Le pagelle di Napoli-Braga (2-0): tutto facile per i partenopei

0
Le pagelle di Napoli-Braga (2-0): tutto facile per i partenopei

Missione compiuta per il Napoli che tornando alla vittoria dopo le tre sconfitte di fila tra Champions e Serie A, si aggiudica per il secondo anno consecutivo il pass per gli ottavi di finale. In occasione dell’ultima gara della fase a gironi, ai partenopei serviva un successo o un pareggio per essere sicuri della qualificazione. Al Maradona la squadra di Mazzarri ospita un Braga alla ricerca dell’impresa spegnendo però i sogni di gloria dei lusitani dopo appena 45′. Ad aprire le danze è lo sfortunato autogol di Saatçi su traversone pericoloso e insidioso messo in mezzo da Politano. Sempre nella prima frazione ci pensa Osimhen a chiudere i giochi tornando al gol che mancava da due mesi. Ecco le pagelle di Napoli-Braga.

Le pagelle di Napoli-Braga

Prima di analizzare insieme le pagelle dei protagonisti di Napoli-Braga, proviamo a dare una valutazione all’operato del direttore di gara.

Arbitro: Slavko Vincic 6 – Complice il doppio vantaggio campano a fine primo tempo, il fischietto sloveno amministra l’incontro senza dover faticare troppo. All’appello mancano un paio di gialli da ambo le parti, ma che non condizionano la sfida.

Pagelle Napoli

Meret 6,5 – Ricardo Horta mette a dura prova i suoi riflessi, ma l’ex estremo difensore dell’Udinese si fa trovare reattivo nel respingere la forte conclusione dalla distanza. Risponde alle critiche delle ultime settimane conservando il clean sheet.

Di Lorenzo 6,5 – La sua predisposizione a sovrapporsi in avanti mette spesso in difficoltà la fase difensiva lusitana costretta agli straordinari per fermare i suoi continui inserimenti. Determinante il suo salvataggio su tiro di Bruma che avrebbe potuto accorciare le distanze. Riesce a limitare proprio la velocità e imprevedibilità del n°7 del Braga con ottimi risultati.

Rrahmani 6 – Prova senza lode e senza infamia per il kosovaro capace di arginare in modo diligente le sortite offensive avversarie. Sufficienza meritata in queste pagelle di Napoli-Braga.

Juan Jesus 6 – Riesce a contenere senza troppa fatica gli attaccanti avversari mettendo a disposizione tutta la sua esperienza. Deve dare forfait per gli ultimi 20′ a causa di un problema all’anca (73′ Ostigard s.v.).

Natan 7 – In crescita in questa nuova posizione di terzino sinistro, le sue spinte dalla sua zona di campo fanno male agli ospiti soprattutto nei primi 45′. Ne è una dimostrazione l’azione dalla quale scaturisce la rete del definitivo 2-0 con il brasiliano che, complice l’errore di José Fonte, regala l’assist a Osimhen per il ritorno al gol del nigeriano. Bene anche in copertura.

Anguissa 5,5 – Forse il calciatore più in difficoltà questa sera, soffre la fisicità dei centrocampisti lusitani, divorandosi la possibilità di siglare il gol del 3-0.

Lobotka 6,5 – In regia garantisce ordine e qualità dettando sempre in maniera precisa i tempi di gioco. Nel vivo della manovra, in pressione alta recupera anche diversi palloni importanti (69′ Gaetano 6 – Entra con grande voglia e determinazione commettendo pochi errori).

Zielinski 6 – Va vicino al 2-0 con un tiro forte e abbastanza ravvicinato su suo solito inserimento in area di rigore ben parato dal portiere portoghese (61′ Cajuste 6 – Lo svedese deve ancora farsi perdonare qualche sbavatura commessa nelle prime giornate. Ingresso in campo abbastanza convincente per il suo approccio nel dare una mano in copertura).

Politano 7 – Brucia Broja in velocità mettendo in mezzo la palla deviata nella propria porta da Saatçi. Dà prova del suo mancino e delle sue doti balistiche con un paio di conclusioni dalla distanza neutralizzate da Matheus rendendosi l’uomo più pericoloso tra le fila azzurre (60′ Elmas 6 – Il Napoli complice il punteggio di vantaggio a favore è in totale gestione, e il macedone punta a dare equilibrio in mezzo al campo).

Osimhen 6,5 – Non è sicuramente la sua miglior partita da quando veste la maglia del Napoli, ma ciò che conta è che il centravanti nigeriano sia tornato a sbloccarsi. Mette la parola fine ad un digiuno di ben due mesi con un gol abbastanza rocambolesco (69′ Raspadori 6 – Il suo ingresso serve semplicemente a far rifiatare Osimhen in vista dei prossimi impegni ravvicinati. Non ha a disposizioni ripartenze adeguate per poter far male agli ospiti, ma regala a Kvaratskhelia un pallone che il n°77 non riesce a capitalizzare).

Kvaratskhelia 5,5 – Si intestardisce troppo puntando tutto sulla specialità della casa: saltare l’uomo nell’uno contro uno. Spesso raddoppiato, il georgiano prova in tutti i modi ad entrare a referto andandoci anche molto vicino con una conclusione ben parata da Matheus. In testa, forse, ancora l’errore dell’Allianz Stadium.

Allenatore: Walter Mazzarri 7 – Complice il doppio vantaggio dopo appena 45′, il Napoli porta la partita a proprio favore prendendosi pochissimi rischi. La gestione per tutto il secondo tempo lascia ben sperare in vista dei prossimi incontri nonostante qualche occasione di troppo concessa. Dopo tre sconfitte di fila, il tecnico toscano può finalmente respirare e sorridere per il passaggio del turno, ma c’è ancora molto da migliorare.

Osimhen-Napoli-e1677758387585 Le pagelle di Napoli-Braga (2-0): tutto facile per i partenopei

Pagelle Braga

Matheus 7 – Tenta in tutti i modi di levare dalla linea di porta la sfortunata deviazione di Saatçi che porta al momentaneo 1-0. Attento nel respingere la conclusione di Zielinski, non riesce a ripetersi su Osimhen. Costretto agli straordinari nella ripresa prima su Politano poi su Anguissa, è capace di negare la gioia del gol anche a Kvaratskhelia. 

Gómez 5,5 – Dei terzini biancorossi il classe 2000 è quello che si spinge di più in avanti, ma i traversoni messi in mezzo non impensieriscono gli avversari (81′ Mendes s.v.).

Saatçi 5,5 – Molto sfortunato nel deviare nella propria porta la palla che apre i giochi, prova a rifarsi prendendo le misure in marcatura su un cliente scomodo del calibro di Osimhen. Se il bomber nigeriano -a parte il gol- incide poco è anche merito del centrale turco.

José Fonte 5 – Il suo approccio alla partita è positivo garantendo esperienza al reparto, ma sbaglia completamente i tempi dell’anticipo sulla sovrapposizione di Natan in occasione dell’azione del raddoppio dei padroni di casa. Goffo e impreciso per tutti i 90′.

Borja 5 – Politano gli brucia la strada sull’azione del primo vantaggio dell’incontro. Questo grave errore rovina la sua prestazione.

Joao Moutinho 5,5 – Artur Jorge si affida alla sua esperienza a livello internazionale per tentare l’impresa, ma con scarsi risultati. Spaesato sul rettangolo di gioco, non incide come ci si aspettava (81′ André Horta s.v.).

Zalazar 6 – Garantisce quantità e qualità in mezzo al campo mostrando di essere sempre nel vivo del gioco. Nonostante la sconfitta si aggiudica la sufficienza in queste pagelle di Napoli-Braga (68′ Al Musrati 6 – Il suo ingresso serve a dare maggiore fisicità al centrocampo del Braga. 20′ positivi per il libanese).

Ricardo Horta 6,5 – L’unico ad avvicinarsi al gol nel corso della prima frazione, il capitano del Braga ci prova con una forte e insidiosa conclusione da fuori area respinta in angolo da Meret. Il più vivace del reparto offensivo biancorosso, nel finale va vicino ad entrare nel tabellino marcatori, ma il suo tiro si stampa sul palo (88′ Lopes s.v.).

Pizzi 5,5 – Dà l’impressione di poter far male agli avversari con il suo movimento tra le linee, ma tranne per il primo squillo ad inizio gara, incide poco quanto niente (46′ Abel  Ruíz 6 – Prova a dare più soluzioni in area andando al tiro in porta per ben due volte con l’arma del colpo di testa).

Bruma 6 – Dopo un primo tempo abbastanza sottotono, l’ex Galatasaray si accende nella ripresa dando prova della sua grande velocità palla al piede. Va alla conclusione in diverse occasioni senza però mai impensierire Meret.

Banza 5 – Mai servito in questa serata difficile per Los Arsenalistas, è incapace di creare grattacapi alla retroguardia campana.

Allenatore: Artur Jorge 5,5 – Decide di spostare Pizzi sulla trequarti per non dare punti di riferimento ai padroni di casa, ma l’esperimento non ha i risultati che si aspettava. La sfida si mette subito in salita complice lo sfortunato autogol di Saatçi complicando il piano gara dell’allenatore. Nemmeno i cambi riescono a dare una scossa ad una squadra che, alla fine, si dovrà accontentare dell’Europa League.

GBLmZiJagAEY1Mu Le pagelle di Napoli-Braga (2-0): tutto facile per i partenopei

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui