Le pagelle di Roma-Atalanta (1-1): regna l’equilibrio all’Olimpico

0

Si dividono la posta in palio Roma e Atalanta nel big match che chiude la 19° giornata di Serie A e il girone d’andata. Regna l’equilibrio in questo spareggio Champions giocato da entrambe ad alta intensità. Ad aprire i giochi è la Dea dopo appena 7′ grazie all’insolito colpo di testa di Koopmeiners su una splendida assistenza di un rispolverato Miranchuk. I giallorossi però non ci stanno e trovano il pareggio sul finire di primo tempo grazie al penalty magistralmente trasformato da Dybala. Nella ripresa, invece, a creare più occasioni sono i padroni di casa, ma peccano spesso e volentieri di cinismo. Ecco le pagelle di Roma-Atalanta.

Le pagelle di Roma-Atalanta

Prima di analizzare insieme le pagelle dei protagonisti di Roma-Atalanta, proviamo a dare una valutazione all’operato del direttore di gara.

Arbitro: Gianluca Aureliano 5,5 – Una partita piuttosto spigolosa da dirigere per il fischietto della sezione di Bologna. Grazie all’ausilio del VAR assegna -giustamente- rigore ai capitolini per un fallo in area di Ruggeri ai danni di Karsdorp. Da rivedere, invece, nella gestione dei cartellini e su alcuni contatti da sanzionare. 

Pagelle Roma

Rui Patricio 6,5 – Incolpevole sul colpo di testa di Koopmeiners, l’estremo difensore lusitano si rende protagonista di un grande intervento su De Ketelaere per evitare il raddoppio. 

Kristensen 6,5 – La folta lista di indisponibili del reparto difensivo costringe l’ex terzino del Leeds a giocare in un ruolo non suo. Ciononostante si comporta alla grande ribattendo colpo su colpo le avanzate degli ospiti dalla sua zona di campo.

Mancini 7 – Nonostante la pubalgia uno degli ex della sfida prende il comando della difesa arginando gran parte delle sortite offensive avversarie. Se la compagine lombarda non crea grossi pericoli dalle parti di Rui Patricio buona parte del merito è la sua. Prestazione al limite della perfezione.

Llorente 6 – Autore di una prova priva di sbavature, lo spagnolo è costretto a dare forfait a fine primo tempo. Sempre più in emergenza il reparto arretrato di Mourinho (46′ Huijsen 6,5 – Negli appena 12′ giocati al debutto con la maglia della Juventus, il giovane centrale olandese aveva dimostrato di non avere paura e di avere stoffa da vendere. Nonostante la difficoltà dell’incontro, gioca con totale tranquillità prendendosi pochi rischi. Considerando i tanti indisponibili dietro lo Special One può sicuramente sorridere).

Karsdorp 5 – Non impeccabile in marcatura su Koopmeiners sull’azione del primo vantaggio atalantino. Prova a rifarsi con un tiro a porta sicura respinto sulla linea da Djimsiti, ma dopo il quale si guadagna il penalty dell’1-1. Completamente impreciso invece nella ripresa (65′ Celik 6 – Poche sbavature per l’ex Lille nella scarsa mezz’ora a disposizione e sufficienza meritata in queste pagelle di Roma-Atalanta).

Bove 6,5 – Mette a disposizione dei suoi personalità da vendere dando qualità e quantità in mezzo al campo. Nel vivo in entrambe le fasi, garantisce un apporto prezioso mostrando di essere in fiducia.

Cristante 6 – In regia detta con precisione i tempi di gioco dando una importante mano in copertura sulle sortite offensive avversarie.

Pellegrini 6,5 – Molto dolorante per un intervento di Scalvini, il capitano spaventa il pubblico giallorosso, ma riesce a stringere i denti e rimanere in campo. Sempre nel vivo del gioco, tende ad inserirsi in area di rigore per creare densità comportandosi quasi da trequartista. In ripresa dopo qualche acciacco fisico di troppo, si sacrifica nel dare una mano ai suoi dietro nel secondo tempo (72′ Paredes 6 – Nemmeno lui al meglio, entra per far rifiatare un esausto Pellegrini e dare maggiore equilibrio in mezzo al campo).

Zalewski 6 – Timido e fin troppo prevedibile, punta spesso l’uomo nell’uno contro uno, ma viene sempre contenuto senza difficoltà da Holm. La sua prova, però, migliora gradualmente con il passare dei minuti con il polacco che garantisce maggiore vivacità e intraprendenza sulla sinistra (65′ Spinazzola 6,5 – Nonostante i rumors di mercato che lo vedono in uscita, l’altro ex di serata entra bene sul rettangolo di gioco provando subito a dare freschezza sulla fascia. Regala un cioccolatino solo da scartare a Lukaku, ma il belga non ne approfitta).

Dybala 7,5 – Il pericolo numero 1 della difesa bergamasca, la Joya spazia come suo solito per tutto il fronte offensivo non dando punti di riferimento agli avversari. Crea diversi grattacapi giocando nello stretto e mostra un’intesa ben consolidata con Lukaku. Glaciale dagli undici metri (83′ El Shaarawy 6 – Nei pochi minuti a disposizione entra con la voglia di spaccare il mondo dando maggiore vivacità e freschezza nelle ripartenze).

Lukaku 5,5 – L’intesa con il suo compagno di reparto è in crescita e si vede con il centravanti belga che lotta spalle alla porta contro i difensori avversari. Meno appariscente sotto porta nella ripresa, non sfrutta a dovere l’assist di Spinazzola tirando la palla in curva.

Allenatore: José Mourinho 6,5 – Nonostante le numerose assenze soprattutto nel reparto arretrato, lo Special One riesce ancora una volta a far uscire il meglio dai suoi calciatori trovando comunque un pareggio importante contro una rivale di alto livello. In crescita la coppia Dybala-Lukaku, mentre sono da premiare le prove del rientrante Pellegrini e di un Bove dotato del dono dell’ubiquità in campo. Regge la retroguardia grazie ad un sacrificato Mancini e al coraggio del giovane Huijsen. Partita giocata a viso aperto da parte dei suoi!

Le pagelle di Roma-Atalanta (1-1): regna l'equilibrio all'Olimpico

Pagelle Atalanta

Carnesecchi 7 – Protagonista di un paio di parate non semplici nel corso dei 90′, mostra grande coraggio nell’uscire dalla propria area di rigore per anticipare in un paio di occasioni di Lukaku. Spiazzato dal dischetto trasformato da Dybala, compie un mezzo miracolo su una deviazione di Holm che poteva diventare fatale.

Scalvini 7 – Coraggio e personalità. Nonostante la carta d’identità indichi come data di nascita l’11 dicembre 2003, il centrale bergamasco gioca una partita da veterano. Garantisce solidità al reparto erigendo un muro e sovrapponendosi spesso in proiezione offensiva da buon braccetto difensivo (85′ Hien s.v.).

Djimsiti 6,5 – Determinante nel salvare sulla linea il tiro a porta sicura di Karsdorp, al comando delle retroguardia nerazzurra è ormai una certezza e lo dimostra ribattendo un altro tentativo ravvicinato di Dybala.

Kolasinac 5,5 – Il più in difficoltà della linea a tre di difesa della Dea, il bosniaco soffre la vivacità e imprevedibilità di Dybala. L’ennesimo problema muscolare lo costringe a dare forfait nel finale (79′ Palomino s.v.).

Holm 5,5 – Bene a contenere Zalewski per gran parte del primo tempo, la sua prova cala con il passare dei minuti. Rischia un goffo autogol su una marcatura non impeccabile su Huijsen, ma per sua fortuna Carnesecchi smanaccia in angolo.

de Roon 6 – Prova senza lode e senza infamia per il capitano di serata che si porta a casa la sufficienza in queste pagelle di Roma-Atalanta.

Ederson 6 – La specialità della casa sono gli inserimenti in area e lo dimostra con una conclusione terminata alta di poco dopo una bella intesa con Scamacca. Con il giallo sul groppone, Gasperini decide a fare a meno del brasiliano per l’ultima mezz’ora (65′ Pasalic 5,5 – Il suo ingresso serve a dare maggiori soluzioni offensive, ma il centrocampista croato non incide come ci si aspettava).

Ruggeri 5 – Anche se in maniera del tutto involontaria, l’ex terzino della Salernitana provoca il calcio di rigore del momentaneo pareggio. Non la sua migliore prova stagionale (64′ Zappacosta 6 – Si becca un’ammonizione abbastanza evitabile giocando un’ultima mezz’ora senza lode e senza infamia).

Koopmeiners 6,5 – Il colpo di testa non è sicuramente la sua arma migliore, ma l’olandese riesce comunque a svettare su Karsdorp aprendo la gara dopo appena 7′. Scompare dal vivo della manovra dopo esser andato a referto.

Miranchuk 7 – Inserito a sorpresa nell’undici titolare, l’attaccante russo conferma quanto di buono fatto intravedere nelle ultime uscite servendo un assist al bacio per il colpo di testa vincente di Koopmeiners. In fiducia, mette in mostra classe ed eleganza palla al piede.

De Ketelaere 5 – Ha tra i piedi la palla per portare i suoi sul 2-0 già nel primo tempo, ma Rui Patricio gli nega la gioia personale. Fa tanto movimento senza palla, ma non riesce ad incidere a dovere (46′ Scamacca 5,5 – Entra per dare maggiore fisicità in avanti e a parte un gol annullato per una sua carica ai danni di Zalewski, è troppo isolato contro la retroguardia capitolina).

Allenatore: Gian Piero Gasperini 6 – Ci si aspettava qualcosa in più dalla sua Atalanta questa sera. Dopo un primo tempo ben disputato, i suoi sono andati sotto pressione dei padroni di casa nella ripresa non creando abbastanza occasioni per rendersi abbastanza pericolosi. Una trasferta sicuramente complicata, ma non impossibile guadagnando un punto che tiene i nerazzurri comunque in corsa per il quarto posto. Se il reparto difensivo è in crescita, destano preoccupazioni un attacco privo di Lookman e con De Ketelaere e Scamacca abbastanza sottotono. Buone notizie, invece, da un Miranchuk sempre più in fiducia.

Le pagelle di Roma-Atalanta (1-1): regna l'equilibrio all'Olimpico

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui