Le pagelle di Salernitana-Fiorentina (2-1): super Djurić

0
Le pagelle di Salernitana-Fiorentina (2-1): super Djurić

Riportiamo le pagelle del match Salernitana-Fiorentina. All’Arechi la Salernitana di Nicola gioca una partita incredibile contro una Fiorentina che, specialmente nel primo tempo, ha faticato molto.

Le pagelle di Salernitana-Fiorentina 

Prima delle pagelle di giocatori e allenatori di Salernitana e Fiorentina, riportiamo quella del direttore di gara. 

Arbitro: Massa 6,5 – A volte alterna dei fischi troppo fiscali ad un metro inglese, nel complesso però una buonissima partita.

Pagelle Salernitana 

Sepe 6 – Non viene praticamente mai chiamato in causa dai toscani; sul goal di Saponara la distanza era troppo ravvicinata, incolpevole.

Mazzocchi 6,5 – A vederlo giocare cosi ci si chiede perché il Venezia lo abbia lasciato andare cosi facilemente ad una rivale, sulla fascia destra è un martello. 

Gyomber 6 – Picchia e viene picchiato, partita da vero soldato del centrale di Nicola. Ingenuo sul fallo che gli costa il cartellino giallo. 

Fazio 6,5 – Da tre partite a questa parte è completamente un altro giocatore, il generale dei campani guida la difesa alla grande. 

Ranieri 6,5 – Nel primo tempo gli si rompe una scarpa e Nicola si toglie la sua per “minacciarlo” di fare in fretta, la prima cosa che farà oggi pomeriggio sarà chiamare lo sponsor per farsi mandare le nuove calzature. Gioca davvero una bella partita in entrambe le fasi. 

Coulibaly 6,5 – Nel primo tempo sembra un polipo, ogni pallone che gli passa vicino viene agguantato dal centrocampista maliano. Nella ripresa cala come tutta la squadra (75′ Kastanos s.v.). 

Ederson 5,5 – Il migliore giocatore della Salernitana oggi è assente all’appello, si limita al compitino con qualche sprazzo di classe pura. 

Bohinen 6,5 – Nel peggior momento della Salernitana ci si chiedeva: “perché provano tutti tranne lui?”, domanda assolutamente legittima viste le grandi prestazioni di questo ragazzo. 

Zortea 5,5 – Uno dei pochi che fatica, non riesce quasi mai a prendere le misure sugli avversari e sbaglia su Saponara (75′ Ruggeri 6,5 – Da un suo cross nasce il goal decisivo dei campani, ottimo ingresso).

Verdi 6,5 – Gioca solo un tempo ma che quarantacinque minuti, sembra davvero il giocatore che tutta Italia ha ammirato a Bologna. Devastante (46′ Ribery 5,5 – Non fa sentire la sua esperienza sul rettangolo verde). 

Djuric 7,5 – Ma che partita ha fatto? Sblocca subito il risultato con un goal pesantissimo, poi domina sui centrali della Fiorentina vincendo tutti i duelli aerei (75′ Bonazzoli 7 – Tocca un pallone e consegna 3 punti fondamentali alla Salernitana).

Allenatore: Nicola 8 – Sta facendo l’ennesimo miracolo della sua carriera, il voto oltre che per il tecnico è anche per la persona. 

Pagelle Fiorentina 

Terracciano 6 – Si fa trovare pronto nel primo tempo su una bella conclusione di Verdi, sui due goal è totalmente incolpevole. 

Venuti 5 – Completamente nullo in fase offensiva, dietro è spesso impreciso e commette qualche errore di troppo (59′ Odriozola 6,5 – Come Saponara cambia la Fiorentina, da una sua discesa nasce il goal dei Viola).

Igor 4 – Dopo una grande stagione sbaglia una partita e fa due errori madornali su entrambi i goal. 

Milenkovic 5 – Come il suo collega è colpevole sul secondo goal, brutta prestazione del centrale serbo. 

Biraghi 6 – In fase offensiva è uno dei pochi giocatori pericolosi dei suoi, viene sostituito per preservarlo per il recupero contro l’Udinese (67′ Terzic 5,5 – Non riesce continuare la partita fatta da Biraghi, malino). 

Maleh 5 – Deve sostituire Castrovilli ma non ci riesce, è completamente nullo in entrambe le fasi (67′ Callejon 5,5 – Entra per mettere in difficoltà la Salernitana con i suoi inserimenti, non fa nulla). 

Amrabat 5,5 – Anche lui deve sostituire il titolare ma non è un giocatore qualsiasi, quasi impossibile replicare le prestazioni di Torreira. 

Duncan 5 – Non fa filtro e non si rende mai pericoloso con i suoi inserimenti, da lui Italiano si aspetta molto di più.

Ikonè 5 – Una comparsa per tutti i primi 45 minuti, non si propone neanche ai suoi compagni per ricevere palla (46′ Saponara 7 – Il suo ingresso cambia totalmente la partita, bel goal). 

Cabral 6 – Nonostante tutto strappa una sufficienza, lotta e prova a rendersi pericoloso in tutti i modi. Rimedia una bella ferita sulla tempia (59′ Piatek 5,5 – Non gli vengono dati palloni buoni ma lui non fa nulla per andare a prenderseli).  

Nico Gonzalez 5,5 – A differenza di Ikonè almeno ci prova, sbaglia molto ma è sempre dentro la partita. 

Allenatore: Italiano 5 – Squadra irriconoscibile, ha comunque i suoi alibi: mancavano titolari importanti e pagano la Coppa Italia. 

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui