Le pagelle di Napoli-Salernitana (1-1): Dia rimanda la festa

0
Le pagelle di Napoli-Salernitana (1-1): Dia rimanda la festa

DI seguito le pagelle del match tra Napoli Salernitana, sfida valevole per il 32° turno del campionato di Serie A. Incontro terminato sul punteggio di 1-1, in virtù delle reti di Olivera Dia. Un risultato che rimanda la festa-Scudetto degli uomini di Spalletti, a cui mancano due punti per cucirsi il tricolore sul petto.

Le pagelle di Napoli-Salernitana

Prima di entrare nel merito delle pagelle dei protagonisti del match tra Napoli e Salernitana, ecco un giudizio sulla direzione di gara dell’arbitro dell’incontro, il signor Marcenaro.

Arbitro: Marcenaro 6 – Nessun episodio rilevante da sottolineare: conduzione di gara abbastanza lineare, senza grosse preoccupazioni di sorta.

Fantacalcio-napoli Le pagelle di Napoli-Salernitana (1-1): Dia rimanda la festa

Pagelle Napoli

Meret 6 – Stilisticamente non è bello da vedere, però alla fine non ci sono grossi pericoli dalle sue parti. Attento su un paio di conclusioni avversarie nel secondo tempo, non può nulla sull’eurogol di Dia.

Di Lorenzo 6 – Spinge come suo solito ma non trova mai grossi spazi su cui fiondarsi, ben chiuso dalla difesa salernitana.

Kim 6 – Alla fine non ha grossi compiti difensivi, vista la propensione degli avversari a stare chiusi in difesa. Accompagna bene l’azione offensiva.

Rrahmani 6 – Stesso discorso fatto per il compagno di reparto; pochi compiti di contenimento, più di avvio di manovra.

Olivera 7 – Tende a stringere troppo su Kvaratskhelia, arrivando quasi a pestargli i piedi. Decisivo con la zuccata dell’llusione tricolore, ma la festa alla fine è rimandata (81′ Juan Jesus S.V).

Anguissa 6 – Sostanza in mezzo al campo, oltre agli inserimenti; ci prova anche con un tiro dalla distanza, ben parato da Ochoa (89′ Ndombele S.V.).

Lobotka 6 – I palloni da recuperare non sono così tanti, visto il possesso partenopeo; si limita più a una semplice gestione della palla (89′ Simeone S.V.).

Zielinski 5,5 – Un po’ troppo lezioso in alcune circostanze in mezzo al campo, lento anche di pensiero nell’accompagnare l’azione (60′ Raspadori 6,5 – Ancora decisivo a gara in corso: suo il cross su cui si avventa Olivera per il gol del tricolore).

Lozano 6 – Parte piuttosto bene, con diverse sgaloppate sulla fascia e alcuni cross in mezzo non sfruttati dai compagni. Si sgonfia un po’ col passare dei minuti (60′ Elmas 6,5 – Entra con grande piglio: sfiora il gol dopo una bellissima azione individuale. Utile anche a sostegno della squadra).

Osimhen 5,5 – Ha tanta voglia e si vede sin dall’inizio. Sfiora il gol di testa in due circostanze: la prima va di poco fuori, la seconda Ochoa gli nega la gioia. Ci prova anche dalla distanza nella ripresa: sempre il messicano gli sbarra la porta. Goffa la difesa su Dia in occasione del gol del pareggio.

Kvaratskhelia 6 – Prosegue il momento non eccezionale; poco incisivo, molto testardo nel cercare ossessivamente il dribbling. Gli riesce solo una volta nella prima frazione. Più dentro la gara nella ripresa, dove sfiora in un paio di circostanze il gol.

Allenatore: Luciano Spalletti 6 – Imposta la gara con il classico predominio nel possesso, ma la mancanza di profondità toglie pericolosità alle azioni azzurre. E così, per sbloccare la gara usa i cambi. Stavolta, però, non decisivi fino in fondo. La festa può aspettare.

Fantacalcio-salernitana Le pagelle di Napoli-Salernitana (1-1): Dia rimanda la festa

Pagelle Salernitana 

Ochoa 7 – Il suo apporto non manca mai: grande parata sulla zuccata di Osimhen, preciso nella respinta anche su Anguissa, determinante su Kvaratskhelia nella ripresa. Non può nulla sulla zuccata di Olivera.

Daniliuc 5,5 – Dalle sue parti c’è un cliente scomodo come Kvaratskhelia; collabora bene con Mazzocchi per chiuderlo e non lasciargli spazi. Tuttavia, si perde Olivera sul gol del Napoli (85′ Lovato S.V).

Gyomber 6,5 – Prende in consegna Osimhen: nonostante la differenza di velocità e la capacità di stacco del nigeriano, si comporta molto bene limitandolo a dovere.

Pirola 6 – Si allinea con i compagni di reparto, tenendo botta e senza concedere profondità agli attacchi avversari.

Mazzocchi 6,5 – Davvero ottima la difesa su Kvaratskhelia, che raramente riesce a saltarlo, soprattutto nel primo tempo (68′ Sambia 5,5 – Con lui il georgiano ha molta più libertà; non riesce a tenerlo mai).

Coulibaly 6,5 – Più interdittore che regista; fa filtro in modo diligente, mettendosi in mostra per le sue letture sul possesso del Napoli.

Vilhena 6 – Un pochino più impreciso del compagno di reparto, però non si tira indietro quando c’è da mettere la gamba (68′ Piatek 6 – Prova a offrire soluzioni in profondità, cercando di tenere impegnata la linea difensiva partenopea. Ottimo anche in fase di ripiego).

Bradaric 5,5 – Non sempre riesce a leggere i movimenti di Lozano, con la palla al piede poi non è molto efficace e spesso rischia (68′ Bohinen 6 – Non sfigura e, anzi, mette buona volontà e diverse letture utili. Sfiora anche il gol dell’impresa).

Candreva 6 – Usa molta esperienza soprattutto in fase difensiva, dove dà una grande mano ai compagni. Sacrificato all’intervallo per dare peso all’attacco (46′ Botheim 5,5 – Non entra praticamente mai in gara, perdendo diversi duelli).

Kastanos 6 – A lui forse spetterebbe il compito di dare geometrie nelle poche occasioni in cui la squadra ha il possesso. Invece si occupa solo di dare manforte alla difesa. Lavoro ben eseguito.

Dia 7 – Si sacrifica tantissimo in fase di ripiego, denotando di riflesso una scarsa concretezza in fase offensiva. Ma a 7′ dalla fine si inventa un gol incredibile: dribbling su Osimhen e sinistro dritto all’incrocio.

Allenatore: Paulo Sousa 6,5 – La sua squadra è davvero accorta e attenta in difesa nella prima frazione. Alla fine i partenopei devono ricorrere al corner per sbloccarla, a dimostrazione della buona prova compatta dei suoi uomini. Tuttavia, i cambi e Dia riportano la gara in equilibrio; lettura davvero perfetta.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui