora tra i più propositivi e offre una mano anche in difesa. Prende un giallo evitabile (72′ Oudin 6 – Prova a rendersi pericoloso col suo mancino).

Allenatore: Gotti 6 – Nonostante i festeggiamenti riesce comunque a mettere giù una squadra con voglia, bene anche i cambi.

Pagelle Udinese 

Okoye 6,5 – Nel secondo tempo salva il risultato con una grande parata su Pierotti, sempre attento sulle uscite alte. 

Perez 7 – Nettamente il migliore in campo dei suoi, dominante sulle palle alte e sempre preciso nell’anticipare il suo uomo. Leader. 

Bijol 6,5 – Come Perez gioca una partita di alto livello, prende uomo a Krstovic e lo tiene sempre fuori dalla partita.

Kristensen 6 – Anche lui meriterebbe mezzo voto in più ma nel primo tempo spreca un’occasione clamorosa sotto porta. 

Ehizibue 6 – Corre tanto specialmente nel primo tempo, nel secondo (anche su richiesta di Cannavaro) rimane più bloccato e si concentra a coprire (75′ Ebosele s.v.).

Walace 6 – Prezioso nel chiudere le linee di passaggio dei centrocampisti del Lecce, nel finale si butta su tutti i palloni per mantenere il vantaggio (92′ Zarraga s.v.).

Payero 6,5 – Tanta corsa ma non solo, dal suo piede nasce il cross perfetto su cui Lucca manda in paradiso tutto il Friuli.

Kamara 6,5 – Tantissimo sacrificio e tantissima applicazione per un calciatore anche pericoloso in fase difensiva, bella scoperta.

Samarzdic 7 – Sempre pericoloso sui calci piazzati, nel secondo tempo da un suo inserimento nasce il goal più pesante di tutta la stagione bianconera (92′ Joao Ferreira s.v.).

Success 6,5 – Lavoro sporco che non si vede ma che per i compagni è fondamentale, ripulisce tanti palloni e dialoga bene con Lucca (67′ Pereyra 6 – Il capitano aveva un’autonomia di venti minuti, finisce stremato coi crampi).

Lucca 7 – Il riferimento principale dei suoi sia sui cross che i palloni lunghi, sigla un goal (dei suoi) che a fine anno può risultare decisivo (67′ Davis 6,5 – Altro grande ingresso, da un suo colpo di testa nasce il secondo goal).

Allenatore: Cannavaro 7 – Arriva la prima vittoria da allenatore in Serie a in un momento cruciale della stagione, ora l’Udinese può davvero crederci.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui