Le pagelle di Napoli-Genoa (6-0): Grifone in balia degli azzurri!

0

Analizziamo le pagelle di Napoli-Genoa. Prova di forza per gli azzurri di Gattuso che si impongono per 6-0 sui rossoblù. I partenopei si sono dimostrati solidi in difesa e letali in attacco. Il Genoa non è riuscito a dare continuità alla prestazione della prima giornata. Di seguito le pagelle di Napoli-Genoa.

Le pagelle di Napoli-Genoa

Arbitro: Sacchi 6 – Partita ordinata senza nessun caso clamoroso da gestire. Bene come ha gestito il nervosismo finale con qualche cartellino giallo.

Pagelle Napoli

Meret 6 – Il primo intervento è su un tiro di Zappacosta, deviato e poi bloccato. Da lì in poi più nulla. Fortunato nell’occasione sprecata da Lerager. 

Hysaj 6 – Gattuso lo schiera inizialmente a sinistra per conterene Zappacosta. A partita in corso si sposta sulla fascia di Pellegrini. L’intesa con Elmas non è stata tra le migliori. 

Koulibaly 6,5 – Il gigante azzurro pare sia destinato a restare a Napoli e menomale! Si impone in più di un’occasione su Pjaca.

Manolas 6,5 – Da un suo errore nasce l’occasione di Lerager. Tiene Destro per tutto il match e chiude la sfida con l’attaccante con due salvataggi e tre contrasti vinti (46′ Maksimovic 6 – Partita di controllo).

Di Lorenzo 6,5 – Partita ad alta intesità del terzino. Preciso in fase difensiva e pericoloso in quella offensiva. Sfiora la rete con un colpo di testa.

Zielinski 7 – Forse non è nato per fare il mediano e lo si nota nei tempi che ha per gli inserimenti negli spazi. Suo il gol del 2-0 e l’assist per il 3-0 (72′ Ghoulam s.v. – Frangente di match per vederlo nella posizione di esterno alto).

Ruiz 6 – Soffre nei due davanti alla difesa. Se questo sarà il modulo ci sarà da lavorare sui tempi di pressione.

Insigne SV – In questo modulo fa l’esterno di centrocampo e sembra partire con le intenzioni giuste. Un infortunio muscolare lo costringe ad uscire (22′ Elmas 6,5 – Prende il posto del capitano nello scacchiere azzurro. Suo il gol del 5-0).

Mertens 7 – Agisce alle spalle della punta. Illumina per il gol del’1-0 ed è cinico per quello del 3-0 (66′ Lobotka s.v. – Con lui si torna al 4-3-3. Ordinaria amministrazione)

Lozano 7 – Il messicano ha trovato la sua dimensione. Sempre presente su tutta la fascia e coi tempi giusti. Chiude la partita con una doppietta (66′ Politano 6,5 – Entra e si fa notare con un bel gol).

Osimhen 6,5 – E’ la punta di peso che mancava al Napoli. Crea gli spazi, gioca di sponda, dribla. Sfortunato solo per il gol mancato.

Allenatore: Gattuso 7 – Coraggioso nello schierare la sua squadra con un 4-2-3-1 ultra offensivo. Evidente però la mancanza di un vero mediano che poteva costare caro. 

Pagelle Genoa

Marchetti 5,5 – Paga la lunga inattività ma contro un attacco del genere si poteva fare poco.

Goldaniga 5 – Prestazione non sufficiente per il difensore che è costretto a confrontarsi con una potenza di fuoco inimmaginabile.

Masiello 4,5 – Non riesce a contenere uno straripante Lozano. Finisce la gara con molto nervosismo

Biraschi 5 – Sembra un parente del giocatore visto alla prima giornata. Sicuramente i valori in campo erano diversi.

Zappacosta 5,5 – Impegna Meret con un tiro poi tanta corsa e molti cross. Probabilmente il migliore della serata.

Lerager 5 – Capita sui suoi piedi il pallone dell’1-1. Lo spreca malamente “cannando” la conclusione (70′ Radovanovic – s.v.).

Badelj 5 – Cerca in più occasioni di dare un’accelerata al gioco del Grifone verticalizzando spesso per gli attaccanti (64′ Behrami 4 – Dovrebbe arginare le avanzate della sua ex squadra. Invece il Napoli ne fa 3 in sette minuti).

Zajc 5 – Non entra mai nel vivo della partita forse anche perchè troppo lontano dalla porta avversaria (54′ Pandev 4 – Perde un pallone sanguinoso a centrocampo che porta al gol avversario)

Pellegrini 5 – Maran lo getta subito nella mischia e risulta evidente che il calciatore debba ancora adeguarsi agli schemi della sua nuova squadra (54′ Ghiglione 4 – Non pervenuto).

Pjaca 5 – Cerca sempre la giocata difficile. Sempre anticipato da Koulibaly.

Destro 4,5 – Dopo il gol ritrovato ci si aspettava di vedere un calciatore diverso. Oggi non è mai sceso in campo.

Allenatore: Maran 4,5 – Sicuramente non tutte le colpe sono del tecnico. La squadra viene da una vigilia un po’ atipica a causa della positività al coivd di due calciatori. Preoccupa la facilità con la quale il Napoli ha perforato la difesa.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui