Le pagelle di Milan-Cagliari (0-0): il Milan fallisce il match point

0

Finisce col punteggio di 0-0 la gara di San Siro tra Milan e Cagliari. I rossoneri dopo due vittorie convincenti contro Juventus e Torino, erano alla ricerca dei 3 punti per consolidare la qualificazione in Champions. Questa sera però, il Diavolo ha “sbattuto” contro l’ordinata difesa del Cagliari. La squadra di Semplici infatti, nonostante la salvezza raggiunta, ha giocato con grande voglia e grinta, andando anche vicino all’impresa. Ecco le pagelle di Milan-Cagliari.

Le pagelle di Milan-Cagliari

Prima di andare ad analizzare le pagelle dei protagonisti di Milan-Cagliari, commentiamo la prova del direttore di gara.

Arbitro: Davide Massa 6 – L’arbitro della sezione di Imperia dirige l’incontro senza problemi. Utilizza un buon metro di giudizio da ambo le parti, estraendo il cartellino giallo in giuste circostanze.

Pagelle Milan

Donnarumma 7 – Spettatore non pagante per tutti i primi 45′, compie due interventi clamorosi nel secondo tempo. Tiene a galla il Milan nel momento di maggiore difficoltà, facendosi trovare pronto.

Calabria 6,5 – Il terzino classe ’96 gioca una partita complessivamente di buon livello. Attento e concentrato in fase difensiva, si propone spesso anche in avanti per dare maggiori soluzioni. Tenta anche una pericolosa conclusione in porta, ben parata da Cragno. Esce alla mezz’ora per via dell’ammonizione ricevuta (63′ Dalot 6 – Il portoghese entra per dare maggiore vivacità alla fase offensiva. Invitanti i suoi traversoni in area).

Kjaer 7 – Il danese è il migliore in campo tra le fila rossonere. Gara difensivamente perfetta, blocca la maggior parte delle sortite offensive degli ospiti con grande personalità. Leader tecnico e carismatico.

Le pagelle di Milan-Cagliari (0-0): il Milan fallisce il match point

Tomori 6,5 – Fa valere la sua fisicità sugli attaccanti rossoblù. Sempre attento e concentrato, gestisce bene il reparto, rischiando poco e nulla.

Theo Hernández 6 – Meno devastante del solito a causa dei pochi spazi lasciati dai sardi, dà comunque una enorme mano in fase di ripiegamento, tenendo a bada Nandez. Nel secondo tempo è sempre proiettato in avanti, creando tanta densità in area di rigore.

Bennacer 6 – Preciso nei passaggi e deciso nei contrasti. L’algerino detta bene i tempi di gioco, mettendo anche ordine in mezzo al campo. Sufficienza meritata in queste pagelle di Milan-Cagliari (63′ Meité 5,5 – Entra per dare maggiore fisicità al centrocampo, ma non riesce a sfruttare la mezz’ora a disposizione).

Kessie 5,5 – Prestazione anonima quella dell’ivoriano questa sera. Non riesce mai ad entrare nel vivo del gioco, perdendo diversi palloni, e inserendosi troppo poco in area di rigore. Deciso nei contrasti, ma poco reattivo in attacco.

Saelemaekers 5,5 – Tenta una bella conclusione in porta, ma commette diversi errori banali che non gli garantiscono la sufficienza (46′ Leao 6 – Riesce a dare maggiore imprevedibilità al reparto offensivo rossonero, sistemandosi sul lato sinistro del campo, e puntando sempre l’uomo nell’1 contro 1).

Brahim Díaz 5,5 – In un paio di circostanze, giocando nello stretto, mette in seria difficoltà la difesa sarda. Lo spagnolo però, incide meno del solito questa sera. Prestazione abbastanza opaca (57′ Castillejo 6 – Entra per dare maggiore equilibrio, riuscendo anche a rendersi pericoloso in un paio di occasioni. Buon ingresso in campo da parte nel numero 7).

Calhanoglu 5,5 – Anche lui come tutto il reparto offensivo, è protagonista di una partita opaca. La difesa ordinata della squadra di Semplici, non aiuta il turco a giocare nello stretto. Si muove molto senza palla venendo però poco servito, perde fin troppi palloni, e non è preciso nei calci piazzati (89′ Mandzukic s.v.).

Rebic 5 – Ci si aspettava un’altra grandiosa prestazione da parte del centravanti croato dopo la tripletta al Torino. Questa sera invece, l’ex Eintracht Francoforte non è riuscito a portare la sua squadra alla vittoria. Anche per lui match sottotono e con poche idee. Apporto offensivo nullo.

Allenatore: Stefano Pioli 6 – Questa sera il suo Milan ha messo in campo una buona prestazione generale, ma non è bastata a guadagnare i 3 punti. Dopo un primo tempo sottotono, i rossoneri sono rientrati dagli spogliatoi con un piglio diverso. Tanto gioco, ma poca cattiveria sotto porta. Forse avrebbe potuto inserire qualche minuto prima un attaccante delle caratteristiche di Mandzukic. Qualificazione alla Champions rimandata alla prossima giornata.

Pagelle Cagliari

Cragno 6 – Grazie alla solidità del reparto difensivo compie appena due parate in tutto l’incontro. Riesce a dare tanta sicurezza ai suoi compagni di squadra con un ottimo intervento nel primo tempo.

Ceppitelli 6,5 – Nonostante due clienti scomodi come Theo Hernandez e Leao, il centrale sardo riesce a tenere a bada entrambi. Deciso e concentrato nei contrasti, argina ogni sortita offensiva dei padroni di casa (87′ Klavan s.v.).

Godín 7 – L’ex Atletico Madrid comanda da grande veterano la retroguardia del Cagliari. Fa valere la sua altezza e la sua fisicità, con un colpo di testa su corner, parato miracolosamente da Donnarumma.

Carboni 6,5 – Il classe 2001 mostra di avere grande personalità e talento. Quasi sempre pulito nei contrasti, dalla sua zona di campo non fa passare nulla (87′ Rugani s.v.).

Nandez 6,5 – L’uruguaino spinge tanto sulla destra con coraggio e grinta. Bello il suo duello con un altro velocista del calibro di Theo Hernandez. Fondamentale il suo contributo in difesa in aiuto a Ceppitelli, raddoppiando sistematicamente gli esterni avversari. Macina tanti chilometri sulla fascia reggendo fisicamente per tutti i 90′.

Marin 6 – Prova a creare scompiglio alla compagine milanese, con un paio di calci piazzati molto insidiosi. Prezioso il suo contributo in fase difensiva (78′ Duncan s.v.).

Deiola 6 – Buona prestazione da parte del centrocampista ex Spezia. Gioca da play tentando con buon successo l’arma delle verticalizzazioni, senza mai rischiare la giocata. Sufficienza guadagnata in queste pagelle di Milan-Cagliari (87′ Asamoah s.v.)

Lykogiannis 6 – Il greco spinge molto sulla fascia nei primi 45′. Scompare un po’ nella seconda frazione, rimanendo dietro in aiuto ai suoi compagni di squadra.

Nainggolan 5,5 – Sicuramente il meno brillante della sua squadra questa sera. Poco deciso nei contrasti, si alterna in fase di impostazione con Deiola, tentando anche il lancio lungo per Pavoletti e Cerri. Cala fisicamente nel secondo tempo, commettendo tanti errori.

Joao Pedro 6,5 – Il capitano brasiliano dei sardi non riesce a dare punti di riferimento ai giocatori del Diavolo. Si muove tanto senza palla, mettendo in mostra la sua tecnica e la sua classe. 

Pavoletti 6 – Partita molto generosa per l’ex centravanti del Genoa. Fondamentale nel far salire la squadra giocando di sponda, va vicino al gol del vantaggio su un bel colpo di testa parato da Donnarumma (78′ Cerri s.v.).

Le pagelle di Milan-Cagliari (0-0): il Milan fallisce il match point

Allenatore: Leonardo Semplici 7 – Nonostante la salvezza raggiunta grazie al pareggio del Benevento, i suoi giocatori hanno lottato su ogni pallone, portando a casa un punto meritato. Grande solidità del reparto difensivo, molto attento e ordinato. Tanto spirito di sacrificio da parte di tutti questa sera. Mister Semplici è riuscito a dare nuove motivazioni ad una squadra che, qualche mese fa, sembrava spacciata alla retrocessione in Serie B.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui