Le pagelle di Sampdoria-Bari (1-1): Esposito la pareggia al fotofinish!

0

La gara che chiude il 2023 di Serie B e il girone d’andata, termina con un pareggio per 1-1 tra Sampdoria e Bari. Allo Stadio “Luigi Ferraris” di Genova le due contendenti escono dal campo con un risultato che non accontenta nessuno. Una partita equilibrata aperta dai galletti dal solito Sibilli che sfrutta l’assist di Ménez in contropiede per battere Stankovic e firmare il sesto centro in campionato. Nel finale, però, è proprio l’ex biancorosso Esposito a rovinare la festa dei tanti sostenitori venuti dalla Puglia. Appuntamento con la vittoria nuovamente mancato per entrambe ora a sole tre distanze dalla zona play-out. Ecco le pagelle di Sampdoria-Bari.

Le pagelle di Sampdoria-Bari

Prima di analizzare insieme le pagelle dei protagonisti di Sampdoria-Bari, proviamo a dare una valutazione all’operato del direttore di gara.

Arbitro: Livio Marinelli 6,5 – Il fischietto della sezione di Tivoli evita di spezzettare l’incontro lasciando correre in diverse situazioni di gioco. Utilizza spesso e volentieri il dialogo per evitare battibecchi continui tra i giocatori gestendo bene anche i cartellini. Rari gli errori da matita rossa.

Pagelle Sampdoria

Stankovic 6,5 – Determinante nella prima frazione sul tiro al volo di Edjouma, non può nulla sulla rete messa a segno da Sibilli.

Depaoli 6 – Si spinge spesso in avanti mettendo in mezzo un paio di traversoni alla ricerca degli attaccanti doriani. In fase difensiva, però, soffre la vivacità e intraprendenza di Sibilli dalla sua zona di campo. Nel recupero regala a Esposito un cioccolatino che deve solo scartare per il gol del definitivo 1-1.

Ghilardi 5,5 – Il suo approccio alla gara è positivo, ma con il passare dei minuti nel corso della prima frazione, il classe 2003 si rende protagonista di un paio di errori evitabili.

González 5 – Eccesso di inesperienza per il giovane centrale uruguaiano che senza una valida motivazione si spinge in avanti perdendo però un pallone sanguinoso dal quale scaturisce il contropiede per il gol che apre i giochi. Per sua fortuna ci pensa Esposito a riequilibrare il punteggio.

Murru 6 – Il capitano della Sampdoria si sovrappone spesso in avanti mettendo in mezzo cross invitanti e pericolosi come quello dal quale scaturisce poi la rete del pareggio.

Benedetti 6 – Prova a tirare un brutto scherzo alla sua ex squadra con una conclusione parata senza problemi da Brenno. Nonostante la sconfitta si porta a casa una sufficienza in queste pagelle di Sampdoria-Bari (84′ Ntanda s.v.).

Yepes 6 – Garantisce ordine e qualità in regia dettando con precisione i tempi di gioco. Prova priva di sbavature clamorose.

Giordano 5,5 – Poco nel vivo della manovra, il ventiduenne non incide come ci si aspettava nel corso della partita (89′ Askildsen s.v.).

Verre 6,5 – Spaventa gli ospiti con una conclusione dalla distanza terminata di poco al lato. Ci riprova nel secondo tempo con l’arma dell’inserimento in area senza palla, ma la deviazione decisiva di Vicari gli nega il primo centro stagionale (70′ Stojanovic 6 –L’ingresso dello sloveno serve a dare maggiore spinta e vivacità su un out di destra fino a quel momento sottotono).

Esposito 7,5 – Altro ex di serata ha la ghiotta occasione di portare i blucerchiati in vantaggio sul finire di primo tempo, il suo calcio di punizione però, scheggia l’incrocio dei pali a Brenno ormai battuto. Al rientro dagli spogliatoi continua a dare vivacità all’attacco andando per ben due volte vicinissimo alla gioia personale fino a trovarla al fotofinish regalando il pareggio alla compagine ligure.

De Luca 5,5 – Quasi mai servito dai suoi, il centravanti doriano viene limitato dalla retroguardia pugliese andando appena una volta alla conclusione. Lavorando tanto spalle alla porta, ma senza incidere a dovere (70′ La Gumina 5,5 – Ci prova subito con una conclusione che però non crea grattacapi alla difesa avversaria. Non fa tanto meglio del compagno sostituito).

Allenatore: Andrea Pirlo 6 – La sua Sampdoria è sicuramente in crescita rispetto a quella in confusione di inizio stagione, ma i limiti dei blucerchiati sono fin troppo evidenti. I suoi peccano sicuramente di inesperienza non dando abbastanza continuità nel corso dei 90′. Ne è una dimostrazione l’ennesimo gol stagionale subito negli ultimi 10′. Per fortuna dell’ex allenatore della Juventus ci pensa Esposito a regalare nel finale un punto che serve a poco, ma che permette ai liguri di non chiudere il 2023 con il secondo passo falso di fila a Marassi.

Le pagelle di Sampdoria-Bari (1-1): Esposito la pareggia al fotofinish!

Pagelle Bari

Brenno 6 – Autore di un paio di parate alla portata, l’estremo difensore brasiliano rimane a difesa dei pali nonostante il problema al ginocchio. Senza colpe sul gol dell’1-1 finale.

Matino 6 – Prova senza lode e senza infamia per il n°5 biancorosso che si guadagna la sufficienza in queste pagelle di Sampdoria-Bari.

Di Cesare 6 – Garantisce come sempre esperienza e sicurezza commettendo rare sbavature nel corso dei 90′. Ennesima prestazione da veterano!

Vicari 6,5 – Legge quasi sempre bene i tempi di anticipo in marcatura sugli avversari rendendosi decisivo su una conclusione a porta sicura di Verre deviata in angolo.

Frabotta 5 – Bene nella prima frazione, insicuro nella ripresa. Dopo un buon inizio di partita, il terzino di proprietà della Juventus comincia ad inizio secondo tempo a soffrire il pressing blucerchiato perdendo qualche pallone di troppo. Poco concentrato nel finale, non legge l’anticipo su Depaoli nell’azione del pareggio.

Edjouma 6,5 – In crescita dopo un inizio di stagione negativo, il transalpino crea la prima vera occasione da gol per i suoi con una conclusione al volo che mette a dura prova i riflessi di Stankovic. Spesso e volentieri si inserisce in area di rigore facendo prevalere la sua prestanza fisica e i suoi centimetri per provare a far male ai padroni di casa (75′ Acampora s.v.).

Benali 7 – Fa da filtro tra centrocampo e difesa garantendo ordine sul rettangolo di gioco. Diventa determinante nell’aiutare in copertura recuperando diversi palloni importanti come quello con il quale apre il contropiede del vantaggio barese.

Maita 6 – Poco preciso e nervoso, riceve un’ammonizione inutile per proteste nel corso dei primi 45′. La sua prestazione migliora gradualmente nella ripresa nonostante il giallo dando quantità in mezzo al campo.

Achik 5,5 – Il marocchino gioca una partita di sacrificio dando un importante aiuto dietro, ma il suo apporto in fase offensiva è praticamente nullo (75′ Dorval 6 – Con i suoi in vantaggio si concentra nel dare una mano dietro per conservare a tutti i costi il risultato).

Nasti 5 – Ci prova subito di testa senza però riuscire ad impensierire la difesa avversaria. Prosegue il suo digiuno realizzativo con il gol che manca da ormai più di un mese (64′ Ménez 5,5 – La pesante assenza dell’ex tra le altre di Roma e Milan si è fatta sentire eccome nel girone d’andata dei galletti. L’attaccante francese svaria per tutto il fronte offensivo garantendo maggiore qualità e imprevedibilità. Preciso e decisivo l’assistenza per il primo gol dell’incontro. Nel finale, però, si becca due gialli evitabili nel giro di pochi secondi. Ingenuità clamorosa per un calciatore della sua esperienza e del suo spessore).

Sibilli 7,5 – Il più vivace del reparto offensivo biancorosso, mette un paio di volte Nasti nelle giuste condizioni per andare in rete, ma con scarsi risultati. Mette la ciliegina su un’altra grande prestazione siglando la sua sesta rete in Serie B sfruttando nel migliore dei modi l’assist di Ménez in ripartenza (87′ Bellomo s.v.).

Allenatore: Pasquale Marino 6 – Per questione di secondi il Bari non esce dal campo con un successo che avrebbe potuto ridare fiducia e morale all’ambiente. Ancora una volta, però, i pugliesi vengono beffati nel finale dal grande ex di serata Esposito. Prestazione complessivamente buona e in crescita per giocatori come Edjouma e Benali, ma è sempre il reparto avanzato a preoccupare. Con un Nasti mai chiamato in causa e un Ménez alla ricerca della migliore condizione e espulso nel finale, è il solito Sibilli a guidare l’attacco. Occorrono rinforzi dal mercato di gennaio per allontanarsi dallo spettro della zona play-out.

Le pagelle di Sampdoria-Bari (1-1): Esposito la pareggia al fotofinish!

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui