Le pagelle di Roma-Venezia (1-1): i giallorossi buttano via due punti

0

Riportiamo le pagelle di Roma-Venezia. All’Olimpico la Roma di Mourinho delude, i giallorossi ottengono solo un punto contro un Venezia già retrocesso e con un uomo in meno. 

Le pagelle di Roma-Venezia 

Prima delle pagelle di giocatori e allenatori di Roma e Venezia, riportiamo quella del direttore di gara.

Sozza 7 – Anche oggi si conferma un grande arbitro nonostante la giovane età, probabilmente diventerà uno dei migliori fischietti a livello mondiale. 

Pagelle Roma 

Rui Patricio 6 – Tocca il pallone solo una volta ed è quando lo raccoglie dalla rete. Spettatore non pagante.

Ibanez 5 – Ha grosse responsabilità sul goal del Venezia, si perde completamente Okereke sul cross di Aramu che insacca il momentaneo vantaggio.

Smalling 6 – Il migliore dei suoi in difesa, gioca una partita pulita e ordinata. Anticipa sempre Okereke nei duelli aerei.

Kumbulla 5,5 – Viene sostituito nonostante una prestazione non disastrosa, legge bene tante situazioni ma spesso è impreciso in costruzione (46′ El Shaarawy 6 – Entra e porta vivacità alla manovra offensiva, sfortunato sotto porta).

Maitland-Niles 5 – L’oggetto misterioso arrivato a gennaio probabilmente sancisce la sua definitiva bocciatura , altra brutta partita in ambo le fasi dell’ex Arsenal (46′ Karsdrop 6 – Stagione da stakanovista, entra e crea molti più pericoli rispetto al suo predecessore).

Cristante 6,5 – Sfortunato a colpire la traversa che poteva valere tre punti, bravo a fare partire l’azione del goal di Shomurodov. 

Veretout 5 – Sembra completamente un altro giocatore, brutta involuzione per il centrocampista francese. Ha bisogno di cambiare aria (60′ Shomurodov 7 – Da Venezia a Venezia, torna al goal e la Roma porta a casa un punto prezioso).

Spinazzola 6,5 – A sorpresa viene schierato titolare quasi un anno dopo dall’ultima volta ed è come se il tempo si fosse fermato. Uomo in più di questa squadra, migliore in campo nel primo tempo (46′ Zalewski 6,5 – Staffetta programmata con Spinazzola, il suo ingresso porta elettricità. Sfortunato sulla traversa). 

Carles Perez 5 – Nel primo tempo si fa vedere e la sua velocità fa preoccupare il Venezia. Con il passare dei minuti scompare e si vede sempre meno (83′ Volpato s.v.).

Pellegrini 7 – Colpisce due traverse con altrettante punizioni. Tutto quello che vuol dire la Roma per questo giocatore si vede nell’ultima azione della partita: dopo 94 minuti si fa tutto il campo per salvare un goal già fatto del Venezia. 

Abraham 5 – Non segna da 6 partite e per un giocatore del suo livello sono numeri non accettabili. Sembra quasi essere focalizzato solo sulla Conference. 

Allenatore: Mourinho 5 – Oggi la fortuna non era dalla sua parte, tanti e troppi dubbi sulla formazione iniziale. 

Pagelle Venezia 

Maenpaa 8 – Le sue parate sono tanto brutte da vedere quanto efficaci, in qualche modo riesce a respingere le decine di tiri che arrivano verso di lui.

Ampadu 6,5 – Dimostra di essere un giocatore davvero interessante, perfetto in fase difensiva e molto bravo nella costruzione da dietro.

Caldara 7 – Probabilmente il migliore in campo dopo MAenpaa, tiene alla grande Abraham e fa anche respirare spesso i suoi guadagnandosi svariati falli.

Ceccaroni 7 – Il capitano del Venezia gioca 90 minuti pieni di puro sacrificio, gioca tutto il recupero in preda ai crampi ma nonostante questo non passa nulla.

Mateju 5 – Per 45 minuti Spinazzola gli fa venire un’emicrania notevole, non riesce mai a fermare il terzino della Nazionale (65′ Svoboda 6 – Entra per rinforzare il fortino dei lagunari, ci riesce).

Vacca 6 – Inizia bene, è sfortunato perché prima riceve una forte pallonata sulla maschera e poi una gomitata che lo obbliga ad alzare bandiera bianca (28′ Fiordilino 6 – Entra senza riscaldamento e senza preavviso, bravo ad arginare Pellegrini). 

Crnigoj 6 – Uno dei giocatori più amati della tifoseria e dimostra sempre il perché, lotta su ogni pallone ed è pronto a morire per la maglia (80′ Ebuehi s.v.).

Haps 6 – La sua specialità è la fase offensiva, oggi deve concentrarsi per 90 minuti nella fase difensiva e non sbaglia nulla.

Aramu 6,5 – Ha un pallone buono in zona di rifinitura e fornisce un assist al bacio per Okereke che insacca un goal importante a livello morale (65′ Peretz 6 – L’israeliano ha caratteristiche più difensive, gioca una buona partita).

Kiyne 4 – Follia totale del centrocampista del Venezia, a palla lontana tira un brutto calcio nelle parti basse a Pellegrini. Probabile una maxi squalifica.

Okereke 7 – Affronta la sua vittima preferita e dopo 40 secondi la punisce nuovamente, era diffidato quindi saluta la Serie A con un bel goal (80′ Johnsen s.v.).

Allenatore: Soncin 6,5 – La sua squadra per 90 minuti lotta su tutti i palloni, vanno fatti i complimenti per come ha motivato i suoi nonostante la retrocessione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui