Le pagelle di Manchester United Chelsea (4-1): partita a senso unico

0

Le pagelle di Manchester United Chelsea, recupero della 32esima giornata della Premier League 2022/23, sono precedute dalla fotografia della stagione così differente tra i due club. 

A sfidarsi  sono state le squadre allenate da il Manchester United di Erik ten Hag e il Chelsea 

Una partita mai banale quella che andata in scena questa sera all’Old Trafford tra i Red Devils di Erik ten Hag e i Blues di Frank Lampard anche quando, come in questo caso, non sembra esserci molto in palio. 

Il campionato, dopo questa sera, vedrà l’epilogo domenica 28 maggio. Con due partite ancora da giocare il Manchester United gli sarebbe bastato un punto per garantirsi un posto nella prossima Champions League. Tre punti di vantaggio sul Liverpool sono un bottino rassicurante. Una stagione non esaltante, mai al vertice, ma che può ritenersi dignitosa se chiusa nei posti che valgono la prossima Champions League. 

Per il Chelsea c’è veramente poco da salvare in questa stagione. Fuori dai giochi molto in fretta in campionato, i Blues sono dodicesimi e possono aspirare al massimo all’11 posto. Non il massimo che ha una rosa da 1 miliardo di euro con trentadue giocatori e che ha speso 611 milioni di euro nell’ultima campagna acquisti regolare e di riparazione. Il Chelsea sembra una squadra allo sbando con tre sconfitte nelle ultime cinque partite di campionato. Non è una squadra e non lo è stata nemmeno stasera. Tanti solisti che suonano spartiti diversi e alcuni con una qualità altri non all’altezza del palcoscenico. 

Le pagelle di Manchester United-Chelsea

Prima di analizzare le pagelle dei giocatori e degli allenatori di Manchester United e Chelsea, proponiamo quella dell’arbitro.

Arbitro: Stuart Attwell 6 – Il quarantenne arbitro internazionale ha arbitrato con polso senza esagerare. Nei momenti di tensione, nel finale, distribuisce ammonizioni con criterio e non perde il polso della partita. Ottimo. 

Le pagelle di Manchester United Chelsea (4-1): partita a senso unico

Pagelle Manchester United

De Gea 6,5 – Gli avversari gli passano solo vicino e lui deve solo guardare le palle uscire. Qualche parata ordinaria. Comunque molto attento. 

Wan-Bissaka 6 – Gli si chiede quantità ma lui non si limita a questo. Forse ingenuo in alcune uscite dalla fase difensiva, ma sicuramente un giocatore interessante.

Varane 7 – Il suo lancio al 6′ per l’azione del vantaggio del city vale la partita. Ma l’eleganza e la puntualità con cui esegue chiusure difensive sono di una superbe.

Lindelof 6 – Le punte avversarie non danno punti di riferimento e nemmeno grossi pensieri. Ma è molto attento e non si fa portare in giro per il campo.

Shaw 6,5 – Difensore di sostanza di altri tempi. Solido e efficace (46′ Malacia 6 – Stesso piglio e impegno. Risultati uguali).

Casemiro 7 – I tempi di Madrid non sono ancora passati. Qui è anche libero di spingersi più in appoggio nelle azioni offensive. Suo il goal del vantaggio al 6′ minuto. Poi tanta qualità e quantità. Questo è Casemiro.

Eriksen 6,5 – Un piacere vederlo giocare a questi livelli. La qualità è rimasta intatta così come l’intelligenza tecnica. Poco male se la velocità non è più quella di un tempo (70′ Fred 6,5 – Entra con voglia di mostrarsi. Va al tiro e prova l’azione personale. Anche lui entrato bene e con personalità).

Bruno Fernandes 7 – La sua imprevedibilità e la sua grande mobilità sono di grande aiuto ai compagni di reparto (86′ Mc Tominay 6,5 – Con il Chelsea nel pallone e il Manchester all’arrembaggio si butta anche lui alla ricerca di gloria senza fortuna).

Antony 5.5 – Ha il torto di sprecare un break favorevole alla sua squadra scegliendo la soluzione di tiro tra i tanti passaggi possibili. Veloce negli smarcamenti impreciso negli appoggi ai compagni (29′ M. Rashford 7,5 Altra concretezza altra pericolosità altra velocità. Una freccia sulla fascia sinistra che mette in difficoltà la difesa avversaria. Realizza un bel goal con una azione personale).

Sancho 6,5 – Unisce tecnica e velocità con la concretezza che era già sua ai tempi del Dortmund. Tra i più positivi.

Martial 6 –  Confusionario,  evanescente. Commette errori banali un ricordo lontano della promessa di attaccante che era. Al 50′ segna il goal del raddoppio 45% merito di Casemiro, 40% di Sancho. Lui deve solo spingere in porta. Il goal gli vale almeno mezzo punto (70′ Garnacho 6,5 – Ha il merito di entrare nell’azione del rigore che vale il 3-0 e chiude la partita. Altri spunti interessanti. Entrato bene in partita).  

Allenatore: Erik Ten Hag 6,5 – Raggiunge il terzo posto in classifica. Un campionato positivo. Non mancano i margini di miglioramento ma è un allenatore con delle idee.

Pagelle Chelsea

Kepa 5 – Molto bene con i piedi, quasi da difensore aggiunto. Incolpevole sui primi 3 goal. Non sul 4. Qualche parata impedisce un passivo ancora peggiore, ma troppo tardi.

Azpilicueta 6 – Il solito difensore di grande affidamento. Questa sera chiamato agli straordinari per non far strabordare il Manchester United. Ma gioca solo, non di reparto e la colpa non è sua.

Chalobah 5,5 – Apprezzabile per alcuni slanci anche in fase offensiva, in zona difensiva soffre come tutto il reparto.

Fofana 6 – Sempre in difficoltà quando attaccato in velocità. Ma paer lui vale il discorso fatto per gli altri. Non si gioca come squadra ma come singoli.

Hall 6 – Partita senza infamia e senza lode. Fa il suo compito con dedizione senza sbavature.

Chukwuemeka 6 – (82′ Loftus-Cheek 5,5 – Entra nel momento peggiore della squadra e parte della grande confusione che si viene a creare).

Enzo Fernandez 5 – Anche lui gioca una partita tutta sua. Il giocatore esprime qualità ma è fine a se stessa.

Gallagher 4 – Fumoso inconcludente a tratti imbarazzante. Sbaglia anche due possibili azioni da goal (82′ Fofana 5 – Anche lui entra in campo come se la strada dove ognuno deve farsi valere).

Madueke 5,5 – In balia del centrocampo avversario, prova a lottare con convinzione ma e destinato comunque a soccombere (82′ Ziyech – 5 Entra capendo a pieno lo spirito della squadra. Gioca da solo come se non facesse parte di una squadra).

Havertz 6,5 – Le azioni d’attacco passano dai suoi piedi. Sembra avere più idee rispetto ai suoi compagni. Poi gli capita l’occasione da non sbagliare e la mette a lato (65′ Felix 6 – Altra qualità rispetto a tanti suoi compagni. Segna il goal della bandiera sempre con una azione solitaria.

Mudryk 6 – Molto interessante per la sua capacità di corsa e per la conduzione della palla. Se si avvicinasse più alla porta sarebbe più pericoloso (65′ Pulisic 5 – Entra e si fa notare più per le scaramucce con gli avversari che per le giocate). 

Allenatore: Frank Lampard 4 – Si può giocare bene o male, si può vincere o perdere anche male come questa sera. Ma il problema del Chelsea è che il materiale umano e tecnico c’è e non può che essere buono. Ma non è una squadra, non è un gruppo, non si muove come tale. Creare una squadra, un gruppo che lavora insieme. Questo è proprio il minimo che si deve pretendere da un allenatore. In questo Lampard ha fallito.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui