Le pagelle di Manchester United-Tottenham (2-2): grande spettacolo ad Old Trafford

0

Si dividono la posta in palio Manchester United e Tottenham nel big match in programma per la 21° giornata di Premier League. Una sfida giocata da entrambe ad alta intensità e ricca di gol, aperta dopo appena 3′ dal secondo centro in campionato di Hojlund. Gli Spurs, però, non ci stanno e trovano subito il pareggio grazie al colpo di testa di Richarlison. A chiudere il primo tempo in vantaggio sono i Red Devils e a prendersi la scena è Rashford. Tornato titolare, è autore dell’assist per il primo vantaggio, e del gol in buca d’angolo del momentaneo raddoppio. Al rientro dagli spogliatoi, invece, bastano pochi secondi ai londinesi per riequilibrare il punteggio grazie al primo centro stagionale di Bentancur, migliore in campo tra i suoi. Nel finale McTominay ha la palla del 3-2, ma spreca clamorosamente l’appuntamento. Ecco le pagelle di Manchester United-Tottenham.

Le pagelle di Manchester United-Tottenham

Prima di analizzare insieme le pagelle dei protagonisti di Manchester United-Tottenham, proviamo a dare una valutazione all’operato del direttore di gara.

Arbitro: John Brooks 7 – Ottimo nella gestione dei cartellini, dimostra di essere in pieno controllo del match spegnendo sul nascere possibili battibecchi tra i calciatori in campo. Spezzetta raramente il gioco rendendo la partita piacevole e a ritmi elevati.

Pagelle Manchester United

Onana 6 – Prima di lasciare momentaneamente i suoi per difendere i pali del Camerun in Coppa d’Africa, l’ex estremo difensore dell’Inter viene poche volte chiamato in causa rispondendo presente. Non può nulla sulle reti siglate dagli Spurs.

Dalot 6,5 – In miglioramento in fase difensiva, il terzino lusitano gioca una partita impeccabile dietro leggendo quasi sempre bene i tempi dell’intervento, e dando il giusto apporto in avanti con le sue solite sovrapposizioni.

Varane 6 – Prestazione pulita e priva di sbavature per il transalpino bravo nell’arginare diverse sortite offensive degli avversari soprattutto nel finale. Sufficienza portata a casa in queste pagelle di Manchester United-Tottenham.

Evans 6,5 – Fa valere la sua esperienza e la sua fisicità contro gli attaccanti avversari rendendosi decisivo con un paio di salvataggi nel corso della prima frazione (63′ Lisandro Martínez 6 – Tornato dopo l’operazione al piede che lo ha costretto da novembre a rimanere ai box, entra molto bene in campo anticipando in un paio di circostanze le intenzioni dei londinesi).

Wan-Bissaka 6 – Inserito ancora una volta sull’out di sinistra, viene sovrastato da Richarlison in occasione del momentaneo 1-1. La sua gara migliora con il passare dei minuti riuscendo a tenere a bada la freschezza di Johnson.

Eriksen 5 – Prova opaca per il grande ex dell’incontro. Poco nel vivo del gioco in fase di possesso, non segue Bentancur in marcatura sull’azione del secondo gol degli ospiti (58′ McTominay 5,5 – A pochi minuti dal suo ingresso sul rettangolo di gioco lo scozzese spaventa subito gli avversari con una conclusione dalla distanza terminata a fil di palo. Nel recupero ha a disposizione la palla del 3-2, ma il suo colpo di testa su inserimento in area termina clamorosamente alto. Gigantesca occasione sprecata).

Mainoo 5,5 – Confermato ancora una volta da ten Hag, il talento classe 2005 non premia la fiducia del suo allenatore. Soffre la pressione degli ospiti per gran parte dei 90′ perdendo qualche pallone di troppo in mezzo al campo.

Garnacho 5,5 – Meno appariscente del solito questo pomeriggio, l’esterno d’attacco argentino non riesce mai ad accendersi. Limitato da Udogie, non crea pericoli alla difesa avversaria.

Bruno Fernandes 6 – Bravo a legare il gioco, è costretto spesso e volentieri ad arretrare il baricentro quest’oggi per dare una mano ai suoi in copertura.

Rashford 7,5 – Dopo diversi malumori, l’esterno d’attacco dei Red Devils mette in mostra tutto il suo talento creando diversi grattacapi alla retroguardia londinese. Prima regala a Hojlund la palla dell’1-0, poi da una precisa combinazione proprio con il danese, trova la rete del secondo vantaggio, la sua quarta in campionato (88′ Antony s.v.).

Hojlund 7 – Gli bastano appena 3′ per siglare il suo secondo gol in Premier con una conclusione potente di sinistro che batte un incolpevole Vicario. Dà dimostrazione dell’ottima intesa con Rashford con un efficace uno-due che porta al momentaneo raddoppio.

Allenatore: Erik ten Hag 6 – Un buon United quello visto questo pomeriggio contro un’avversaria di pari livello e difficile da affrontare. I suoi chiudono la prima frazione meritatamente in vantaggio giocando in maniera fluida e creando diverse occasioni pericolose. In calo nella ripresa, prova a sfruttare la fisicità e i tempi d’inserimento di McTominay per trovare il gol della vittoria, ma lo scozzese buca l’opportunità. Prestazione e risultato sono sicuramente positivi, ma a spaventare è ancora la settima posizione a ben otto lunghezze di distanza dalla zona Champions. 

Le pagelle di Manchester United-Tottenham (2-2): grande spettacolo ad Old Trafford

Pagelle Tottenham

Vicario 6 – Incolpevole sulle reti messe a segno dai padroni di casa, il portiere della Nazionale è autore di un paio di interventi alla sua portata a difesa dei pali.

Pedro Porro 6,5 – In fase difensiva soffre l’agilità e l’intraprendenza di Rashford, ma in proiezione avanzata si rende spesso e volentieri determinante. Suo l’assist per la rete del pareggio firmata Richarlison.

Romero 6 – Con la fascia da capitano al braccio questo pomeriggio, il centrale argentino mostra la sua pericolosità su situazioni di calci piazzati prendendo sul finire di primo tempo la traversa con un colpo di testa forte e ravvicinato. Garantisce sicurezza al reparto arginando un paio di sortite offensive avversarie.

van de Ven 6 – In ripresa dopo l’infortunio, l’olandese si prende pochi rischi sul rettangolo di gioco rendendosi protagonista di una prova pulita e priva di sbavature. Sufficienza meritata in queste pagelle di Manchester United-Tottenham (89′ Emerson Royal s.v.).

Udogie 6 – Il giovane terzino azzurro se la vede contro un cliente scomodo del calibro di Garnacho, ma riesce a contenerlo senza problemi. Rischia goffamente di mettere a segno un autogol, ma per sua fortuna il colpo di testa si stampa sul palo.

Bentancur 7,5 – L’ex Juventus prova subito a rendersi pericoloso con un colpo di testa su sviluppi di corner deviato sulla linea da Evans. Prezioso, inoltre, il suo apporto in copertura aiutando in particolar modo Porro in marcatura su Rashford. Uno dei migliori tra le fila del Tottenham, dopo nemmeno 1′ dall’inizio del secondo tempo entra per la prima volta a referto in stagione con uno dei suoi soliti inserimenti in area per il gol del definitivo 2-2.

Skipp 6 – Si alterna in fase d’impostazione con Bentancur tentando spesso e volentieri l’arma dei cambi di gioco. Le sue precise sventagliate servono a velocizzare la manovra (85′ Dragusin s.v.).

Hojbjerg 6 – Solita prova di sostanza per il centrocampista danese capace di garantire qualità e quantità recuperando diversi palloni sul rettangolo di gioco.

Johnson 5,5 – Timido per gran parte della prima frazione, prova ad accendersi nella ripresa senza però creare alcun pericolo alla difesa avversaria.

Richarlison 7 – Prosegue l’ottimo momento di forma del centravanti brasiliano al suo sesto centro nelle ultime sei partite. Trova il gol del momentaneo pareggio sfruttando di testa l’angolo calciato da Pedro Porro.

Werner 6,5 – Un debutto molto positivo per il neo-acquisto della compagine londinese. Intraprendente in avanti, parte dalla sinistra per accentrarsi sul destro e tentare un paio di volte la conclusione in porta senza però impensierire Onana. Veste i panni dell’assist-man per il secondo gol dei suoi firmato da Bentancur (80′ Gil s.v.).

Allenatore: Ange Postecoglou 6,5 – Nota di merito per l’ex allenatore del Celtic capace di strappare un punto importante per la rincorsa Champions in casa dello United e con diversi indisponibili pesanti. In crescita la fase offensiva nonostante l’assenza di Son. Vicario, invece, è costretto a raccogliere ancora una volta la palla dal sacco nonostante una difesa esente da colpe, ma che in vista dei prossimi impegni deve trovare la quale. Questo Tottenham gioca un calcio propositivo e divertente e il merito è anche del tecnico greco-australiano capace di valorizzare alla grande l’organico a disposizione.

Le pagelle di Manchester United-Tottenham (2-2): grande spettacolo ad Old Trafford

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui