Le pagelle di Real Madrid-Manchester City (3-3): che spettacolo al Bernabeu!

0

Una partita spettacolare quella andata di scena questa sera davanti alla splendida cornice del Santiago Bernabeu. In occasione dell’andata dei quarti di finale di Champions League tra Real Madrid e Manchester City, gli amanti del grande calcio sono stati protagonisti di una sfida che sicuramente finirà nella storia. Ritmi elevati, notevoli qualità tecniche e bellissimi gol tali da affascinare i tifosi allo stadio e il pubblico da casa. A passare in vantaggio è il City grazie all’astuzia di Bernardo Silva -complice un’indecisione di Lunin-. I Blancos, però, non si arrendono mai e lo dimostrano rimontando il risultato per ben due volte grazie ai gol di Camavinga, Rodrygo e Valverde. Meravigliose le reti siglate da Foden e Gvardiol e grazie alle quali i Citizens mantengono tutto in discussione. A mancare, però, sono il talento e i gol di Bellingham e Haaland. Ecco le pagelle di Real Madrid-Manchester City.

Le pagelle di Real Madrid-Manchester City

Prima di analizzare insieme le pagelle dei protagonisti di Real Madrid-Manchester City, proviamo a dare una valutazione all’operato del direttore di gara.

Arbitro: François Letexier 6,5 – Nonostante i ritmi elevati, il fischietto francese amministra con grande personalità l’incontro. Tende a non spezzettare troppo la sfida rendendola piacevole. Mostra di prendere subito il controllo della partita attraverso un’ottima gestione dei cartellini senza commettere errori da matita rossa.

Pagelle Real Madrid

Lunin 5 – Mal posizionato e completamente sorpreso dalla punizione dello 0-1 di Bernardo Silva, prova a rifarsi neutralizzando senza troppi patemi le conclusioni degli ospiti. Non può nulla sugli imparabili tiri da fuori area di Foden e Gvardiol.

Carvajal 6,5 – Prezioso nello scacchiere tattico di mister Ancelotti, il capitano di serata dei Blancos garantisce tanta corsa e ampiezza sulla destra. Bene nel contenere le scorribande di Grealish dalla sua zona di campo.

Rüdiger 7,5 – Prova al limite della perfezione per il centrale tedesco capace non solo di prendere le misure e limitare un cliente scomodo del calibro di Haaland, ma anche di prendere il comando della difesa dando solidità e sicurezza.

Tchouaméni 6 – Nonostante “adattato” al ruolo di centrale e il giallo ricevuto a pochi secondi dall’inizio della gara -e che lo costringerà a saltare il ritorno-, il francese tenta di tenere a bada il reparto offensivo avversario nonostante i tre gol raccolti dal sacco da Lunin.

Mendy 6 – Prova pulita e priva di sbavature per l’ex terzino sinistro del Lione capace di uscire dal rettangolo di gioco con una sufficienza in queste pagelle di Real Madrid-Manchester City.

Valverde 8 – Dinamismo e polmoni quelli messi a disposizione dal Pajarito prezioso nell’intercettare diversi palloni. Instancabile, mette la ciliegina sulla torta all’ennesima ottima prestazione siglando un pareggio che tiene tutto aperto in vista della sfida della prossima settimana. Un tiro al volo e una coordinazione da urlo!

Camavinga 6,5 – In uno dei momenti più complessi della stagione del Real, il giovane talento francese riesce a riequilibrare il punteggio con una conclusione -abbastanza fortunosa- deviata da Ruben Dias. Altra prova di sostanza e quantità.

Kroos 6,5 – Forse meno appariscente del solito in fase di possesso, ma è fondamentale il suo contributo in copertura. Determinante nel recuperare un gran numero di palloni in mezzo al campo (72′ Modric s.v.).

Bellingham 5,5 – Nervoso sin dai primi minuti, rischia in alcune circostanze di beccarsi un’ammonizione che lo avrebbe costretto a saltare il match di ritorno. Dopo una prima frazione abbastanza sottotono, il fuoriclasse inglese inizia ad accendersi gradualmente nella ripresa andando anche abbastanza vicino al 3-1.

Rodrygo 7,5 – Le accelerazioni sono il piatto forte della casa e il brasiliano lo dimostra bucando Ortega e la difesa avversaria con un tocco morbido che porta in vantaggio i suoi. Uno dei grandi artefici dell’impresa centrata proprio contro gli inglesi due anni fa, è uno dei più attivi e pericolosi tra le fila dei Blancos (72′ Brahim Díaz s.v.).

Vinícius 7 – Con un assist visionari innesca il suo amico e connazionale Rodrygo per il momentaneo raddoppio delle Merengues. Letale come sempre in contropiede, crea diversi grattacapi alla retroguardia avversaria flirtando con il 3-1 nel corso del secondo tempo. Regala a Valverde una palla che il Pajarito sfrutta a dovere (83′ Joselu s.v.).

Allenatore: Carlo Ancelotti 7 – Un Real Madrid pericoloso nell’attaccare in ripartenza e compatto e solido in fase difensiva. Con tanto talento, ma allo stesso tempo parecchio orgoglio, i suoi ribaltano il risultato per ben due volte tenendo tutto aperto in vista della gara di mercoledì prossimo. Ancora una volta le Merengues dimostrano che la Champions League è il loro terreno di caccia dando l’impressione che anche nei momenti di maggiore difficoltà possano tirare il coniglio dal cilindro in qualsiasi momento. Ora però, toccherà confermarsi e provare a fare meglio all’Etihad per vendicare l’eliminazione della passata stagione.

Le pagelle di Real Madrid-Manchester City (3-3): che spettacolo al Bernabeu!

Pagelle Manchester City

Ortega 6 – Incolpevole sulle tre reti siglate dai padroni di casa, per il resto viene poco chiamato in causa.

Akanji 5,5 – Tiene in gioco Rodrygo in occasione del momentaneo 2-1 dimostrando di essere in difficoltà contro la rapidità dei due attaccanti avversari. Soffre la loro agilità e imprevedibilità.

Ruben Dias 6 – Sfortunato nella deviazione che provoca il momentaneo 1-1, il centrale portoghese si prende pochi rischi per il resto dei 90′ rendendosi protagonista di una buona prestazione. Sufficienza meritata in queste pagelle di Real Madrid-Manchester City.

Stones 6,5 – Determinante nell’arginare gran parte delle sortite offensiva della compagine iberica, avanza spesso il suo baricentro in fase di possesso come nell’azione che porta alla magia di Foden. Suo l’assist per il secondo gol dei Citizens.

Gvardiol 7 – L’uomo che meno ti aspetti trova il terzo gol dei suoi con un improvviso e imparabile tiro da fuori area che sorprende Lunin e la difesa madrileña dopo una partita non semplice. Un primo gol con la maglia del City indimenticabile per il croato.

Rodri 5,5 – La compatta linea difensiva eretta dai padroni di casa non permette al centrocampista spagnolo di dar prova della sua perfetta visione di gioco. Piuttosto impreciso questa sera. 

Kovacic 5,5 – Quasi mai nel vivo nel vivo del gioco, l’ex dell’incontro non riesce ad incidere a dovere.

Foden 7,5 – La prova del classe 2000 migliora a vista d’occhio nel corso della ripresa trovando meritatamente il gol del 2-2 grazie ad una bellissima conclusione dalla distanza imparabile per Lunin. Una magia che mantiene tutto aperto per il ritorno (87′ Álvarez s.v.).

Bernaldo Silva 7 – Con grande astuzia e tanta esperienza apre le danze con un calcio di punizione che sorprende un Lunin non esente da colpe. Sempre nel vivo della manovra, nonostante i pochi spazi a disposizione prova a rendersi pericoloso, ma con scarsi risultati.

Grealish 6,5 – Uno dei più attivi del reparto offensivo del City, l’ex Aston Villa tenta di puntare l’uomo nell’uno contro uno garantendo vivacità contro la compatta linea difensiva eretta dalle Merengues. Regala a Gvardiol la palla del 3-2 per i Citizens.

Haaland 5 – Mette subito sotto assedio la difesa spagnola facendo prevalere la sua prestanza fisica. Ben contenuto dalla retroguardia avversaria, il bomber norvegese diventa un oggetto misterioso con il trascorrere dei minuti.

Allenatore: Pep Guardiola 7 – Se un allenatore fa appena un cambio in tutti i 90′ vuol dire che è soddisfatto dell’andamento dell’incontro. E in effetti non ha tutti i torti il tecnico catalano il quale riversa tutta la sua fiducia nell’undici titolare ricevendo risposte convincenti. Nonostante le pesanti assenze di Ederson e De Bruyne, e un Haaland in difficoltà, il suo Manchester City riesce a passare per ben due volte avanti, ma alla fine è costretto ad uscire dal Bernabeu con un pareggio che mantiene tutto in discussione in vista del ritorno. Riusciranno i Citizens ad avere la meglio come lo scorso anno?

Le pagelle di Real Madrid-Manchester City (3-3): che spettacolo al Bernabeu!

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui