Le pagelle di Salernitana-Lazio (2-1): Candreva maestoso

0

Il gol di Candreva (migliore delle pagelle) stende la Lazio e regala la prima vittoria di questo campionato alla Salernitana. Per Filippo Inzaghi una prova di grande valore e che può dare inizio alla scalata per la salvezza. Lazio in difficoltà nel primo tempo e rischia, perchè Candreva e Bohinen con la traversa vanno vicini al gol. Ci pensa Immobile su rigore a invertire la marcia a fine primo tempo. Nel secondo tempo prima il gol di Kastanos e poi la magia dell’ex Candreva fanno esplodere Salerno di gioia. 

Le pagelle di Salernitana-Lazio

Prima di analizzare le pagelle dei giocatori e degli allenatori di Salernitana-Lazio, proponiamo quella sull’arbitro.

Arbitro: Alessandro Prontera 5,5 – L’episodio Gyomber-Immobile lo tiene parecchio occupato, ma gestisce bene la situazione ammonendo giustamente il difensore granata e assegnando il rigore. Mancano però l’ammonizione a inizio partita su Cataldi e il doppio giallo più espulsione su Gyomber.  

Pagelle Salernitana

Costil 6,5 – La Lazio oggi era in netta difficoltà nella costruzione della fase offensiva, ma il francese si è fatto trovare pronto e ha dato sicurezza ai compagni. 

Daniliuc 6 –  Buoni sessanta minuti del difensore, che ogni tanto tende a concedere, una cosa su cui deve lavorare (60′ Fazio 6,5 – L’esperienza del difensore argentino è un’arma per questa squadra e ritrova la vecchia rivale sfornando una buona mezz’ora di gioco). 

Gyomber 4 – Il rigore macchia la sua partita, che fino a quel momento era anche positiva. Poi entra in difficoltà rischiando anche la doppia ammonizione già a fine primo tempo (45′ Lovato 6 – Rispetto al compagno uscente, molto bene e non rischia in maniera particolare. L’ex atalantino è apparso piuttosto sicuro e tranquillo). 

Pirola 6 – Troppi rischi e troppi errori da cui nascono i pericoli biancocelesti. Nel secondo tempo si risveglia più cattivo e deciso, cosa che il mister pretende da lui (86′ Bronn s.v.). 

Mazzocchi 6,5 – Dalla sua fascia la Salernitana sembra prendere coraggio e mette in difficoltà spesso Marusic. Inzaghi può contare su una freccia in squadra, a cui manca solamente qualche occasione per buttarla dentro. 

Coulibaly 6 – Buon secondo tempo di carattere dove va a recuperare i palloni per far ripartire la Salernitana. 

Bohinen 6,5 – A centrocampo lui e Kastanos prendono in mano la regia. Verso il 24′ si fa vedere con un missile che si schianta sulla traversa (60′ Legowski 6 – Dà sostanza al centrocampo, oggi sbaglia poco e mantiene bene l’equilibrio). 

Bradaric 6 – Buona copertura difensiva, che spesso si abbassa per fare quasi il terzino. Non era facile mantenere l’attenzione se hai contro uno tecnico come Felipe Anderson. 

Kastanos 7 – Manovra il centrocampo e permettere la progressione. Oggi era in forma e si è notato. Nel secondo tempo deve solo ribattere la palla in gol dopo la parata di Provedel su Candreva (72′ Maggiore 6 – Partita sufficiente, forse qualche pecca in fase offensiva, dove avrebbe potuto essere più pericoloso per chiudere definitivamente la partita). 

Candreva 7,5 – Personalità ed esperienza che lo contraddistinguono. Nel secondo tempo c’è il suo zampino nel gol che porta al pareggio di Kastanos. Poi la magia che premia il secondo tempo di lotta della squadra. 

Ikwuemesi 6 – Il ragazzo può essere un valore aggiunto per questa squadra per fisicità e dedizione al sacrificio. Partita tatticamente intelligente la sua. 

Allenatore: Filippo Inzaghi 6,5 – Forse già lo sapeva, ma oggi inizia il campionato della Salernitana. Forse tardi, ma meglio mai. Carattere, grinta e voglia hanno contraddistinto oggi la squadra di Inzaghi che completa una rimonta eroica affidandosi a Candreva e se torna Dia c’è da stare attenti in fondo alla classifica. 

Pagelle Lazio

Provedel 5 – Il primo tempo è di fatica perchè deve reggere ai colpi di Candreva, il più pericoloso degli avversari di oggi. Nel secondo tempo forse avrebbe potuto fare di più sul gol di Kastanos, mentre su Candreva forse c’è la complicità del vento. 

Marusic 5 – Bene la copertura, ma ha cercato poco Immobile, vera alternativa se Zaccagni viene marcato a uomo. Nel secondo tempo crolla e 

Gila 4,5 – Un’occasione importante per lui e deve fare una partita di resistenza, ma tende alla passività e all’attesa. Male sul gol di Kastanos, sbagliando la marcatura su Candreva. 

Patric 5 – La Salernitana si rende pericolosa da fuori perchè dentro l’area lascia pochi spazi. Da rivedere anche lui nel gol di Kastanos, dove forse avrebbe potuto fare di più. 

Lazzari 5 – Ogni tanto qualche bagliore di luce, ma non incide in maniera particolare sulla partita. Tra lui e il terzino ex Napoli sembra che Sarri debba rivedere qualcosa (60′ Hysaj 5 – Servirebbe più presenza e progressione in avanti verso il lato, ma niente. L’unica azione pericolosa è una frittata che vola in curva al 92′ su ribattuta di un calcio d’angolo). 

Kamada 4 – Non partiva titolare da settembre. È quello meno coinvolto in partita e che dovrebbe cercare almeno di rendersi pericoloso. Da dopo Napoli non sembra essere più lo stesso. 

Cataldi 5 – La regia della Lazio oggi è nettamente bocciata. Poco fluida e non riesce a servire gli attaccanti (81′ Vecino s.v.). 

Guendouzi 5 – Sarri ha sempre detto che questo giocatore può essere devastante, ma oggi tutto è sembrato tranne che devastante. Errori, poco pericoloso in fase offensiva. Il francese deve e può fare di più. 

Zaccagni 5 – Deve inventarsi qualcosa con qualche giocata delle sue, perchè Kamada non sembra entrare in partita e Mazzocchi. Nell’unica occasione del secono tempo purtroppo è costretto a fermarsi per infortunio (60′ Pedro 5 – Di solito decisivo dalla panchina, oggi questo tentativo di Sarri è nettamente vano. Zero intraprendenza, non sembra nemmeno essere sceso in campo). 

Immobile 5,5 – Fantasma nel primo: nessun tiro in porta. Poi guadagna il rigore e trasforma il vantaggio, dimostrando freddezza e decisione. Nel secondo tempo ritorna a fare il fantasma (69′ Castellanos 5 – Pochi palloni in area per lui, la sua unica occasione è la punizione all’86’). 

Felipe Anderson 4 – Primo tempo insufficiente e il secondo peggiore del primo. Poche parole per descrivere la partita del brasiliano (69′ Isaksen 6 – Rispetto a Felipe almeno c’è più intraprendenza e lucidità. Prova a risvegliare i biaconcelesti e ad essere decisivo).

Allenatore: Maurizio Sarri 4 – Siamo a 13 partite dall’inizio del campionato e la Lazio ha collezionato ben 6 sconfitte. Il trend è assolutamente negativo per una squadra impegnata su più fronti e che deve lottare per la Champions. Il primo tempo della Lazio è negativo, nonostante il vantaggio su rigore. La difesa soffre e il centrocampo entra tardi in partita. Il secondo tempo è il tracollo totale e i cambi sembrano fatti alla rinfusa. Non ci siamo. 

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui